Tre cuori in affitto

Al Teatro Argot Studio fino al 1 novembre è in scena Per un istante, uno spettacolo scritto e interpretato da Michele Cesari, Marco Palange e Gian Piero Rotoli. Amore e amicizia tra pareti domestiche condivise.

Luca, Stefano e Pierfilippo condividono lo stesso appartamento e nelle ore trascorse insieme a casa, tra una partita alla playstation e l’altra, incentrano i loro discorsi sull’amore.
Luca è un consulente finanziario maniaco dell’ordine, che, da quando è stato lasciato da Martina, cova solo rabbia nei suoi confronti. Geloso all’ennesima potenza, crea un falso profilo su facebook per continuare a parlare con la sua ex.
Stefano è un critico spietato, che si innamora di una cantante-attrice precedentemente stroncata in una recensione. Dopo un’intervista perde la testa per lei e ri-conquistarla diventa la sua ragione di vita.
Pierfilippo, fisioterapista, è invece innamorato da otto anni della stessa donna, ma negli ultimi tempi il rapporto con Sara segue solo il filo dell’abitudine: è forse giunto il momento di convolare a nozze?
Niente discorsi sulle bollette da pagare, piatti sporchi da lavare e classiche discussioni tra coinquilini, ma l’amore, con le sue sfaccettature, come unico argomento, analizzato anche attraverso una sintetica spiegazione vocale inserita a ogni cambio scena.
Ben visibile l’intesa dei tre attori, amici anche nella vita; simpatici, e ben caratterizzati, i loro personaggi si spostano con disinvoltura in quell’appartamento arredato con semplicità. Così un tavolo, alcune sedie, un divano e i secchi per la differenziata, diventano gli unici testimoni dei loro turbamenti, delle loro inquietudini e di quelle follie che si fanno solo quando il cuore sente un forte richiamo.
Delle tre donne di cui si parla nessuna reale presenza sulla scena, per cui il punto di vista di ogni storia appartiene unicamente al personaggio che lo spettatore segue con empatia. Ci sono, infatti, molte situazioni che al di fuori del palcoscenico tanti hanno provato e che l’amicizia, valore oltremodo osannano nella pièce, ha sostenuto e incoraggiato, seppur versando lacrime e sudore, come quello che permea i corpi dei tre singolari attori a fine spettacolo.
La piccola sala del teatro Argot Studio, dove lo spettacolo resterà in scena fino a domenica 1 novembre, è gremita, le risate coprono spesso gli applausi e Per un istante si dimentica tutto, anche che fuori piove.

Lo spettacolo continua:
Teatro Argot Studio
via Natale del Grande, 27 – Roma
fino a domenica 1 novembre
orari: da martedì a sabato ore 21.00, domenica ore 17.30
(durata 1 h e 20 minuti circa senza intervallo)

Sycamore T Company presenta
Per un istante
da un’idea di Gian Piero Rotoli
di Michele Cesari, Marco Palange, Gian Piero Rotoli
con Michele Cesari, Marco Palange, Gian Piero Rotoli
luci Paolo Meglio
foto di scena Manuela Giusto
direzione scenica Alessandro Averone, Emanuela Liverani.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.