Caccia al nuovo record

Saranno Le nozze di Figaro di Mozart ad aprire l’edizione 2016 del Festival dei due Mondi a Spoleto. La 59esima edizione della prestigiosa kermesse di performing arts prevede un ricco programma – ancora sotto la guida di Giorgio Ferrara – in cui spiccano rappresentazioni, musica, balletti, pièce teatrali, oltre che installazioni, proiezioni, laboratori, incontri, eventi speciali e convegni. 

Il Festival dei Due Mondi 2016, con più di 50 titoli e oltre 150 aperture di sipario proposte nel ricco cartellone, è così presentato da Giorgio Ferrara: «nel moltiplicarsi dei mondi e delle nuove genti risuona dalle antiche profondità di un tempo pur sempre giovane il richiamo del Bello, dell’Intelligenza e dell’Arte. Che è anche comandamento a non vacillare nella loro difesa». Le parole di Ferrara esprimono la filosofia con cui il direttore del Festival ha affrontato il proprio lavoro in questi anni. Se i numeri contano – come ha ricordato Ferrara – non di meno conta la qualità dei progetti talvolta anche particolarmente originali e coraggiosi che il Festival ha sostenuto. Dalle circa cinquemila presenze del 2007 la manifestazione ha raggiunto le settantamila presenza dell’edizione 2015. Il Ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, ha definito il Festival di Spoleto  una «eccellenza italiana di livello internazionale e occasione di riflessione su come sta cambiando in Italia il clima culturale».

Uno dei cardini della rinascita della sezione teatro del Festival è stato Luca Ronconi che il direttore ha voluto ricordare e omaggiare, dopo che già lo scorso anno lo storico teatrino dell’avanguardia spoletina era stato ribattezzato Teatrino delle Sei Luca Ronconi. Il 7, 8 e 9 luglio presso la Sala Pegasus sarà dedicato al regista scomparso L’utopia possibile – Il grande, teatro mondo di Luca Ronconi a cura del Centro Teatrale Santacristina e di Rai Cultura, con proiezioni di spettacoli, interviste, documentari e incontri con i suoi attori.
L’inaugurazione delle rappresentazioni sarà dedicata alla seconda parte della trilogia Mozart/Da Ponte con Le nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart, la prima delle tre opere scritte dal compositore su libretto di Lorenzo da Ponte. Dopo che nell’edizione 2015 era stato proposto il Così fan tutte, si prevede già per l’edizione 2017 la rappresentazione del Don Giovanni visti gli intenti di celebrare il maestro per intero. Una trilogia che sarà a cura delle stesse mani, con il direttore James Conlon, la regia di Giorgio Ferrara, le scene di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, luci di A.J. Weissbard e i costumi di Maurizio Galante.

La particolarità risiede nel fatto che il Festival Internazionale di musica di Cartagena è co-produttore dello spettacolo, la pièce sarà poi rappresentata anche in Colombia nel prossimo gennaio. Il concerto finale che chiude il Festival è curato dal M° Antonio Pappano, accompagnato al pianoforte da Stefano Bollani con la partecipazione dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Ancora opera con L’Amor che move il sole e l’altre stella, una video opera di Adriano Guarnieri con la regia di Cristina Muti e diretta da Pietro Borgonovo è uno spettacolo moderno che esplora l’opera dantesca. Nel Chiostro di Sant’Eufemia, sarà eseguito dal Vespro della Beata Vergine di Claudio Monteverdi grazie al contributo della Fondazione Carla Fendi. Anche per l’edizione 2016 saranno tenuti i concerti di mezzogiorno e i concerti della sera a cura della Scuola di musica di Fiesole.
Lo spazio dedicato alla danza vede Eleonora Abbagnato che ha già incantato nell’edizione 2015, tornare a Spoleto con Carmen di Amedeo Amodio. La Batsheva Dance Company con la direzione artistica di Ohad Naharin presenta lo spettacolo Decadance Spoleto scritto appositamente per il Festival. Conclude la sezione danza la proposta Romeo e Giulietta di Prokofiev a cura del Czech National Ballet.

