Far finta di essere sani…

teatro-alle-colonne-milano-80x801Fabio Santini porta in scena al Teatro alle Colonne l’attualità e la forza delle parole di Giorgio Gaber.

La musica e le parole del grande Giorgio Gaber sono le protagoniste assolute di Siamo tutti Signor G, bel lavoro del giornalista e attore Fabio Santini dedicato a uno dei più grandi cantautori e commediografi che l’Italia abbia mai avuto.
Su una scena spoglia, Santini introduce il folto pubblico del Teatro alle Colonne nel caustico e straordinariamente attuale mondo del celebre artista, in cui ognuno di noi è in grado di ritrovare un pezzo della propria realtà, una parte del proprio quotidiano, fatto troppo spesso di giorni scanditi solo dalle ore di lavoro, dal conformismo di conversazioni sterili e di circostanza, inutili e sempre uguali.
Ma è in mezzo al grigiore di queste esistenze “moderne” che Gaber ci invita a trovare il nostro personale guizzo di colore, lo slancio necessario per uscire da una condizione pallida e sbiadita e abbracciarne una nuova, in cui vivere un’esistenza piena e consapevole, anche se amara.
Adagiarsi nel conformismo di pensieri e comportamenti è tanto facile quanto pericoloso, ci spiega Gaber in brani come Il conformista e Far finta di essere sani, tanto rassicurante quanto insidioso.
Ma Gaber non dà soluzioni, non insegna a essere liberi; indica una strada, forse, l’inizio di un percorso lungo cui ognuno può scegliere o meno di avventurarsi.
Attraverso una meravigliosa carrellata di alcuni tra i più famosi e significativi brani dell’autore milanese, Fabio Santini offre agli spettatori uno spaccato intenso e vitale del grande Gaber, regalando in alcuni casi video inediti dell’artista, tratti dai suoi spettacoli teatrali.
Da Il comportamento a Destra – Sinistra, da Quando sarò capace di amare a Al Bar Casablanca, da Le elezioni a L’elastico, il pubblico ha avuto modo di sorridere e riflettere insieme a Gaber stesso, a confermare ulteriormente quanto lo spirito di un artista della sua levatura sia ancora così saldamente presente nel nostro tempo. Tra il pubblico in sala, ad applaudire l’opera di Santini e il grande Giorgio Gaber, anche Dalia Gaberscik, la figlia del Signor G.
Lasciano a bocca aperta la forza e l’attualità che il pensiero e le opere dell’artista milanese possiedono ancora oggi, a distanza di trenta o quaranta anni, così come lo scanzonato cinismo con cui Gaber “dipinge” per lo spettatore straordinari affreschi di vita quotidiana, costituita da grandi e piccoli uomini, da piatta ordinarietà nella quale si può scorgere quel barlume di straordinario che alimenta la speranza. La speranza che, un giorno, ognuno di noi trovi il suo vero posto nel mondo e possa contribuire a migliorarlo, a liberarlo dalle tante miserie degli uomini.
Dopotutto, “Libertà è Partecipazione”.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro alle Colonne

corso di Porta Ticinese 45 – Milano
sabato 25 gennaio
Ore 20.45

Siamo tutti Signor G
di e con Fabio Santini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.