Il teatro «senza niente»

Dopo la partecipazione al Roma Fringe Festival 2012 ritorna nella capitale, al Teatro Studio Uno, l’accattivante spettacolo della compagnia Teatro Magro di Mantova: Senza niente – L’attore e Senza niente 2 – Il presidente.

Se vi capita di domandarvi quale sia la condizione del teatro italiano oggi, o meglio, di un certo tipo di teatro, quello comunemente chiamato off, troverete tutte le risposte nei due monologhi proposti dal Teatro Magro, in scena a Roma fino al 7 ottobre.
Lo spettacolo si apre con una non-scena: nessuna scenografia, niente sipario, nessun cambio di luci. In Senza niente l’attore – Alessandro Pezzali – è solo sulla scena e quella in cui lo spettatore è trasportato è una rutilante carrellata attraverso i diversi generi teatrali. Una ironica, dissacrante, divertente, caleidoscopica traversata di tutti gli stereotipi e cliché che aleggiano attorno alla parola “teatro” e che la mimica e l’espressività di Pezzali rendono davvero unica.
Con estrema facilità l’attore passa dalla parodia della commedia dell’arte a quella del teatro di ricerca fino al teatro parrocchiale. Si presenta così la realtà della società in cui viviamo, perché ognuna di queste tipologie nasconde atteggiamenti stereotipati che andrebbero svecchiati per proporre un’alternativa più consona ai tempi in cui viviamo.
Senza niente 2 ripropone la medesima situazione, ma questa volta in scena c’è un’altra delle figure degli addetti ai lavori: il presidente.
Un presidente donna – Marina Visentini – che dopo lauree, master e svariate esperienze professionali si trova a dover combattere quotidianamente con tutti gli ostacoli di un mestiere svolto all’interno del settore culturale: la corsa frenetica contro il tempo, doversi adeguare a ogni tipo di ruolo e mansione, dover combattere quotidianamente non solo il pregiudizio verso i teatranti ma anche verso l’essere una donna a capo di un’impresa culturale.
Questa è la realtà quotidiana: il teatro è rimasto senza niente, senza gli strumenti pratici per dare voce a un’urgenza.
Quel che rimane, e di certo non è poco, è la passione, la voglia e la capacità di reinventarsi, il voler credere ancora nella possibile realizzazione di un sogno e rimboccarsi le maniche affinché questo avvenga.
Il progetto del Teatro Magro è un progetto vincente, come hanno dimostrato i risultati raggiunti al Fringe Festival romano facendo di questo progetto uno dei vincitori; se si aggiunge anche un piacevole apericena servito nell’intervallo, non si può fare a meno di vivere anche questa nuova esperienza.

Lo spettacolo continua:
Teatro Studio Uno
via Carlo della Rocca, 6 – Roma
fino a domenica 7 ottobre
orari: da venerdì a sabato ore 21.00, domenica ore 18.00

Teatro Magro presenta
Senza niente – L’attore
regia Flavio Cortellazzi
con Alessandro Pezzali
Senza niente 2 – Il presidente
regia Flavio Cortellazzi
con Marina Visentini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.