Ancora danza, ma fuori dalle date del Festival, il Roberto Bolle and Friends andrà in scena il 13 luglio a Piazza Duomo come prima data del tour.
Nel ricco spazio dedicato al teatro, Robert Wilson torna a Spoleto sul palcoscenico con Lecture or nothing, uno spettacolo dedicato a John Cage. Tim Robins sarà di ritorno anche lui a Spoleto, con tre spettacoli: al Teatro Romano in concerto il 26 giugno, presso la sala convegni del Teatro San Nicolò con uno spettacolo dedicato a George Orwell, e con uno studio sulla maschera di Arlecchino e la commedia dell’arte, sempre al San Nicolò. Dal teatro dell’est Nekrosius presenta A Hunger Artist sul testo di Un digiunatore di Kafka. Il teatro russo Vakhtangov presenta una riduzione dell’opera Eugene Onegin di Alexander Pushkin in forma di commedia che sarà lo spettacolo di punta del Festival di Spoleto con ben cinquanta attori sul palcoscenico.
Per il teatro italiano saranno presenti quattro importanti registi. Liliana Cavani con Filumena Marturano di Eduardo De Filippo e la partecipazione degli attori Geppy Gleijeses e Mariangela D’Abbraccio. Mario Martone metterà in scena un testo della poetessa Patrizia Cavalli dal titolo Tre Risvegli sulle giornate poetiche di una donna che subisce delle alterazioni psicofisiche, conAlba Rohrwacher, la stessa autrice del testo Patrizia Cavalli e Roberto De Francesco. Emma Dante porterà Odissea A/R uno spettacolo diviso in due parti, di cui la prima è già stata a Palermo. A Spoleto si potrà assistere per la prima volta al Ritorno che sarà rappresentato per intero. Romeo Castellucci avrà a disposizione un doppio spazio con Giulio Cesare. Pezzi staccati e Persona una installazione per un singolo spettatore con una maschera/scultura spaventosa di Giovanna Amoroso, Istvan Zimmermann e suoni di Scott Gibbons.

Spoleto 59 | Festival dei Due Mondi 2016
location varie, Spoleto

OPERA
Le nozze di Figaro, ossia la folle giornata
Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Corso Giuseppe Garibaldi, 42, Spoleto
24 giugno ore 19.30, 26 giugno ore 15.00
Commedia per musica in quattro atti di Lorenzo da Ponte, musica di Wolfgang Amadeus Mozart
Direttore James Conlon, regia Giorgio Ferrara, scene Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, costumi Maurizio Galante, luci A.J. Weissbard. Progetto artistico Spoleto Festival dei 2Mondi prodotto da Fondazione Teatro Coccia in collaborazione con Spoleto59 Festival dei 2Mondi, Cartagena Festival Internacional de Musica

L’amor che move il sole e l’altre stelle
San Nicolò Teatro
Via Gregorio Elladio, Spoleto
1 luglio ore 18.30, 2 luglio ore 20
video opera di Adriano Guarnieri per tre voci soliste, quintetto vocale, coro, ensemble strumentale, sette trombe e live electron ics, direttore Pietro Borgonovo. Commissione di Ravenna Festival in coproduzione con Festival dei Due Mondi di Spoleto e in collaborazione con Teatro della Toscana

TEATRO
Persona
Chiesa SS. Giovanni e Paolo
Via Filitteria, Spoleto
Dal 25 giugno al 10 luglio ore 15, eccetto 27 giugno e 4 luglio
Installazione di Romeo Castellucci, suono Scott Gibbons, scultura Giovanna Amoroso, Istvan Zimmermann Produzione Socìetas Raffaello Sanzio.

Il casellante
San Nicolò Teatro
Via Gregorio Elladio, Spoleto
25 giugno ore 16, 26 giugno ore 18.30
di Andrea Camilleri – Giuseppe Dipasquale
con Moni Ovadia, Valeria Contadino, Mario Incudine
regia Giuseppe Dipasquale, produzione Promo Music-Corvino Produzioni, Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano, Comune di Caltanissetta

Giulio Cesare. Pezzi staccati
San Salvatore
Piazza Mario Salmi,1, Spoleto
25 e 26 giugno, ore 17.30 e 19.00
1, 2, 3 luglio, ore 17.30 e 19.00
intervento drammatico su W. Shakespeare, ideazione e regia Romeo Castellucci
con Dalmazio Masini (Marco Antonio), Sergio Scarlatella (…vskji), Gianni Plazzi (Giulio Cesare)
produzione Socìetas Raffaello Sanzio

