Sesso, droga e video porno

Al Piccolo Eliseo è in scena fino al 2 novembre Storie d’amore con pena di morte, uno spettacolo con quattro giovani attori che attraverso un nuovo linguaggio racconta la routine quotidiana con i suoi eccessi e i suoi falsi miti.

Sesso imperante, spettacolarizzazione televisiva, successo facile, uso di stupefacenti e soprattutto un linguaggio moderno che mette in luce una dura realtà: quella odierna. Questo in sintesi ciò che racchiude Storie d’amore con pena di morte, spettacolo scritto e diretto da Marco Costa, che partendo dall’adolescenza mette a fuoco le dinamiche giovanili di quattro ragazzi che incroceranno le loro vite, attraverso un racconto che si delinea per quadri.
In una stanza dove sono sempre presenti un letto corredato da piumone e un tavolo, si alternano sulle pareti, grazie ad alcune immagini, luoghi che rimandano lo spettatore nella dimensione del personaggio, introdotti da titoli. Vari capitoli che scandiscono fatti e situazioni in cui i giovani d’oggi sono a loro volta proiettati.
Conosciamo così Artico Fontana (Paolo Macedonio), un brillante copywriter e sesso dipendente, il suo migliore amico Sanni Giacchino (Lorenzo De Angelis), noto chef che conduce la fortunata trasmissione televisiva Mezzogiorno di cuoco, Mia Montini (Stella Egitto), una redattrice dello spettacolo con velleità di saggista, e Frida Mattioli (Nina Torresi), un’attrice di fiction bipolare soggetta a depressione.
Nell’epoca dei selfie e di whatsApp, dove si vuole tutto e subito, e l’egocentrismo è sempre più imperante, prende forma una messa in scena che sconvolge per il forte messaggio che lancia, che è il prodotto di tanti eventi montati insieme.
La regia infatti è poco teatrale. Ogni scena somiglia a una pubblicità progresso e la recitazione è oltremodo legata al mondo della fiction, forse anche perché parte del cast proviene proprio dall’ambiente televisivo.
Sicuramente il soggetto è molto interessante, pur non regalando neanche un briciolo di speranza. I protagonisti hanno l’occasione di capire che i loro personaggi hanno sbagliato, ma per alcuni ormai è troppo tardi. Le fiamme dell’inferno ormai lo avvolgono e un’altra vita è andata in fumo.

Storie d’amore con pena di morte, pur avendo a disposizione vari talenti, è uno spettacolo che coinvolge solo una certa fetta di pubblico, che è quello rappresentato e che ha la pretesa di portare a teatro un linguaggio che appartiene ad altri canali. Lodevole l’idea, ma per mettere d’accordo tutti c’è bisogno di una mediazione.

Lo spettacolo continua:
Piccolo Eliseo Patroni Griffi

Via Nazionale, 183 – Roma
orari: da martedì a sabato ore 20.45, domenica ore 17.00
durata 1 h e quindici minuti circa senza intervallo

Storie d’amore con pena di morte
di Marco Costa
regia Marco Costa
con Lorenzo De Angelis, Nina Torresi, Paolo Macedonio, Stella Egitto
scenografia Studio Costa Creative Lab
costumi Nicoletta Ercole
aiuto regia e casting Marco Castaldi
produzione Andrea Rizzoli per FMF Cinematografica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.