Corpo & Cultura # Roma 2015 – L’archivio delle cose che passano

attraversamenti-multipli-2015Al via la quindicesima edizione di Attraversamenti Multipli, festival di teatro, danza, performance, musica, street art e comics che anche quest’anno cerca di proporre un’alternativa culturale al margine della scena tradizionale (e tradizionalista) della Capitale.

Nonostante i capricci del tempo, giovedì 1 ottobre, l’area pedonale del Pigneto, da poco riqualificata dalle ruspe del comune e ridefinita dai suoi nuovi abitanti della new gentry, ha fatto da cornice a una serie di eventi a dir poco inconsueti. Due quelli di questa prima giornata, entrambi rigorosamente site specific e in linea con le intenzioni di un festival, che anche quest’anno si «interroga su come soggetti / oggetti diversi – artisti, opere, spazi, sguardi, pubblici – incontrandosi e combinandosi tra loro, possano trovare delle nuove Zone di contatto tra loro e creare delle relazioni imprevedibili e delle traiettorie inaspettate».

Ad aprire le danze è il duo indipendente C&C company composto da Chiara Taviani e Carlo Massari, che mettono in scena nella piccola aula studio della Biblioteca Goffredo Mameli Corpo e Cultura#Roma, una performance di teatro fisico e danza dallo scheletro antico (replica da ben cinque anni), ma dalla pelle sempre nuova. Partendo da un lavoro sul territorio, tra interviste e prove aperte, sono andati alla ricerca di un’identità, una geografia umana delle comunità locali in cui si trovano a operare, il Pignato nel caso specifico. Gli artisti si sono lasciati attraversare dalle storie del quartiere, dai suoi fasti Pasoliniani e dagli infausti giorni odierni, lasciando che fossero proprio i suoi abitanti a rispondere (attraverso un video proiettato sullo sfondo di una coreografia dalle tinte ironiche, dunque con le proprie parole) alla domanda sul «chi siamo».

Se all’interno si usava – anche se non esclusivamente – il verbo, all’esterno erano i gesti a farla da padrone. Lungo la nuovissima via pedonale, infatti, è stata performata l’idea di Salvo Lombardo, Casual bystanders_L’archivio delle cose che passano. Tra le sferzate temporalesche e quelle verbali dei passanti, i partecipanti al workshop tenutosi la settimana precedente si sono immessi nel flusso della movida romana, andando a raccoglierne i movimenti. Con una durata iniziale di un’ora a loop, poi ridotta per problemi tecnici e metereologici, i nove danzatori si sono fatti custodi di tutti quei piccoli gesti che ognuno di noi si lascia dietro per poi ricomporli in una coreografia finale basata, dunque, sull’ascolto e sulla percezione delle casualità altrui. La performance, come recita la descrizione dell’artista, «è un estratto del più ampio progetto Casual bystanders che si articola in un ciclo di azioni performative finalizzate alla ricomposizione di narrazioni collettive a partire dall’osservazione e dall’acquisizione di dati fisici e “storici” dedotti dall’ambiente che li ha generati», ovvero un work in progress da attendere al varco nella sua completezza per una più articolata valutazione.

La programmazione dell’edizione 2015 di Attraversamenti Multipli, di cui Persinsala è mediapartner, potrà contare anche sulla grande novità rispetto alle edizioni precedenti, l’interazione con Contact Zones performing arts in urban spaces, progetto internazionale supportato dal programma Europa Creativa 2015-2016 dell’Unione Europea, ideato e coordinato da Margine Operativo.

Nonostante le avversità iniziali, il festival, che durerà fino all’11 ottobre, ha avuto da subito una buona risposta dallo stoico pubblico e, a giudicare dal programma, visionabile sul sito ufficiale, non mancheranno altre belle occasioni per i meteoropatici.

Gli eventi e le performance sono andate in scena all’interno di
Attraversamenti Multipli – Zone di Contatto

teatro – danza – performance – musica – fumetti – street art
organizzato dal gruppo artistico Margine Operativo
direzione artistica di Alessandra Ferraro e Pako Graziani
realizzato con il sostegno di Roma Capitale Assessorato alla Cultura
con il contributo del programma dell’ Unione Europea Creative Europe

giovedì 1 ottobre
Biblioteca Goffredo Mameli
via del Pigneto 22 (isola pedonale)
18.30 e 20
Corpo & Cultura # Roma 2015 – spettacolo per una biblioteca
di e con C&C Company
Chiara Taviani e Carlo Massari
partner U.O.T., Residenza Idra, Spazio Off

performance | danza + teatro fisico
durata ’45

Isola pedonale
dalle 18 alle 22 a intermittenza
Casual bystanders_L’archivio delle cose che passano
Salvo Lombardo
performance | danza + teatro fisico

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.