teatro-duse-roma-80x80Al Duse di Roma va in scena il Natale dei potenti: una storia immaginaria ma molto verosimile che ridicolizza con spirito sovversivo i vizi di chi comanda.

Ci sono un Presidente del Consiglio, un Generale e un Cardinale. La scena ricalca lo schema di una barzelletta, e non è un caso: Natale alla Maison vuole infatti ridere, giocare con i suoi personaggi, trascinarli alla deriva dei loro peggiori istinti con intenzioni apparentemente affatto serie. Per farlo, sceglie una situazione surreale ma non troppo: la sera del 24 dicembre un’esondazione del Tevere devasta il centro di Roma, e i tre protagonisti restano intrappolati alla Maison, la lussuosa casa di appuntamenti di cui sono assidui frequentatori. Si trovano dunque costretti a trascorrere la santa notte lontani dai loro doveri istituzionali e vicini, vicinissimi alle donne scelte per il loro piacere: la sadomaso per il Cardinale, la sciocca per il Generale e la maîtresse per il Presidente. Ce n’è però una quarta, la nuova arrivata, colta e impacciata, che viene democraticamente messa al servizio di tutti. Proprio in lei si cela la chiave per comprendere che le cose non sono come sembrano, e che nell’apparente casualità della circostanza  si sta realizzando un piano rivoluzionario ben congegnato.

La storia è l’occasione per riflettere sullo squallore e il privilegio stantio che troppo spesso caratterizzano la classe dirigente del nostro Paese: per questo suscita un divertimento intenso ma acre, e i toni leggeri sfumano in un finale cruento che ogni cittadino onesto ha immaginato almeno una volta nella vita.

Lo spettacolo funziona grazie a un cast giovane e a una recitazione spensierata e antiaccademica, che sa trasformare i personaggi in buffe ed esasperanti caricature di loro stessi. La semplicità dell’allestimento e la scenografia resa efficace da un bel contrasto di rosso e bianco – nel mobilio e nei tendaggi – danno il tocco finale all’opera, che regala momenti di piacevole leggerezza ma anche ore successive di pensieri pesanti sulle condizioni della nostra società e sulla prospettiva di una rivoluzione politica reale e possibile.

Lo spettacolo continua:
Teatro Duse

via Crema, 8 – Roma
fino a domenica 2 gennaio
orari: da giovedì a sabato ore 21.00, domenica ore 18.00
(durata 1 ora e dieci senza intervallo)

Natale alla Maison
di Simone Fraschetti
regia Simone Fraschetti
con Andrea Cannucciari, Maria Rita Cardella, Alessia D’Anna, Aurora Deiana, Carlo Di Clemente, Irene Fiasconaro, Simone Fraschetti
voci off Marco Capodieci, Giorgio Crimi
aiuto regia Pamela Adinolfi
audio e luci Francesco Morabito
foto di scena Fabio Barbati
lingua italiana dei segni Michela Ortolani

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.