Comunicato stampa

Nato con lo scopo di favorire la promozione e diffusione della scrittura teatrale e della lingua italiana, ideato da drammaturghi per i drammaturghi, il Premio Cendic Segesta vuole assicurare ai partecipanti ciò che ogni autore auspica di trovare quando partecipa ad un concorso: un giudizio qualificato; premi concreti, quali allestimento e repliche; attenzione e diffusione continuativa delle opere finaliste; un meccanismo di selezione trasparente e la conoscenza delle valutazioni. Non prevede tasse di partecipazione e nemmeno spese di spedizioni postali, poiché vi si partecipa solo per via telematica.

Il Premio è aperto a tutti gli autori, iscritti o non iscritti al Cendic, ad altre associazioni di autori o alla Siae. L’Edizione 2015 ha come tema il Mito. Delle opere presentate, di cui sarà garantito l’anonimato dal notaio Maria D’Angelo, che ne curerà la ricezione secondo le modalità indicate nel bando, ne saranno selezionate cinque che concorreranno all’assegnazione del premio finale.

Il Premio Cendic-Segesta consiste nell’allestimento e nella rappresentazione dell’opera vincitrice nel 2016 a Segesta, Locri e Roma, a cura del Centro Teatrale Meridionale di Locri.
I cinque finalisti usufruiranno dell’iscrizione gratuita per un anno al Cendic e parteciperanno ognuno ad una giornata di studio dedicata alla propria opera, nell’ambito della Rassegna Il Mito nella Contemporaneità, realizzata dal Teatro Arcobaleno, Centro Stabile del Classico di Roma, con la collaborazione artistica del Cendic (Gennaio – Maggio 2016).

Nella prima fase di selezione la giuria sarà composta per la prima volta da drammaturghi, ovvero dagli autori iscritti al Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea (oltre 200), ed effettuerà una prima valutazione, esprimendo tre preferenze sui testi pervenuti in forma anonima. La graduatoria dei voti ricevuti sarà a disposizione dei partecipanti a partire dal 30 agosto 2015, giorno di proclamazione del testo vincitore.

Le cinque opere prescelte accederanno alla seconda fase in cui una giuria tecnica, composta da Veronica Cruciani, regista, Carmelo Grassi, Presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Marcantonio Lucidi, critico teatrale, Maria Paiato, attrice, Orazio Torrisi, regista e produttore teatrale, coordinata da Maria Letizia Compatangelo, Presidente del Cendic, decreterà il vincitore.

La proclamazione del vincitore del Premio Cendic Segesta, indicato dalla giuria tecnica, si svolgerà il 30 Agosto 2015 a Segesta sotto l’egida del Comune di Calatafimi – Segesta, durante la serata di chiusura del Calatafimi – Segesta Festival Le Dionisiache 2015 e comprenderà la lettura scenica del testo o di brani dello stesso.

Il Teatro di Segesta ospiterà la messa in scena del testo vincitore nell’edizione 2016 del Calatafimi – Segesta Festival Le Dionisiache.

I testi dovranno essere inviati per via telematica entro e non oltre il 30 Giugno 2015.

Ulteriori informazioni sul sito CENDIC

Le date

  • 21 maggio 2015: apertura del bando.
  • 30 giugno 2015: chiusura del bando.
  • 1° luglio 2015: distribuzione dei testi per posta elettronica ai membri del Cendic.
  • 3 agosto 2015: scrutinio delle schede pervenute entro il 1° agosto e proclamazione dei cinque finalisti.
  • 4 agosto 2015: distribuzione dei cinque testi finalisti ai membri della giuria tecnica.
  • 19 agosto 2015: seduta di deliberazione della giuria qualificata e votazione del vincitore.
  • 20 agosto 2015: apertura da parte del notaio D’Angelo delle buste contenenti i nomi dei cinque finalisti.
  • 30 agosto 2015: la serata di premiazione del Premio Cendic Segesta a Calatafimi Segesta.
  • Gennaio – maggio 2016: rassegna Il mito nella contemporaneità, una serata al mese di presentazione dei testi finalisti con giornata di studio al Teatro Arcobaleno – Centro Stabile del Classico di Roma.
  • 2016: Allestimento del testo vincitore del premio Cendic Segesta a Segesta, Locri, Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.