Shakespeare in Pop

Al Gran Teatro di Roma lo spettacolo Romeo & Giulietta – Ama e cambia il mondo, prodotto da David Zard, incanta il pubblico. Un’opera musicale moderna con Davide Merlini e Giulia Luzi per protagonisti, con la regia di Giuliano Peparini, le musiche di Gérard Presgurvic e i testi di Vincenzo Incenso.

David Zard fa centro di nuovo. Dopo il clamoroso successo internazionale ottenuto con Notre Dame de Paris, produce un’altra opera musicale che non conosce tempo: Romeo & Giulietta – Ama e cambia il mondo.
Lasciata fisicamente Verona dove ha debuttato all’Arena lo scorso 2 ottobre, lo spettacolo fa rivivere la storia dei due amanti shakesperiani all’interno della cornice medievale del capoluogo veneto al Gran Teatro di Roma, grazie alle straordinarie scenografie computerizzate e in 3D e alla regia sorprendente di Giuliano Peparini.
Nella storia di Romeo & Giulietta – Ama e cambia il mondo è possibile entrare sin da subito attraverso un immenso libro che sostituisce il classico sipario, sul quale trionfano i nomi dei due protagonisti, mentre tra il pubblico, ancora in piedi, alcuni monaci (attori in costume) si muovono lungo i corridoi della platea spargendo incenso.
Con un gioco di luci e proiezioni si è catapultati così nella Verona rinascimentale dei Montecchi e dei Capuleti, le due famiglie al centro della vicenda pronte a seminare odio.
Lontani da questa rivalità, i giovani Romeo e Giulietta, interpretati rispettivamente da Davide Merlini (rivelazione di X Factor 2012) e da Giulia Luzi (nel cast de I Cesaroni) – figli delle due casate rivali – sognano, ognuno nel proprio intimo, il grande amore.
Esasperato dall’odio insanabile delle due famiglie il Principe proibisce duelli in città, pena la morte. Nel frattempo i Capuleti organizzano un gran ballo in onore della figlia Giulietta per rendere ufficiale il suo fidanzamento con Paride, il pretendente a cui è destinata. Il suo incontro con Romeo, introdottosi di nascosto al ballo con i suoi amici Benvolio e Mercuzio sconvolgerà le mire dei Capuleti.
Tebaldo, cugino di Giulietta, smaschera Romeo, così i due innamorati scoprono di appartenere alle due famiglie nemiche. La fiamma dell’amore è però più forte e i due si giurano amore eterno nell’intimità del balcone di Giulietta.
L’epilogo della storia è noto a tutti, ma ciò che caratterizza questa nuova produzione è il taglio moderno caratterizzato dai testi italiani di Vincenzo Incenso sulle musiche di Gérard Presgurvic. Un intero repertorio pop che coinvolge tutto il pubblico, soprattutto quella fascia giovane che canta dietro ad alcuni brani come fosse un concerto, soprattutto durante i saluti, quando alcune canzoni come I Re del mondo vengono riproposte tra applausi e flash incontenibili.
Il successo è dovuto infatti anche alla scelta del cast formato da giovani artisti belli e di talento come Luca Giacomelli (Mercuzio), Gianluca Merolli (Tebaldo), Riccardo Maccaferri (Benvolio) e Leonardo di Minno (Il Principe) che si aggiungono ad altri nomi di spicco come Barbara Cola (Lady Capuleti), Roberta Faccani (Lady Montecchi), Vittorio Matteucci (Conte Capuleti), Giò Tortorelli (Frate Lorenzo) e Silvia Querci (la nutrice).
Quarantacinque gli artisti complessivamente sul palcoscenico, che copre uno spazio di circa 550 mq e che si colora di rosso e di blu, come i sontuosi costumi – più di duecento – disegnati da Frédéric Olivier, che contribuiscono a impreziosire tutta l’opera. La scena del ballo è sicuramente quella più sfarzosa e moderna; a ritmo di musica dance si costruiscono coreografie circensi in cui spiccano abiti coloratissimi che ricordano anche il bel varietà, spezzando per qualche istante il ritmo della narrazione classica.
Una tragedia che si fa spettacolo dunque e che rende ancor più unico l’amore dei due famosi innamorati, un amore che non conosce fine, né morte, perché rivive ogni qual volta si sfoglia quel libro dalle pagine sempre bianche. Pagine riscritte più volte e riadattate, ma sempre intense e ricche di emozioni perché anche se cambia il mondo, l’amore, per il bel teatro specialmente, vince su tutto.

Lo spettacolo continua:
Gran Teatro
Piazza Sandro Ciotti – Roma
fino al 24 novembre e poi dal 4 dicembre
orari: da martedì a venerdì ore 21.00, sabato ore 16.00 e ore 21.00, domenica ore 17.00
(durata 3 ore circa intervallo escluso)

David Zard presenta
Romeo & Giulietta – Ama e cambia il mondo
regia Giuliano Peparini
con Davide Merlini, Giulia Luzi, Luca Giacomelli, Gianluca Merolli, Riccardo Maccaferri, Leonardo di Minno, Barbara Cola, Roberta Faccani, Vittorio Matteucci, Giò Tortorelli, Silvia Querci
musiche e libretto Gérard Presgurvic
testi Vincenzo Incenso
coreografie Veronica Peparini
scenografia Barbara Mapelli
costumi Frédéric Olivier

6 Commenti

  1. Uno spettacolo davvero all’altezza della fama degli altri targati Zard, sono stato a Verona e ho intenzione di tornare a Roma a dicembre!

  2. Io sto fremendo, perché me ne stanno parlando tutti in maniera incantevole (sono Shakespeariana fino al midollo) ed in più leggo recensioni da favola. Purtroppo stando in Sicilia non ho la possibilità di muovermi, ma come regalo di Natale mi faccio fare due biglietti per Roma a dicembre. Sicuro

  3. Già visto alla prima di Verona e lo rivedrò a Gennaio a Milano. La prima volta per far contenta la mia ragazza, la seconda per gusto personale. Mi ha stupefatto davvero in positivo, un inatteso quanto piacevole spettacolo, consigliato a tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.