Un coro di entusiasmo

teatrobrancaccio-romaAl Teatro Brancaccio è in scena Sister Act, con la regia di Saverio Marconi in collaborazione con la Compagnia della Rancia. Pino Strabioli, nel ruolo di Monsignor O’Hara, e Suor Cristina, special guest in alcune repliche, affiancano la simpaticissima Belìa Martin negli scomodi abiti da suora della protagonista. In scena fino al 24 gennaio.

Sister Act, è finalmente giunto a Roma! Le mura e le arcate del convento più rivoluzionario della storia del musical, disegnate da Gabriele Moreschi, trionfano da subito sul palcoscenico del teatro Brancaccio e proiettano lo spettatore all’interno di una storia che al cinema nel ’92 consacrò al successo Whoopi Goldberg, nel ruolo di Deloris Van Cartier.
Come nel film, ma con qualche piccola variante, anche a teatro, l’estrosa ed estroversa solista di colore dopo aver visto il suo amante Vince uccidere a sangue freddo l’autista, raggiunge la stazione di polizia più vicina e, con l’aiuto del Commissario Eddie (“umidino”), assume una falsa identità all’interno di un convento dove la tranquillità regnava sovrana fino a un attimo prima del suo arrivo.

Sister Act è un progetto firmato da Viola Produzioni in collaborazione con la Compagnia della Rancia, che Saverio Marconi ha divinamente diretto, coniugando alla perfezione il cast artistico con quello tecnico.
A vestire gli abiti monacali di Suor Maria Claretta è la madrileña Belìa Martin, scovata proprio da Alessandro Longobardi, nell’edizione spagnola del musical. La Martin con il suo accento dona alla svitata Deloris un’ulteriore nota di simpatia, perfettamente calzante al talento vocale sfoderato fuori e dentro il coro di quel convento gestito da una superlativa Madre Superiora, ovvero Francesca Taverni, attrice che, proprio sul palcoscenico del Brancaccio, si era fatta notare ai tempi di Mamma Mia! quando la sua Donna si alternava con quella interpretata da Chiara Noschese.
Personaggio austero e rigoroso quello della Taverni, ma dotato – in tutti i sensi – di grande spirito e di una potentissima voce, oltre che di una padronanza scenica invidiabile, nonostante la forte caratterizzazione di tutte le altre “sorelle”.
All’interno del gruppo di attrici spicca sicuramente Suor Cristina, l’unica suora vera, che dopo aver vinto la seconda edizione di The Voice of Italy, ha una miriade di poltrone rosse rivolte frontalmente per ammirarla, perché è lei la special guest. Il ruolo della novizia Suor Maria Roberta le calza a pennello e lo condivide con Veronica Appeddu; per impegni che vanno oltre lo spettacolo, infatti, Cristina Scuccia sarà presente in scena nelle repliche dal 29 dicembre.
Da sottolineare anche la presenza di Pino Strabioli, per la prima volta attore in un musical. Il noto conduttore televisivo, infatti, dopo la parentesi – sempre quest’anno – in Wikipiera accanto a Piera Degli Esposti, ora arricchisce il pittoresco cast col ruolo di Monsignor O’Hara, che regala risate e applausi ad ogni suo ingresso sul palco.

La bravura dei singoli artisti è però rafforzata dagli splendidi brani musicali scritti dal premio Oscar Alan Menken, (autore delle più celebri colonne sonore Disney come La Bella e la Bestia, La Sirenetta, Aladdin), che spaziano dalle atmosfere soul, funky e disco anni ’70, alle ballate pop in puro stile Broadway, in cui si innestano cori Gospel e armonie polifoniche accompagnate al testo e alle liriche tradotte da Franco Travaglio.
Completano il tutto, eccezionalmente, i costumi di Carla Accoramboni: una sorprendente varietà di colori che si unisce alle tonache rese ancor più brillanti dal gioco di luci di Valerio Tiberi. Lustrini e paillettes danno vita così a un’esplosiva e incontenibile gioia degli spettatori che a tempo battono le mani, lì dove anche le coreografie di Rita Pivano danno alle emozioni un ritmo cadenzato.

Sister Act – Il Musical, in scena fino al 24 gennaio, è senza ombra di dubbio lo spettacolo più adatto per Natale e per le feste in genere. Unico, travolgente… Divino! proprio come inneggiano le varie pubblicità sparse per la città. Un concentrato di energia che scalda, ma soprattutto che apre il cuore.

Lo spettacolo continua:
Teatro Brancaccio

via Merulana, 244 – Roma
fino a domenica 24 gennaio
orari: martedì a sabato ore 21.00, domenica ore 17.00
(durata 2 h e 30 minuti circa intervallo escluso)

Viola Produzioni, Alessandro Longobardi e Compagnia della Rancia presentano
Sister Act – il musical
di Joseph Howard
regia Saverio Marconi
con Belia Martin, Francesca Taverni, Pino Strabioli, Suor Cristina, Felice Casciano, Marco Trespioli, Claudia Campolongo, Manuela Tasciotti, Veronica Appeddu, Silvano Torrieri, Vincenzo Leone, Renato Crudo, Brian Boccuni, Giancarlo Capito, Giulia Dascoli, Jessica Francesca Lorusso, David Marzi, Marzia Molinelli, Valentina Naselli, Elena Nieri, Rosa Odierna, Marco Pasquini, Helen Tesfazghi
scene Gabriele Moreschi
direzione musicale Stefano Brondi
coreografie Rita Pivano
musiche di Alan Menken
liriche Glen Slater
testo Cheri e Bill Steinkellner
dialoghi aggiunti Douglas Carter Beane
basato sul film TOUCHSTONE PICTURE Sister Act

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.