Porgi l’altra guancia

La XVIII edizione del Festival del Teatro medievale e rinascimentale di Anagni ospita Quartiere Caetani 1303 – L’oltraggio dello schiaffo, una ricostruzione – operata su documenti e testimonianze – del celebre episodio che vide protagonista uno dei pontefici più discussi della storia.

Un continente massacrato da guerre, regnanti che si succedono senza posa, giochi di potere che cambiano regole a colpi di editti e bolle: è l’Europa del basso Medioevo, teatro di scene sanguinose e grottesche di cui sovrani e papi sono i protagonisti indiscussi. Un’epoca velata di mistero, dove è spesso difficile tracciare il confine che separa la storia dalla leggenda.

L’incidente dello schiaffo di Anagni si colloca nei pressi di quel confine. Che tutto sia accaduto davvero è un fatto; resta incerto il come, che le cronache riportano in versioni discordanti. È risaputo che papa Bonifacio VIII scatenò le ire del re di Francia Filippo il Bello, contestandogli il diritto di tassare il clero francese e, successivamente, infliggendogli la scomunica. Ed è altrettanto risaputo che, per risolvere la questione, il sovrano inviò i suoi uomini alla residenza papale di Anagni. Ma cosa accadde realmente tra le mura del palazzo? Il papa attese i suoi nemici fieramente seduto sullo scranno, o si finse morto per sfuggire alla cattura? Lo schiaffo fu solo morale o anche fisico? Come avvenne la sua liberazione ad opera dei cittadini?

A questi interrogativi risponde Quartiere Caetani 1303 – L’oltraggio dello schiaffo, lo spettacolo teatrale di Velia Viti che sarà presentato in agosto all’interno del Festival del Teatro medievale e rinascimentale di Anagni. È la seconda tappa di un percorso di approfondimento della figura del pontefice – iniziato lo scorso anno con B – il Papa, l’Eremita e il Bagatto,proposto all’interno della medesima rassegna – che si pone l’ambizioso obiettivo di spogliare il protagonista del manto storiografico che da secoli lo giudica e pregiudica, per osservare gli avvenimenti deputati con sguardo acritico e atemporale.

Sarà proprio il palazzo Bonifacio VIII, dove tutto accadde, a far da cornice alla rappresentazione: un tramite simbolico e concreto che lega insieme il passato e il presente, la verità della storia e la verosimiglianza – non meno eloquente e sincera – dell’arte.

Lo spettacolo è in scena:
Palazzo Bonifacio VIII
via Vittorio Emanuele, 238 – Anagni
mercoledì 24 agosto, ore 18.30
 
The Artifex Company presenta
Quartiere Caetani 1303 – L’oltraggio dello schiaffo
di Velia Viti
regia Velia Viti
con Gianluca Enria, Marco Zordan, Manuel Fiorentini, Eleonora Turco, Serena Ventrella
musiche eseguite da Roberto Ruggeri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.