Una donna e il suo coso

Al Cometa Off di Roma sarà in scena, fino al 20 gennaio, PFF – Trisonata per corpo femminile e pianoforte, scritto e diretto da Valentino Infuso, con Valentina Cidda, che dello spettacolo è protagonista, oltre ad averne composto le musiche originali.

Venire al mondo e conoscere la vita, così si potrebbe sintetizzare PFF – Trisonata per corpo femminile e pianoforte. Quel PFF, che sta per Piano, Forte, Forte, va “pronunciato con la f prolungata, come un lungo sospiro che contiene ogni sfumatura emotiva, dal pianto al sollievo, dalla fatica alla resa, dalla disperazione alla speranza, dall’illusione al disincanto, dalla dolcezza al dolore, dall’inizio alla fine, dalla fine ad un nuovo inizio”.
Lo spettacolo è il perfetto connubio dei “Valentini”, o meglio di Valentino Infuso, ideatore nonché regista della pièce e Valentina Cidda, l’intensa protagonista che sul palco emana anche tutta la sua passione per la musica.
Le musiche originali, infatti, portano la sua firma e l’interpretazione, che l’attrice fa del testo, è unica, dimostrando una versatilità che abbraccia vari campi dell’arte, da quello della recitazione a quello della musica, passando per la danza.
Il suo è un corpo che imprigiona ogni parola del copione, in cui rivivono le stagioni di un’esistenza all’interno di un’opera composta da “tre sonate”: “Origini” (del male), “Inferno” e “Guarigioni”.

La nascita con tutte le sue avversità, attraverso la crescita e lo sviluppo del proprio talento, e poi la vergogna dopo una violenza subita da uno zio. Il vero primo amore, che diventa anch’esso violenza e fuga ogni volta da se stessi e da una madre, che per troppo difendere non ha saputo ben educare alla vita. Una madre che, pur presente, soprattutto per esibire il suo frutto, è stata assente sempre, lasciandola sprofondare in un abisso. E poi quel papà, che non c’è.

Protagonista insieme a Valentina Cidda, sul palco, un pianoforte, di quelli eleganti, a coda, che l’attrice fa suo in ogni modo. Da lì tutto nasce e tutto muore. Lo accarezza con tutto il corpo fino a scendere lungo i tasti, per giungere poi strisciando sullo sgabello e suonare i tasti dando la schiena allo strumento e il volto segnato al pubblico.
Il pianoforte per la donna è il suo “coso”, è la sua casa, ci si chiude dentro, si cambia d’abito, una semplice sottana che da bianca – veste candida d’infanzia -, passa a essere nera come la notte, durante le fughe, in cui indossa anche i tacchi, pur essendo abituata ad afferrare tutto con i piedi, perfino i tasti bianchi e neri, con cui fa vibrare anche quell’anima fragile.

Per buona parte del tempo lo spettacolo rapisce per la bravura indiscutibile della Cidda, per i suoi gesti, la padronanza della scena, spesso buia e poi illuminata in modo soft, poi però, quando l’atto sembra essersi concluso, cambia il registro. Fumo in sala, pianoforte ancor più protagonista e l’attrice in versione dark-rock si esibisce in un concerto in cui, nuovamente rivive tutta la sua storia, ma non più in modo poetico. Le accuse a quella madre, che vorrebbe ammazzare, sono forti, si chiede dove fosse quando ne sentiva il bisogno e poi “La cantata delle sette marionette”. Un brano infinito, elenco di tutti gli uomini, che definisce “pletora di epigoni” avuti dopo quel “fidanzatino”.

Improvvisamente si ha l’impressione di essere finiti in un incubo, il senso dello spettacolo complesso e oltremodo coraggioso, si perde per la durata eccessiva e per il mutamento brusco con cui procede, per giungere a un finale sofferto, vera nota stonata di questa
PFF – Trisonata per corpo femminile e pianoforte, che ha debuttato in prima nazionale a Roma al Cometa Off lo scorso 15 gennaio e dove è rimasto  in scena fino a domenica 20, per poi andare in tournée fino a maggio 2019.

Lo spettacolo continua:
Teatro Cometa Off
via Luca della Robbia, 47 – Roma
orari: da martedì a sabato 20.30, domenica 18.00
fino a domenica 20 gennaio
(durata 1 h e 45 minuti senza intervallo)
Teatro Sperimentale
Ancona – 3 febbraio, ore 20.30
Officine caos
Torino – 16 febbraio, ore 21.00
Modus
Verona – 3 e 4 marzo, ore 20.30
Teatro delle spiagge
Firenze – 8 marzo, ore 21.00
Ateliersi
Bologna – 6 e 7 aprile, sabato ore 21.00 e domenica ore 18.00
Nuovo teatro nuovo
Napoli – 10 e 11 maggio, ore 21.00
Elfo-Puccini, Sala Bausch
Milano – 28/30 maggio, ore 20.00

PFF – Trisonata per corpo femminile e pianoforte
di Valentino Infuso
regia Valentino Infuso
con Valentina Cidda
musiche originali Valentina Cidda
luci Giovanni Monzitta
ufficio stampa Maya Amenduni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.