Torna, dal 9 giugno al 3 luglio, Teatri di Confine, interessante appuntamento estivo con l’arte scenica, prodotto dall’Associazione Teatrale Pistoiese e Fondazione Toscana Spettacolo.

Piccola città, ma con una vivace offerta culturale, Pistoia apre i suoi spazi – per il terzo anno consecutivo – al teatro contemporaneo e alla danza d’autore. Teatri di confine presenta infatti, nei mesi di giugno e luglio, quattro appuntamenti dedicati alla ricerca drammaturgica e stilistica, insieme a occasioni d’incontro tra il pubblico e gli artisti (presso l’Ethnic Bar, a Villa di Scornio, e alla Caffetteria de Il Funaro).

La rassegna parte con Gli Omini – la Compagnia di Montale (in provincia di Pistoia), formata da quattro menti instancabili e innovative. Martedì 9 e mercoledì 10 giugno (alle 21.30), a Villa di Scornio, sarà presentato il loro fortunato spettacolo La Famiglia Campione, originale e agrodolce condensato di ironia, dialetto toscano e sarcasmo; specchio questo, almeno per un attimo, della nostra storia personale.

Mercoledì 17 giugno la manifestazione si sposta a Il Funaro Centro Culturale, interessante ex fabbrica di funi, da anni “centro di gravità permanente” teatrale. La serata si snoderà su tre esibizioni di danza contemporanea: Strascichi, progetto e interpretazione di Irene Russolillo; M1 e poi 2 e poi 3 di Gianluca Girolami; Boléro di Cristina Rizzo, sulle note del balletto più celebre di Ravel, con la partecipazione di giovani allievi selezionati tramite un workshop formativo e provenienti dalle scuole Mabellini di Pistoia, Daedalus di Pescia, New Ballet School di Agliana, Dance Style Academy di Monsummano Terme.

Dalla danza si torna al teatro, o meglio a Villa di Scornio, lunedì 29 giugno (sempre alle 21.30) con Saverio La Ruina, interprete di classe, che regalerà al pubblico lo spettacolo Italianesi. La performance materializza, attraverso un monologo, la tragedia – avvenuta senza clamore – di migliaia di famiglie italiane malviste dal regime comunista e internate per anni in un campo di concentramento albanese. Un faro su una vicenda appena sfiorata dai media, sicuramente trattata da un attore coinvolgente.

Teatri di confine si conclude venerdì 3 luglio (alle 21.30) con una seconda esplorazione nei territori della danza contemporanea. Sempre a Villa Di Scornio, la coreografa Marina Giovannini presenterà Meditation on Beauty n.1 – Meditation on Beauty n.2, lavoro che si ispira alla vita e all’arte di Nina Simone e Maya Daren, due figure femminili che tuttora influenzano gusti e costumi. Il linguaggio verbale diverrà qui il mezzo per comporre una riflessione visuale sulla bellezza (interiore ed esteriore) e i suoi contrari.

Gli spettacoli andranno in scena:
Pistoia – in varie location

9 giugno – 3 luglio

Rassegna di danza e teatro Teatri di confine
cartellone 2015

martedì 9 e mercoledì 10 giugno
Villa Di Scornio, ore 21.30
Compagnia Gli Omini presenta: La Famiglia Campione

mercoledì 17 giugno
Il Funaro Centro Culturale, dalle ore 21.30
Irene Russolillo presenta: Strascichi
Gianluca Girolami presenta: M1 e poi 2 e poi 3
Cristina Rizzo presenta: Boléro

lunedì 29 giugno
Villa Di Scornio, ore 21.30
Saverio La Ruina presenta: Italianesi

venerdì 3 luglio
Villa di Scornio, ore 21.30
Marina Giovannini presenta: Meditation on Beauty 1 – Meditation on Beauty 2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.