Emozioni in volo

Al teatro Brancaccio di Roma il 10 e 11 maggio i Sonics hanno conquistato la platea con Meraviglia. La geniale creatività del circo moderno unita ad acrobazie spettacolari.

Su un filmato in cui scorrono le immagini dell’infanzia di un bambino, una voce accompagna i ricordi e guida lungo una riflessione. «…Se scoprissi più del lecito, cosa resterebbe al giorno o alla notte da scoprire o all’attimo da cogliere, o al presente da afferrare, cosa resterebbe di me… Voglio percorrere le strade che portano dentro un’emozione. Voglio vivere una vita fatta di meraviglia!»; si apre con queste intense parole lo spettacolo dei Sonics, compagnia torinese di acrobati nata nel 2001, che in pochi anni ha raggiunto traguardi ambiziosi, e che nel titolo racchiude tutta la sua essenza: Meraviglia.
Non un semplice sostantivo acclamato con stupore, ma un pianeta extraterrestre i cui abitanti si muovono al suo interno, plasmando lo spazio aereo in maniera fantasiosa, interagendo con altri oggetti scenici introdotti in un susseguirsi di emozioni. Dai tessuti ai cerchi, passando per strutture complesse, originali, sospese per aria e in cui otto straordinari atleti (quattro ragazze e quattro ragazzi) si muovono fluttuanti, al limite del contorsionismo, come se la forza di gravità non esistesse.
Una macchina d’acciaio a quindici metri d’altezza, con un diametro di quattro, a forma sferica, quasi a rappresentare una sorta di grande lanterna rossa, in grado di supportare le conturbanti acrobazie degli otto protagonisti, è il motore forte che dà vita alla scena dove «non c’è una drammaturgia testuale ma visuale, fatta di musiche, colori e corpi che si muovono nello spazio disegnando figure, spazi, mondi paralleli», come spiega Alessandro Pietrolini, fondatore dei Sonics insieme a Ileana Prudente.
Adrenalina, stupore e comicità sono dunque gli ingredienti di Meraviglia, una favola moderna e senza presunzione se non quella di far sognare lo spettatore attirandolo in un ambiente surreale e indefinito proprio della fantasia umana. Una farfalla in punta di piedi si agita così in un giardino animato dove la stessa natura dà vita all’essere umano, libero di amare il suo prossimo, uomo o donna che sia. Visioni oniriche e fiaba s’intrecciano all’unisono come i perfetti corpi dei giovanissimi acrobati che fondono muscoli e talento, entrambi messi a nudo e ricoperti contemporaneamente da particolari costumi, che rievocano spesso il mondo animale e che hanno impreziosito, per due serate, il palco del teatro Brancaccio di Roma, dove a regnare è stata l’arte e l’eleganza in grado di far dimenticare per poco più di un’ora tutto ciò che fuori ci circonda.
La bravura dei Sonics, che finora è giunta nelle più belle città e località italiane, europee e del mondo, da Miami a Mumbai, da Frankfurt a Dubai passando per Patrasso, Beirut e Kiev (dove hanno presentato un frammento di Meraviglia durante la Cerimonia di apertura dello Stadio che ha ospitato gli Europei di Calcio 2012), continuerà ad emozionare tantissime platee, ma noi siamo sempre pronti ad accoglierli per spiccare insieme un altro meraviglioso volo.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Brancaccio
via Merulana, 244 – Roma
venerdì 10 e sabato 11 maggio, ore 21.00
(durata 1 ora e venti intervallo escluso)

La compagnia acrobatica SONICS presenta
Meraviglia
di Alessandro Pietrolini
coreografie aeree Ileana Prudente
performers Irene Chiarle, Federica Vaccaro, Micol Veglia, Viola Cappelli, Giorgio Richetta, Claudio Bertolino, Lucio Rizzi, Alessandro Pietrolini
costumi Ileana Prudente
disegno luci Niki Casalboni, Alessandro Pietrolini
produzione e distribuzione Fanzia Verlicchi per Equipe Eventi sas

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.