Il Pim-Off: uno spazio inaugurato da pochi mesi nella periferia milanese, offre un calendario ricco di suggestioni contemporanee e appuntamenti internazionali.

Il Pim-Off sorprende. Dal prossimo weekend e fino a luglio proporrà una serie di spettacoli con compagnie teatrali e di danza tra le più interessanti e innovative della scena italiana e non solo. Perché questo spazio è insieme teatro e residenza, ossia un luogo aperto alle esperienze e agli artisti che si vogliono formare e confrontare, dialogando fra loro e con il pubblico – che potrà seguire non solamente lo spettacolo finito ma anche gli studi, ossia quelle forme intermedie che hanno in sé (proprio perché ancora fluide) una incredibile vitalità. Il panorama che si apre agli occhi dello spettatore è davvero vasto e difficile da sintetizzare in poche righe. Solo qualche suggerimento – qua e là.

Innanzi tutto il progetto Carta Bianca con Ricci/Forte, i ragazzi terribili della drammaturgia italiana che a maggio, per due settimane, inviteranno una serie di artisti per presentare al pubblico esperienze e modi di vedere la teatralità sicuramente diversi da quelli ai quali siamo abituati. Sempre in primavera, un’altra compagnia alla quale siamo particolarmente affezionati, l’Accademia degli Artefatti – che a Milano abbiamo avuto il piacere di apprezzare in otto pezzi tratti dal ciclo Spara, trova il tesoro e ripeti di Mark Ravenhill – porterà in scena My arm e Progetto Reverse: due appuntamenti sicuramente da non perdere.Spulciando nel programma, si nota anche la partecipazione del Pim-Off a MilanOltre, il Festival che tutti gli anni propone alcune tra le performance di teatro-danza più interessanti della stagione milanese.

Mentre, per gli amanti della pittura, alcuni spettacoli si ispirano direttamente a grandi artisti del passato, come Giorgione e Goya. Anagoor pone al centro della propria ispirazione il maestro di Castelfranco Veneto per proporre, a ottobre,  Tempesta e Rivelazione – Sette meditazioni intorno a Giorgione. Mentre il gruppo di ricerca Opera presenterà Sonno – [prova aperta nella creazione di], che mette a confronto il mondo bidimensionale e mostruoso di Francisco Goya e quello tridimensionale e magico di una tra le tragedie più nere di Shakespeare, il Macbeth. E l’universo di Goya è anche il fulcro del lavoro sulla percezione sensoriale, Il fascino dell’idiozia, per la regia di Luana Gramegna e del progetto P.S. Martina La Ragione, dove il coreografo e regista Simone Sandroni propone una serie di ritratti molto umani – come quelli dell’artista aragonese – disegnati nello spazio per raccontare il vissuto e il carattere di ogni singolo danzatore. E ancora, per la danza, rivedremo al performer ungherese Csilla Nagy con more than THREE EPISODES e Studio.

Ma la lista degli spettacoli è lunga e complessa, alcuni generi sono troppo difficili da definire perché i progetti hanno la qualità di mantenersi in delicato equilibrio tra danza, teatro, arti visive e performative: sulla carta sbiadiscono a semplici descrizioni didattiche. L’unica suggestione è provare a viverli.


Stagione 2010 – 2011

Pim-Off

Via Selvanesco 75 – Milano
info@pimoff.it
www.pimoff.it

25 – 26 settembre
TEATROFFICINA ZEROGRAMMI
Zerogrammi

1 – 3 ottobre
Mappugghje. Seconda Variazione

8 – 9 ottobre
STUMENTI UMANI
Emotical Icon Show

17 ottobre
MILANOLTRE XXIV edizione

Sezione Vetrina Italia

24 – 25 ottobre
ANAGOOR 
Tempesta

30 ottobre
Rivelazione

31 ottobre
ABBONDANZA/BERTONI 
Try

1° novembre 
I tre sciocchi

6 – 7 novembre
OPERA 
Limite

13 novembre 
Sonno [prova aperta nella creazione di]

20 – 21 novembre
GRUPPO NANOU
Sport
[studio per]

27 – 28 novembre
MUTA IMAGO
Displace #1. La rabbia rossa

3 – 6 dicembre
FIBRE PARALLELE
Furie de sanghe

11 / 12 dicembre 
IV
[primo studio]

17 dicembre
CSILLA NAGY
more than THREE EPISODES

21 dicembre 
Studio

15 – 16 gennaio 2011
ZACHES TEATRO
Faustus! Faustus!

22 – 23 gennaio 
Il fascino dell’idiozia

28 – 30 gennaio 
Mal bianco

3 – 7 febbraio
ANIMANERA
Crisis

19 – 20 febbraio
SANTASANGRE
Seigradi
– Concerto per voce e musiche sintetiche

26 – 27 febbraio
GARTEN 
Time for talk is over

6 – 7 marzo
DEJA DONNE 
P.S. Martina La Ragione

11 – 12 marzo
CODICE IVAN 
Pink, Me & the Roses

20 marzo 
Gmgs
[studio]

25 – 27 marzo
PIM SPAZIO SCENICO
La signora è fuori

2 – 3 aprile
ACCADEMIA DEGLI ARTEFATTI 
My arm

9 – 10 aprile 
Progetto Reverse

14 – 18 aprile
ANIMANERA
Piombo

20 – 21 aprile
AMBRA SENATORE
Passo

29 aprile
STEFANO QUESTORIO
Le Cose

30 aprile 
The Angelic Conversation

30 aprile
VALENTINA SORDO
Stop… and go

6 – 8 maggio
ROBABRAMATA
Cambio programma

9 – 22 maggio
RICCI/FORTE
Carta bianca

28 – 29 maggio
CONTAINER
Girls Girls Girls

4 – 5 giugno 
Paesaggio di una battaglia

11 – 12 giugno
kERAMIk PAPIER / ANNIKA PANNITTO 
West/Mirage

e Nord/Streamer

25 – 26 giugno
MALI WEIL
Che il nemico non duri

9 – 10 luglio
BLEACH BLONDE
Ero nuda e mi avete vestita

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.