Un amore che divora

Al Teatro Piccolo Eliseo di Roma oltre cinquanta artisti si susseguono sul palco per due giorni nel Festival Indipendente Roma RIParte. Dissacrante e ironica la performance di Daniele Timpano ed Elvira Frosini in Sì l’ammore no

Un uomo e una donna, di spalle, su un palco spoglio. Sulle loro teste, impiccata a una catena, è sospesa una bambola gonfiabile, simbolo-feticcio di un rapporto in instabile equilibrio, facile da compromettere per due individualità che si ostinano a stare insieme. È il rapporto di coppia sotto i riflettori nello spettacolo messo in scena al teatro Piccolo Eliseo di Roma da Daniele Timpano ed Elvira Frosini, Sì l’ammore no. In un’ora e poco più si riflette e si ride sui più consunti cliché e retaggi culturali sulla coppia, sull’idea che la donna ha di se stessa e su quella percepita dall’uomo, sui desideri maschili che quasi mai coincidono con quelli femminili, sui limiti di entrambi, sui legami che consumano e infine sull’amore e sui casi della vita che fanno incontrare due individui, li inducono a pronunciare un “per sempre” davanti a un altare e a concludere i loro giorni divorandosi a vicenda.
Sottile ironia e lucida riflessione, un’autopsia del rapporto sentimentale uomo-donna, sono le protagoniste di questo spettacolo. Daniele Timpano, con le sue movenze molleggiate e l’inconfondibile verve mimica, conquista l’attenzione dello spettatore e riempie lo spazio scenico. In Sì l’ammore no, finalista al Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti 2008, Daniele Timpano conferma – come anche in Aldo morto. Una tragedia sulla dolorosa vicenda di Aldo Moro – uno sguardo dissacratorio, acuto, mai banale e irriverente.
Lo spettacolo ha fatto parte del Festival Indipendente Roma RIParte, dedicato al teatro, alla musica e alle arti visive, sotto la direzione artistica di Paolo Fusi. In quarantotto ore oltre cinquanta artisti romani si sono alternati sul palco del Piccolo Eliseo per mostrare la vitalità della scena culturale indipendente romana, che sopravvive e produce nonostante la mancanza di sostegno pubblico. Per sensibilizzare il cittadino/spettatore si sono svolte conferenze sul tema delle politiche culturali nelle gradi città. L’arte ha fatto da legame tra cittadino e istituzione, poiché in occasione del Festival è stato possibile sottoscrivere la proposta lanciata dal Comitato Roma Sì Muove per otto referendum a favore di una maggiore vivibilità nella capitale, taglio dei costi della politica e più attenzione per l’ambiente.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Piccolo Eliseo
via Nazionale, 183 – Roma
mercoledì 26 settembre

Kataklisma e amnesiA vivacE presentano
Sì l’ammore no
di Daniele Timpano, Elvira Frosini
regia Daniele Timpano, Elvira Frosini
con Daniele Timpano, Elvira Frosoni
assistente alla regia Alessandra De Lernia
disegno Luci Dario Aggioli
registrazione audio Marco Fumarola, Dario Aggioli, Lorenzo Letizia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.