Demoni urbani

Al festival MilanOltre 2013, il Ballet National de Marseille mette in scena le inquietudine delle moderne tribù urbane

Pensa a tutto lui: Emanuel Gat è coreografo di Organizing Demons (alla prima italiana per MilanOltre 2013), ma anche curatore delle musiche, delle luci e dei costumi. A dire il vero non resta molto altro da fare. Il suo spettacolo, o meglio la sua coreografia, che dura soltanto una mezz’ora, non ha scena. Il fondo nero del palcoscenico e qualche effetto di luce bastano ai sei danzatori per raccontare i fantasmi che si agitano tra i giovani, alternando movimenti lenti e improvvise accelerazioni. A volte la musica tace: sono i momenti più belli (a volte invece la musica risulta troppo retorica e ridondante), tutto è affidato alla fluidità dell’ensemble. Ai danzatori non sono richieste doti acrobatiche: piuttosto una perfetta coordinazione. L’effetto è piacevole, il senso della continuità è garantito. Non ci sono attimi di particolare pathos, se non nel gesto finale della danzatrice che chiude il balletto. Ma l’insieme è riuscito, piacevole e scorre via senza pause o noia.

Lo spettacolo è andato in scena nell’ambito di MilanOltre 2013
Teatro Elfo Puccini Sala Shakespeare
corso Buenos Aires, 33 – Milano
venerdì 4 ottobre, ore 20.00

Organizing Demons
Ballet National de Marseille
coreografia di Emanuel Gat
assistente alla coreografia Michael Löhr
musica, luci, costumi di Emanuel Gat
(durata mezz’ora)

Il festival continua:
MilanOltre 2013
fino al 13 ottobre

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.