Questa volta a perdersi nel bosco non è Cappuccetto ma Amleto. Questo aprirebbe una lunga riflessione sul “campione” di Shakespeare, ma la battuta serve solo per introdurre lo spettacolo più impegnativo del festival Il Giardino delle Esperidi che, come ogni anno e da 17 edizioni, si tiene a Campsirago, sul Monte di Brianza, fino al 4 luglio.

Arrivare alla residenza, con il palco principale, se non si ha familiarità con i tornanti di montagna, è un’impresa, ma per chi ama un teatro “diverso” l’occasione è imperdibile. E l’attesa premiata.

Gli spettacoli sono 25, per questa edizione, tra cui quattro prime nazionali e due prime regionali. Divertentissimo Ladies Bodies Show di Qui e Ora residenza, che affronta il tema del corpo.

Nell’intervista video qui sotto, Michele Losi, direttore artistico della rassegna e di Campsirago residenza, racconta la storia di questo festival di teatro e natura, l’edizione di quest’anno e, soprattutto, i progetti per l’anno prossimo quando, terminati i lavori di restauro, ci sarà spazio per un ristorante, nuovi alloggi e altri servizi. Una vera cittadella del teatro. E noi sappiamo quanto ce ne sia bisogno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.