Superare i confini

Da 2 al 6 settembre cinque giorni di eventi e spettacoli, dal 31 agosto all’11 settembre due workshop da frequentare online o in presenza: organizzato con la direzione artistica di Instabili Vaganti, in collaborazione con Mismaonda e con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, il Comune di Bologna e la Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna, il Festival Internazionale sulle arti performative PerformAzioni torna a offrire un’occasione di ripensamento delle arti teatrali dedicando la propria nona edizione a come Superare i confini di «genere, geografici, stilistici, culturali, con particolare attenzione al rapporto tra PERFORMANCE ART e PERFORMING ARTS».

In tempi in cui il dibattito politico-culturale continua a polarizzarsi strumentalmente sull’opposizione frontale, Festival Internazionale sulle arti performative PerformAzioni rappresenta un tentativo di lavorare sul confronto, sui contenuti e sul dialogo combinando partecipazione dal vivo e partecipazione a distanza e coinvolgendo artisti locali con artisti da ogni parte del mondo nella produzione di «performance e contributi di pensiero originali, alcuni dei quali creati appositamente per il Festival».

Il 2 settembre, ad aprire il programma, sarà Beyond the screen, un evento online durante il quale verranno presentate le video performance allestite a distanza durante il periodo di confinamento. Il giorno successivo, presso l’Oratorio san Filippo Neri, la nostra Simona Maria Frigerio e Anna Maria Monteverdi presenteranno The Global City – In viaggio nella città globale di Instabili Vaganti, edito da Cue Press, e Leggere uno spettacolo multimediale – La nuova scena tra video mapping, interaction design e Intelligenza Artificiale, edito da Dino Audino editore.

Il 4 settembre, la compagnia degli Instabili Vaganti presenterà il «nuovissimo progetto internazionale di condivisione artistica Beyond Borders, nato durante la fase di lockdown al fine di mantenere attivo il dialogo tra artisti di differenti paesi», mentre il 5 sarà la volta di  Francesca Fini con Blind, «un lavoro che materializza il processo virtuale nel corpo dell’artista, che diventa mediatore di un’esperienza immersiva e sinestetica sul colore».

A chiusura del festival si terrà il Forum internazionale on line Beyond Borders, «un incontro internazionale per Superare i confini imposti dalla pandemia e continuare a confrontarsi con artisti, operatori, ricercatori e studiosi da ogni parte del mondo, attorno ai temi che hanno alimentato le discussioni internazionali sul teatro e l’arte in generale in questi ultimi mesi. Un confronto globale su strategie, progetti, nuovi linguaggi e formati per continuare a creare e collaborare a livello internazionale ai tempi del Covid-19». Moderato da Jesus Quintero, sarà possibile partecipare all’evento con un proprio contributo facendo richiesta email a comunicazione@instabilivaganti.com.

Ricordiamo, infine, che, grazie all’intervento della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, sono previste borse di studio dedicate ai giovani del territorio per la frequenza gratuita ai due workshop (informazioni a workshop@instabilivaganti.com) e che tutti gli eventi sono a ingresso gratuito, fino a esaurimento posti (prenotazione a oratoriosanfilipponeri@mismaonda.eu).

La situazione di emergenza diventa dunque, come dovrebbe essere essere per chi fa teoria e prassi della creazione artistica, occasione per provocare «la capacità degli artisti di trovare nuovi linguaggi, soluzioni, strategie per affrontare il cambiamento […] di trasformare la necessità in un’opportunità, dando vita ad un programma fluido, in cui i confini tra le arti si mescolano e soprattutto quelli geografici si dissolvono».

PerformAzioni International Workshop Festival IX Edizione 
SUPERARE I CONFINI
3 – 11 settembre 2020
LABOratorio San Filippo Neri | LIV Performing Arts Centre, Bologna
Direzione artistica Instabili Vaganti

2 Settembre – ore 19.00
Beyond the screen
PERFORMANCE IN VIDEO
artisti coinvolti Anna Dora Dorno, Nicola Pianzola, Mariafrancesca Stancapiano, Riccardo Nanni, (Italia), Sun Young Park (Corea del sud), Cecilia Seaward (USA), Fatih Genckal (Turchia), Danial Kheirkhah e Ali Shams (Iran), Anuradha Venkataraman (India), Juliana Spinola (Brasile), Nigar Hasib e Shamal Amin ( Kurdistan/Austria)

3 Settembre – ore 19.00
The Global City e Leggere uno spettacolo multimediale
incontro di presentazione dei libri di Simona Maria Frigerio e Anna Maria Monteverdi
con Simona Maria Frigerio, Anna Maria Monteverdi, Anna Dora Dorno, Nicola Pianzola, Enrico Piergiacomi

4 Settembre – ore 20.30
Lockdown Memory – Fase 1
DOCU – PERFORMANCE DI INSTABILI VAGANTI
regia Anna Dora Dorno
drammaturgia Anna Dora Dorno, Nicola Pianzola
performer Anna Dora Dorno, Nicola Pianzola
performer in video Sun Young Park (Corea del sud), Cecilia Seaward (USA), Fatih Genckal (Turchia), Danial Kheirkhah (Iran), Anuradha Venkataraman (India), Jesus Quintero (USA), Juliana Spinola (Brasile), Jialan Cai (Cina), Maham Suahil (Pakistan), Ana Pulido Alvarez (Messico)
produzione Instabili Vaganti

5 Settembre – ore 20.30
Blind
di e con Francesca Fini

6 Settembre – ore 15.00
Beyond Borders
Forum online
Instabili Vaganti in collaborazione con Theatre of Now
modera Jesus Quintero

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.