Viaggiare tra le note del miglior jazz

Grandi ospiti internazionali regalano, nel cuore di Roma, una serie di concerti tra la migliore tradizione jazz e le sonorità latino-americane.

Gli amanti e i veri appassionati del jazz sanno che a Roma è uno il posto magico da frequentare, la casa che da molto tempo accoglie al suo interno alcuni tra i più grandi protagonisti della scena jazz contemporanea; si tratta di un’istituzione vera e propria, un locale di grande classe riconosciuto a livello nazionale ed europeo per gli spettacoli che caratterizzano le varie serate. Ci stiamo riferendo all’Alexanderplatz Jazz Club, alcova di chi ricerca ancora musica sofisticata e di grande qualità nella capitale; come dicevo, gli ospiti dell’Alexanderplatz sono musicisti di indiscusso riconoscimento internazionale, e così d’altronde è stato per i concerti andati in scena in queste sere, da giovedì 27 marzo a sabato 29. Sul piccolo ma tanto ambito e sospirato palco dell’Alexanderplatz, tre serate magnifiche hanno registrato il tutto esaurito tra i tavolini del locale; il quintetto d’eccezione composto dal cantante e chitarrista Mark Lambert, dal pianista Vana Gierig, dall’istrionico sassofonista Michael Rosen, dal bassista Alfredo Paixao e dal batterista Jimmy Duchowny ha regalato, nell’ultima esecuzione delle tre serate in programma, un viaggio tra alcuni grandi classici del genere jazz, eseguiti manifestando la varietà di provenienze e sensibilità dei cinque musicisti. La fanno da padrone le sonorità latine, ispirate alla tradizione sudamericana, che sono l’apporto decisivo del pianista Vana Gierig, noto per la vicinanza alla tradizione carnevalistica brasiliana; anche Mark Lambert non è certo nuovo a queste atmosfere, mentre Paixao è il membro di origine effettivamente brasiliane. In altre parole, ci sono stati tutti gli ingredienti per una serata a suo modo esotica e sognante, contornata dall’aura meravigliosa e affascinante di Rio. Non a caso, lo spettacolo è stato intitolato New York to Rio, e nel titolo si riassumono le due grandi prospettive che hanno garantito all’articolazione del concerto un’ampiezza e una varietà molto stimolante.
Inutile aggiungere che il livello dei cinque è vertiginoso: ogni assolo di ogni singolo componente è un momento imperdibile di virtuosismo, dai momenti più morbidi e poetici, a quelli più potentemente ritmici e sfrenati; un concerto completo, partecipe il luogo magico e d’atmosfera che rende ogni nota un tuffo in un passato mitico, e in un luogo oltreoceano carico di poesia.

Il concerto è andato in scena:
Alexanderplatz Jazz Club
via Ostia, 9 – Roma
giovedì 27, venerdì 28, sabato 29 marzo, ore 22.30

Vana Gierig e Mark Lambert intro
New York to Rio
Mark Lambert (chitarra, voce)
Vana Gierig (piano)
Alfredo Paixao (basso)
Michael Rosen (sax)
Jimmy Duchowny (batteria)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.