Eros e Thanatos for dummies

Staging Europa apre la propria finestra sulla Spagna da Barcellona, cuore della caldissima Catalogna. In prima assoluta al Teatre Tantarantana, è andato in scena il poetico Pols d’estrelles o de com la Nawal va decidir venir al món di Cia Mercè Framis Teatre d’Ombres, compagnia specializzata in teatro e ombre cinesi .

Abstract Castellano

Poesía e imaginación al servicio de temas radicales, como la vida y la muerte. En estrena absoluta en el Teatre Tantarantana, la compañía Cia Mercè Framis Teatre d’Ombres lleva al escenario Pols d’estrelles o de la Nawal va decidir venir al món, un espectáculo de gran dominio técnico y conciencia artística.

[riduci]

Esiste una matrice comune che lega organico e inorganico nell’intero universo. Teorie recenti la identificano nell’origine stessa di ogni cosa, in una primordiale grande esplosione astrale da cui poi, attraverso complessi meccanismi di espansione e contrazione, la materia e l’energia avrebbero iniziato a restituire ogni forma particellare micro e macroscopica.

Dire che siamo polvere di stelle significa allora partire dal presupposto virtuoso secondo il quale la storia dell’evoluzione umana è contenuta in quella cosmica e ne è in qualche modo riflesso. E, dunque, di conseguenza affermare con forza la responsabilità della prima nei confronti della seconda, seppur nella scala più ridotta del nostro Pianeta, evitando di cadere nella trappola dell’antropocene.

Muovendo da e verso questi nobili intenzioni, la compagnia Cia Mercè Framis Teatre d’Ombres può a buon diritto dire «che veniamo dalle stelle, che siamo polvere di stelle» e raccontare «la storia di come Nawal decise di nascere» quale stimolo paradigmatico dai cinque anni a salire.

Pols d’estrelles o de com la Nawal va decidir venir al món è un viaggio fantastico che attraversa la meraviglia dei bambini in sala e va alla ricerca di domande esistenziali che chiunque, più o meno consapevolmente, inizia a porsi fin dal tenere età e che, più o meno consapevolmente, si porta dietro anche da adulto: «dove ero prima di nascere? Dove va quando muore una persona?».

Voce narrante e corpo performante sono di Mercè Framis, unica attrice che, utilizzando tecniche miste in un discorso artistico omogeneo, alterna i diversi contesti del racconto per proporre al giovane pubblico i delicati temi di Eros e Thanatos, mentre, su un palco adornato da stracci, la scenografia di fatto è un compromesso tra la casa di questa protagonista e la proiezione delle dinamiche che abitano la vastità del cielo e della terra, con un grande telo centrale che diventa schermo delle ombre delle stelle, della luna e di un mondo di vegetazione e curiosi personaggi.

Pur poetico nell’incedere e perfetto nei ritmi dei cambi di scena, lasceremo in secondo piano lo svolgimento della storia di come Nawal, che viveva in una stella e amava le pesche, decise di venire al mondo. Sottolineeremo, invece, un elemento che appare di importanza decisiva per valutare il senso e l’efficacia di uno spettacolo per bambini, ossia la capacità con cui questa compagnia catalana ha evitato di modellare la pièce su un immaginario adulto e dunque sostanzialmente estraneo.

Lo fa attingendo a tutti gli strumenti messi a disposizione dalla tecnica classica del genere, dalla composizione dal vivo delle scene all’interazione con il pubblico, dall’alternanza di lunghe sequenze a improvvisi imprevisti, allora da un sapiente dosaggio di ironia ed effetti speciali per mantenere labile confine tra sogno e realtà.

Risulta, quindi, particolarmente riuscita e accattivante l’esperienza teatrale proposta da Cia Mercè Framis Teatre d’Ombres che, nell’essersi ispirata a un tema così profondo, ha saputo ottenere una performance poetica per i sensi, fantasiosa per la mente e in grado di coinvolgere il proprio esigente, interessato e coinvolto pubblico attraverso una riuscita fusione di linguaggi, dalla recitazione al gioco di luci, da un uso significante dei rumori all’ombre cinesi, fino alla contaminazione multimediale.

Teatre Tantarantana
Carrer Les Flors, 22 Barcellona

Pols d’estrelles o de com la Nawal va decidir venir al món
companyia Cia Mercè Framis Teatre d’Ombres
Actriu titellaire Mercè Framis
direcció Maria Castillo
música Manel Valls
video Jordi Teixidó
vestuari Cris Valls
durada 55 min
espectacle en català
edat mínima 5 anys

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.