Il teatro diviso

Uno spettacolo comico che fa riflettere sulla condizione del teatro e della cultura in generale. È Muratori al Teatro Quirinetta di Roma.

Un teatro abbandonato e decadente fa da location a Muratori, lo spettacolo di Edoardo Erba con la regia di Massimo Venturiello, in scena al Teatro Quirinetta di Roma. Sul palco (ma anche in platea) due muratori, Fiore e Germano, lavorano per alzare un muro che menomerà la sala teatrale per dare spazio al magazzino del supermercato adiacente. Si tratta di un abuso che costringe i personaggi a lavorare di notte e possibilmente in silenzio. Non è il solito scempio edilizio, ma un oltraggio al teatro, una ferita alla cultura, un punto a favore dello sfrenato consumismo globalizzato di cui siamo vittime.
Mentre il muro cresce a dividere il palcoscenico, i due muratori – in romanesco – tra divertenti gag e filosofia spiccia parlano di aspirazioni, di concorrenza sleale sul lavoro, di onestà, di amarezze e difficoltà, di famiglia, di donne e amore, di un presente che non va ma che può, anzi deve, migliorare, di speranza in un futuro roseo.
In questo concreto scenario irrompe un’eterea figura femminile, dalle movenze sinuose ed eleganti e dal linguaggio forbito. La donna sembra uscita da un dipinto dell’Ottocento o forse da un sogno: irreale e ammaliatrice, getta nello scompiglio i due muratori, li seduce, li attrae e li respinge. È la protagonista de La signorina Julie di August Strindberg, catapultata su quel palco scempiato da un luogo senza tempo: è lo spirito del teatro che cerca aiuto, che si dispera e che scompare dietro a quel muro di foratini e calce. Quel muro che, nonostante tutto, non arriverà a tappare la sala teatrale e a destinarla all’oblio, perché – come dice Germano, aspettando il ritorno di Giulia – «a me me pare che ogni mattone che metto me s’allontana sempre de più…». Un animo semplice, ma sensibile, che, pur non frequentando la cultura teatrale, ne sente il richiamo e ne percepisce la potente bellezza.

Lo spettacolo continua:
Teatro Quirinetta
via Marco Minghetti, 5 – Roma
fino a domenica 27 maggio
orari: da martedì a sabato ore 21.15, domenica ore 17.15 (lunedì riposo)

Nuova Compagnia di Prosa Nicola Pistoia e Paolo Triestino presenta
Muratori
di Edoardo Erba
regia di Massimo Venturiello
con Lydia Giordano
scene Francesco Montanaro
costumi Sandra Cardini
musiche Ennio Rega
disegno luci Marco Laudando

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.