Festival_Eccellenze_nel_Sociale

Pubblichiamo il comunicato stampa relativo all’evento che si terrà da venerdì 13 a domenica 15 dicembre 2013, presso l’Ospedale Forlanini di Roma: la prima edizione de Lo Spettacolo fuori di sé – Festival delle Eccellenze nel Sociale.

Ulteriori informazioni sul sito ufficiale: Festival eccellenze nel sociale.it

Un originale evento laboratoriale d’avanguardia che intende stimolare una riflessione organica sulla cultura, con particolare attenzione alle arti dello spettacolo, che interviene per combattere il disagionei più diversi contesti (psichici, fisici, sociali…): dalle carceri alle comunità agli ospedali alle dimensioni della disabilità e del malessere. Originale anche la sede del Festival: per la prima volta in Italia, è un ospedale ad ospitare un festival di spettacolo, il complesso del policlinico Forlanini di Roma.
Il Festival delle Eccellenze nel Sociale si pone anche come kermesse (tra spettacoli e dibattiti) dei primi risultati di un progetto di ricerca e promozione culturale sviluppato dall’IsICult – Istituto italiano per l’Industria Culturale, sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo (Mibact) e dalla Società Italiana Autori Editori (Siae), denominato “Lo Spettacolo Antidoto Contro il Disagio” (da cui l’acronimo SACD).

Il progetto SACD è una iniziativa di ricercae di sensibilizzazione finalizzata alla realizzazione anzitutto di una “mappatura” delle attività che utilizzano lo spettacolo a contrasto del disagio e delle limitazioni nella realizzazione del sé e nella partecipazione alla vita civile del Paese: attività che, se ben documentate ed analizzate, potrebbero ampliare l’area della emancipazione sociale. Il progetto si sviluppa attraverso una ricerca a livello nazionalee un festival delle eccellenze.
Spettacolo inteso come arti del teatro, della musica, della danza, del circo, della cinematografia, della cross-medialità, che diventano oggetto/strumento di particolare azione nelle aree sociali del disagio, arti che possono diventare anche, in alcuni specifici contesti, arti-terapie. Disagiointeso nelle varie declinazioni della realtà delle carceri, degli ospedali, delle comunità e delle varie dimensioni dell’esistenza delle persone con disabilità, e dell’emarginazione.

La “mappatura” ovvero un aggiornato censimento, nella prospettiva di un’anagrafe approfondita e di un Osservatorio permanente, è la base per uno studio delle migliori pratiche (anzitutto italiane), per l’identificazione delle iniziative di eccellenza.
Quindi per l’organizzazione anche di un evento di risonanza nazionale, un Festival delle Eccellenze nel Sociale, che presenti i risultati della ricerca in itinere, mettendo in scena e in discussione pratiche, teorie, politiche, per stimolare l’avvio di un sistema di dialogo/interscambio tra istituzioni e imprese, artisti e operatori, nel settore dell’ideazione e produzione culturale, spettacolare, artistica, con particolare attenzione all’inclusione sociale. Anche al fine di elaborare strumenti normativi adeguati.
Il progetto si concentra su un vasto settore di sperimentazione sociale, civica, scientifica, medica, istituzionale e informale, che interessa nodi decisivi della convivenza civile, e utilizza le arti e i processi dello spettacolo per coadiuvare azioni che intervengono su differenti aree del disagio.
Aree i cui contorni, i cui risultati, le cui prassi sono troppo poco conosciute, rispetto al valore che quotidianamente producono per molte migliaia di individui e per l’intera collettività.
Il principio ispiratore è dettato da una delle lezioni einaudiane, ovvero quel “conoscere per deliberare”, che – in versione più moderna – possiamo definire evidence-based policy making. Anche in fase di spending review, l’iniziativa si pone come investimento strategico per il welfare: tra gli obiettivi del progetto, si prefigurano infatti anche alcune concrete positive ricadute nell’operato della Pubblica Amministrazione.
Il progetto si avvale di un Comitato Scientifico formato da esperti di varie discipline, accomunati da esperienze e competenze in materia di cultura, spettacoloe di disagio(affrontati da diverse prospettive). Tra i componenti del Comitato: don Vinicio Albanesi, Sergio Bellucci, Marco Maria Gazzano, Antonio Guidi, Carlo Infante, Donatella Massimilla, Federico Russo, Antonio Turco..

Ospedale Carlo Forlanini
Circonvallazione Gianicolense, 87, Roma

Lo Spettacolo… Fuori di Sé
1ª edizione del Festival delle Eccellenze nel Sociale
Dal 13 al 15 dicembre 2013
spettacolo dal vivo, convegni, workshop

Venerdì 13 dicembre
h 15.30 (convegno) – “La cultura per combattere il disagio”
riflessioni multidisciplinari e suggestioni trasversali intorno al progetto “Sacd”

h 18.30 (performing media) – Urban Experience “Walk Show”
(conversazione nomade con radio e smartphone)
a seguire: screening e conversazione con GINO SANTORO (Università del Salento, Lecce)

h 21.00 (teatro) – Laboratorio Teatrale Piero Gabrielli “Woyzeck”
(compagnia formata in parte da persone con disabilità)

h 22.00 (musica) – Orchestra di Piazza Vittorio in concerto
(ensemble musicale multietnico, Roma)

Sabato 14 dicembre
h 15.30 (convegno) – “I festival per la diversità e contro il disagio in Italia. Primo incontro nazionale”
confronto tra le esperienze di oltre venti direttori artistici di festival (da tutt’Italia)

h 18.30 (performing media) – Urban Experience “Walk Show”
(conversazione nomade con radio e smartphone)
a seguire: screening e conversazione con MICHELE SAMBIN E PIERANGELA ALLEGRO (artisti, Padova)

h 21.00 (teatro) – Bel Teatro / Compagnia dei Due Palazzi “Experti”
(compagnia formata anche da detenute della Casa di Reclusione di Padova)

h 22.00 (musica) – I Presi per Caso in concerto
(ensemble musicale composto da persone ex detenute, Roma)
Domenica 15 dicembre:

h 11.30 (teatro) – Leonardo Spina Conferenza spettacolo
(clownterapia/Federazione Internazionale Ridere per Vivere)

h 17.00 (danza) – Teatro La Ribalta “Impronte dell’anima”
(compagnia formata anche da persone con disabilità, Bolzano)

h 18.30 (musica) – I Ladri di Carrozzelle in concerto
(ensemble musicale formato interamente da persone con disabilità)

CINEMA / CROSSMEDIALITÀ
SEZIONE dedicata ad opere cinematografiche ed audiovisive che affrontano il “disagio”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.