La città si colora… e si muove!

La quarta edizione di MITOFringe anticipa a giugno la scoperta di esperienze musicali di ogni genere: dalla classica al jazz, passando per la musica folklorica fino al rock e al pop – e Milano si riempie ovunque di bella musica.

32 giorni di festival, 72 appuntamenti in 51 location sparse per Milano e oltre 290 artisti che vi parteciperanno: questi i numeri che, dal 6 giugno fino al 7 luglio, caratterizzano la IV edizione del giovanissimo festival che trascina giovani e meno giovani alla scoperta di travolgenti esperienze musicali di ogni genere.

In poco più di un mese, Milano si movimenta a ritmo jazz con gruppi quali i Dixie Serenade, i Cluster Musica Euphonia Ensemble, i Chromatic Escape Quartet e i Django Percussion Ensemble. E ancora, per chi amasse il rock-fusion, ci saranno spazi dedicati ai Catalina Swing e al Pulp Project, per gli appassionati di musica folklorica interverranno il Trio Klezmer e i Laboula, e per l’intramontabile stile country, l’appuntamento sarà con i B4. Non mancheranno, ovviamente, grandi nomi del panorama classico e contemporaneo: basti segnalare i Florentia Saxophone Quartet e gli Eufonè Trio.
Il ricco cartellone è interamente consultabile sul sito Mitofringe, che quest’anno mostra una nuova veste grafica e una modalità di consultazione più facile. Già al primo colpo d’occhio ci si renderà così conto che il programma è talmente vasto da poter soddisfare le esigenze tanto di un pubblico esperto quanto dei neofiti. Sempre sperando in un tempo clemente, visto che sia i nomi più noti che gli esordienti si esibiranno gratuitamente – e all’aperto – in diverse zone della città: da Piazza San Babila alle Colonne di San Lorenzo, passando per il tristemente noto quartiere di Santa Giulia, fino ad arrivare – o partire? – alle stazioni di Garibadi e Centrale. Se non bastasse, la vita metropolitana sarà intessuta di realtà itineranti: ecco, quindi, che molti gruppi musicali saliranno sui vagoni per rendere più piacevoli le giornate di chi viaggia, suonando all’interno di alcune stazioni della metro e su brevi tratte delle Ferrovie Nord. E, ancora, per chi non sapesse cos’è o non lo avesse mai fatto, l’invito è comunque valido: partecipate numerosi alla travolgente esperienza di seguire una marching band (tra i nomi in cartellone, Nema problema, i Contrabbanda e i Dirty Dixie Jazz Band), che accompagnerà i passanti per strade, parchi o piazze senza fermarsi mai.

Altro punto forte di questa edizione di MITOFringe è la volontà di valorizzare alcune zone periferiche di Milano, solitamente trascurate dai grandi eventi culturali – grazie alla partecipazione delle biblioteche rionali di Gratosoglio, Baggio, Affori e Chiesa Rossa. Altrettanto valida l’idea di portare un pezzetto di festival all’interno dell’Ospedale Niguarda – con concerti per soli degenti.

Molto forte l’intento divulgativo di questa esperienza, al di là del brio e del coinvolgimento estemporaneo: ogni mercoledì, alle 17.30, giovani musicologi prepareranno il pubblico all’ascolto dei concerti del programma autunnale di MITO SettembreMusica. Il progetto Educational è portato avanti in collaborazione con il Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano e con il dipartimento dei Beni culturali e Musicologia dell’Università degli Studi.

Il consiglio è quello di trovare il tempo per assaporare queste esperienze, preziose per un città moderna e culturalmente attiva come Milano. Soprattutto coloro che lavorano a ritmi serrati dovrebbero concedersi qualche domenica all’aperto per godersi, oltre all’inizio della bella stagione, i tanti appuntamenti di un festival spumeggiante.

MITOFringe – Milano
da mercoledì 6 giugno a sabato 7 luglio
Per il programma completo con date, luoghi, orari e brani eseguiti, consultare il sito www.mitofringe.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.