Come ogni anno, a dicembre, si assegnano gli “Oscar” del teatro italiano. Diversi nomi del teatro di ricerca e sperimentale per una premiazione meno “ingessata” e più attenta alle novità.

Lo scorso 10 dicembre (in casuale ma suggestiva concomitanza con la cerimonia dei Nobel), si è svolta al Piccolo Teatro Grassi di Milano l’assegnazione dei prestigiosi Premi Ubu 2012.
L’iniziativa, tenutasi per il secondo anno in assenza del loro ideatore, era curata dall’Associazione Ubu per Franco Quadri.

Ha fatto gli onori di casa un brillante Gioele Dix, coadiuvato da Maria Amelia Monti. Anche quest’anno, la proclamazione è stata preceduta dalla pacifica invasione del palco da parte di un eteroclita brigata, guidata da Oliviero Ponte di Pino, in rappresentanza di Rete critica, il coordinamento di blog e siti che si occupano di critica e informazione teatrale, che ha consegnato a Daniele Timpano per Aldo Morto, il premio da essa istituito, consistente in uno spiritoso ritratto, dipinto dal versatile Renzo Francabandera.

Tornando agli Ubu, il premio allo spettacolo dell’anno è andato a The Coast of Utopia di Tom Stoppard, regia di Marco Tullio Giordana, prodotto dal Teatro Stabile di Torino, Teatro di Roma, Zachar Produzioni.

Il premio alla miglior regia è stato attribuito ad Antonio Latella per Un tram che si chiama desiderio di Tennessee Williams, (Ert-Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro Stabile di Catania).

Allo spiritoso grande cesso di Giù, di Scimone e Sframeli è toccato il premio per la miglior scenografia, attribuito a Lino Fiorito.
Saverio La Ruina, ha incassato l’ennesimo premio Ubu, questa volta come miglior attore, per Italianesi.
Miglior attrice è stata riconosciuta Daria Deflorian, per Reality e L’origine del mondo.
Per Santa Giovanna dei Macelli, a Fausto Russo Alesi (anch’egli già destinatario di un Ubu) è stato assegnato il premio come miglior attore non protagonista.
Migliori attrici non protagoniste, ex aequo, sono risultate Federica Santoro, per L’origine del mondo ed Elisabetta Valgoi, per Un tram che si chiama desiderio
Il premio per un nuovo attore o attrice under 30 è stato attribuito a Lucrezia Guidone e agli attori e alle attrici di Punta Corsara (Mirko Calemme Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Vincenzo Nemolato, Valeria Pollice, Antonio Stornaiuolo, Giovanni Vastarella)
Ancora L’origine del mondo di Lucia Calamaro è stato premiato come nuovo testo italiano o ricerca drammaturgica
Infine i riconoscimenti come nuovo testo straniero e miglior spettacolo straniero presentato in Italia sono andati rispettivamente a The Coast of Utopia di Tom Stoppard e a Richard III da William Shakespeare, regia di Sam Mendes dell Old Vic, BAM – Brooklyn Academy of Music, Neal Street – London).

Da citare infine i seguenti premi speciali, attribuiti per particolari meriti professionali ed artistici, di rilevanza civile, culturale o pedagogica:

  • lo spazio Dom la cupola del Pilastro di Laminarie;
  • il centro culturale Il Funaro di Pistoia;
  • Claudio Morganti;
  • Anatolij Vasil’ev;
  • Eresia della felicità di Marco Martinelli/Teatro delle Albe.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.