Thyssen. Opera sonora
Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Corso Giuseppe Garibaldi, 42, Spoleto
25 giugno, ore 18.30
di e con Ezio Mauro
regia Pietro Babina
concept audio Alberto Fiori & Pietro Babina, composizione musicale ed esecuzione Alberto Fiori.
con la partecipazione vocale di Umberto Orsini e Alba Rohrwacher
produzione Elastica srl

A Hunger Artist
San Simone
piazza Bernardino Campello, Spoleto
25 giugno ore 20, 26 giugno ore 12
di Franz Kafka, regia Eimuntas Nekrošius, scene Marius Nekrošius, costumi Nadežda Gultiajeva
con Viktorija Kuodytė (A Hunger Artist), Vygandas Vadeiša, Vaidas Vilius, Genadij Virkovskij
prodotto da Meno Fortas Theatre con il sostegno del Lithuanian Culture Council

Antigone in Exilium
Auditorium della Stella
Piazza Giuseppe Garibaldi
25 giugno ore 21.30, 26 giugno ore 18 e 21.30
regia Bernardo Ray, adattamento drammaturgico Nube Sandoval
con Nube Sandoval, i rifugiati in Italia Lara Pedilarco, Ousman, Myriam, Kissi, Adolphine, Kodjo e Chris e il gruppo “Oro y Platino” del Chocò, Colombia

Tre risvegli
Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi
Piazza del Duomo, 1, Spoleto
25 giugno ore 21.30, 26 giugno ore 16.00
di Patrizia Cavalli, regia Mario Martone, musica Silvia Colasanti
con Alba Rohrwacher (Innamorata), Patrizia Cavalli (Coro dei sintomi), Roberto De Francesco (Messaggero)
produzione Spoleto 59 Festival dei 2Mondi

1984
San Nicolò Sala Convegni
Via Gregorio Elladio, Spoleto
30 giugno ore 21.30, 1 luglio ore 16, 2 luglio ore 12, 3 luglio ore 20
adattamento Michael Gene Sullivan, diretto da Tim Robbins
una produzione The Actors’ Gang

Pylade
Auditorium della Stella
Piazza Giuseppe Garibaldi
1 e 2 luglio ore 18
di Pier Paolo Pasolini
regia Ivica Buljan, con Marko Mandić (Pylade) e gli attori de la Great Jones Repertory Company
musica Yukio Tsuji e Heather Paauwe, traduzioni Adam Paolozza e Coleen MacPherson

Ecce Homo – Anatomia di una condanna
Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi
Piazza del Duomo, 1, Spoleto
1 luglio ore 19.45, 2 luglio ore 18.30, 3 luglio ore 18
di e con Corrado Augias, musiche originali Valentino Corvino, elaborazioni video, luci e regia Angelo Generali. Una produzione Corvino Produzioni Sas

Filumena Marturano
Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Corso Giuseppe Garibaldi, 42, Spoleto
1 luglio ore 21.30, 2 luglio ore 21.30, 3 luglio ore 17
di Eduardo De Filippo, con Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses
regia Liliana Cavani, scene e costumi Raimonda Gaetani, musiche Teho Teardo. Con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, produzione Gitiesse Artisti Riuniti diretta da Geppy Gleijeses, in collaborazione con Spoleto 59 Festival dei 2Mondi

Progetto Accademia 2016 European Young Theatre
Teatrino delle 6 Luca Ronconi, in città, Cantiere Oberdan
Dal 28 giugno al 9 luglio. Spettacoli adatti ad un pubblico adulto. Spettacoli in lingua originale, prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti. (massimo 2 prenotazioni a persona)
Studi e performance proposti da giovani attori e registi europei. in collaborazione con EUROPE: Union Of Theatre Schools and Academies, La MaMa Umbria International, SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori, con il patrocinio dell’Ambasciata Britannica e dell’Istituto Cervantes

Harlequino: on to freedom
San Nicolò Teatro
Via Gregorio Elladio, Spoleto
6 luglio ore 19, 7 luglio ore 17, 8 luglio ore 17.30, 9 luglio ore 15, 10 luglio ore 11
scritto e diretto da Tim Robbins
suono e musiche Ken Palmer e David Robbins, direttore musicale David Robbins
maschere Erhard Steifel, luci Bosco Flanagan, direttore di scena Cihan Sahin
assistenti alla direzione di scena Dora Kiss, Stephanie Pinnock, Mary Eileen O’Donnell

