Il potere del teatro

Al teatro della Cometa Vanessa Gasbarri dirige egregiamente un gruppo di giovani attori in Risiko, uno spettacolo scritto venticinque anni fa da Francesco Apolloni, straordinariamente attuale per un pubblico rigorosamente adulto. In scena fino al 9 aprile.

La spregiudicatezza non conosce età e neanche confini, tanto che uno spettacolo come Risiko – Quell’irrefrenabile voglia di potere, scritto dal geniale Francesco Apolloni e proposto nel 1992 al TodiFestival, risulta oggi più attuale che mai e proprio per questo non è servito ambientarlo ai giorni nostri. Ai tempi della Lira e dei primi telefoni cellulari, un vero status symbol per chi poteva permetterselo, la sete di potere che appartiene ai protagonisti di questa graffiante pièce, infatti, è la medesima.
All’interno di un elegante albergo, ben realizzato sul palcoscenico della Cometa, dove si aprono le diverse stanze che ospitano un gruppetto di giovani rampolli cinici e spietati, si gioca sul serio. Alex (Luigi Pisani), Simone (Antonio Monsellato), Arturo (Andrea Bizzarri) e Claudia (Guenda Goria), si ritrovano così in una delle camere per eleggere il nuovo segretario giovanile in occasione del congresso del loro partito. La conta dei voti varia al variare di telefonate, per lo più influenti, che Claudia appunta con scrupolo mentre si disputa la rituale partita di Risiko. Il gioco fomenta maggiormente tutti i partecipanti, i quali nel frattempo hanno coinvolto nei loro sporchi piani la cameriera Stella (Giulia Rupi) e l’amico d’infanzia Giulio (Tommaso Cardarelli).

Il ritmo della rappresentazione è serrato, gli attori, giovani e bravissimi, si contendono il palco uscendone tutti vincitori, a tal punto che sembra di assistere realmente a una serata in cui droga, sesso e alcool si insinuano tra quei carri armati colorati che affollano il tabellone del Risiko.
Il linguaggio è forte, senza censura, un po’ insolito per quel teatro che ospita sicuramente commedie più leggere, ma che già all’epoca aveva visto in cartellone lo spettacolo di Apolloni, curato nei particolari questa volta da Vanessa Gasbarri. Tutto ciò non deve turbare, essendo purtroppo questo lo spaccato di un paese che ogni giorno vede sulla prima pagina dei quotidiani titoli che rimandano alla corruzione e ad azioni di potere non proprio esemplari.

Le luci di Corrado Rea, anche, fanno il loro gioco d’effetto. Se parole e parolacce, infatti, non vengono offuscate, le scene più spinte e violente trovano il giusto modo di essere rappresentate attraverso l’intermittenza di lampi stroboscopici, che scandiscono e scatenato emozioni diverse, soprattutto di rabbia. Arriva dunque il senso, senza mostrare nessuna parte del corpo in grado di scandalizzare.

Risiko – Quell’irrefrenabile voglia di potere resterà in scena al Teatro della Cometa fino al 9 aprile, è uno spettacolo con sua ossatura ormai consolidata, pronto sempre a scatenare reazioni da valutare con intelligenza.

Lo spettacolo continua:
Teatro della Cometa

via del Teatro Marcello, 4 – Roma
fino a domenica 9 aprile
orari: da martedì a sabato ore 21.00, domenica ore 17.00
(durata 1 h e 40 minuti intervallo escluso)

Risiko
di Francesco Apolloni
regia Vanessa Gasbarri
con Andrea Bizzarri, Tommaso Cardarelli, Guenda Goria, Antonio Monsellato, Luigi Pisani, Giulia Rupi
scene Katia Titolo
luci Corrado Rea
costumi Marco Maria Della Vecchia, Maura Casaburi
musiche Jonis Bascir
aiuto regia Claudia Ferri, Alessandro Salvatori, Alessandra Merico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.