Odissea A/R
San Simone
piazza Bernardino Campello, Spoleto
6 luglio ore 21, 7 e 8 luglio ore 21.30, 9 luglio ore 12, 10 luglio ore 18
testo e regia Emma Dante
liberamente tratto dal poema di Omero
costumi ed elementi scenici Emma Dante, luci Cristian Zucaro
con gli allievi attori della “Scuola dei mestieri dello spettacolo” del Teatro Biondo di Palermo

Lecture on Nothing
Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi
Piazza del Duomo, 1, Spoleto
7 luglio ore 20, 8 luglio ore 16
regia, ideazione scene e luci Robert Wilson
con Robert Wilson, testo John Cage
musiche Arno Kraehahn, video Tomek Jeziorski
co-regia Tilman Hecker / Ann-Christin Rommen
uomo con il binocolo Tilman Hecker
commissionato e prodotto da Ruhrtriennale, produzione esecutiva Change Performing Arts

Eugenio Onegin
Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti
Corso Giuseppe Garibaldi, 42, Spoleto
8 luglio ore 19, 9 luglio ore 17, 10 luglio ore 15
di Alexander Puškin
Vakhtangov State Academic Theatre of Russia
idea, testo e regia Rimas Tuminas
scene Adomas Jacovskis, costumi Mariya Danilova, musiche Faustas Latenas, coreografie Angelica Cholina
direttore musicale Tatiana Agayeva, disegno luci Maya Shavdatuashvili
trucco Olga Kalyavina, preparazione attori Alexei Kuznetsov, stage speech training Susanna Serova
editor Elena Knyazeva, ingegneri del suono Vadim Bulikov e Ruslan Knushevitsky
primo violino Natalia Turiyanskaya
assistente stagista Gulnaz Balpeisova, aiuto regia Natalia Menshikova e Natalia Kuzina

DANZA
Carmen
Teatro Romano
Via della Terme, Spoleto
25 giugno ore 21.30
Balletto in due atti di Amedeo Amodio con Eleonora Abbagnato, Alexandre Gasse Giacomo Luci, Giorgia Calenda
Dal racconto di Prosper Merimée, coreografia e regia Amedeo Amodio, musica Georges Bizet, adattamento e interventi musicali originali Giuseppe Calì, scene e costumi Luisa Spinatelli. Produzione Daniele Cipriani Entertainment

Decadance Spoleto
Teatro Romano
Via della Terme, Spoleto
1, 2 e 3 luglio, ore 21.30
Batsheva Dance Company, direzione artistica Ohad Naharin. Programma ideato per Spoleto59, coreografie Ohad Naharin, costumi Rakefet Levi. Con il sostegno dell’Ambasciata di Israele in Italia. Direzione artistica Ohad Naharin, direttore esecutivo Dina Aldor, co-direttore artistico Adi Salant

Romeo e Giulietta
Teatro Romano
Via della Terme, Spoleto
7, 8 e 9 luglio ore 21.30
Balletto Nazionale di Praga
musica Sergei Prokofiev, libretto Youri Vàmos e Leonida Lavrovského
da William Shakespeare
coreografia Youri Vàmos, scene e costumi Michael Scott, concezione luci Daniel Tesa
ballet master Alexej Afanassiev, solisti e corpo di ballo Czech National Ballet

MUSICA
Jeff Mills – Light From The Outside World
Piazza Duomo
8 luglio ore 22
Orchestra Roma Sinfonietta, direttore Gabriele Bonolis
produzione The Roof, presentato in collaborazione con Dancity Festival

Tim Robbins & Friends
Teatro Romano
Via della Terme, Spoleto
26 giugno ore 21.30
Tim Robbins chitarra e voce; Jack Pinter sax, fisarmonica, strumenti vari; Shane Beales pianoforte, tastiera, chitarra; Miles Robbins chitarra; Aoife Ni Bhriain violino; Noel Langley tromba; Rory Mcfarlane contrabbasso, basso; Martyn Barker batteria e percussioni
produzione The Actors’ Gang in collaborazione con Change Performing Arts

Concerto finale
Piazza Duomo
10 luglio ore 20
Antonio Pappano direttore
Stefano Bollani pianoforte
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Programma: Arnold Schönberg Pelleas und Melisande, Franz Lehár Gold und Silber Waltz, George Gershwin Rhapsody in Blue.
commissione Spoleto 59 Festival dei 2Mondi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.