Un assassino per un salvatore

teatro-lo-spazio-romaUna dopo l’altra si susseguono, al Teatro Lo Spazio, le belle e coraggiose figure di donne disegnate e ricostruite da Betta Cianchini per l’interessante progetto Storie di donne morte ammazzate.

Un tema spinoso, quello del femminicidio da cui, almeno in Italia, le donne escono perlopiù sconfitte, uccise una seconda volta da una Giustizia che troppo spesso sembra non tutelarle né prima né dopo.
E questo è anche il caso di Maria-Lei, seconda pièce della trilogia Ex moglie si innamora di ex moglie, dove si intrecciano i destini di Salvatore-Lui, Erika-L’altra e, appunto, Maria.
Interpretata magistralmente da Francesca Romana Miceli Picardi, Maria è una donna del sud che non si sente a suo agio nel clima di ottusità del suo paese e per questo decide di continuare la sua vita a Roma. Incontra il marito, Salvatore, e dal matrimonio nasce una figlia, Alice. Un’esistenza piuttosto comune, caratterizzata dalle classiche situazioni di una vita di coppia che dall’entusiasmo iniziale si trasforma in solita routine – con annessi e connessi riguardanti il tipo di marito incollato al divano nelle domeniche di calcio – per cui la passione si trasforma poi in un “semplice” volersi bene. Su tutto aleggia l’ombra della suocera e rimbomba il suono delle parole, pronunciate in calabrese stretto e rivolte a Maria in punto di morte: «Tu a me non mi sei mai piaciuta».
Ma accade qualcosa nella vita di Maria che segna contemporaneamente un punto di rottura e di svolta: è l’incontro con l’altra, Erika.
Inizialmente solo un’amicizia, che porta la protagonista a riscoprire il piacere delle uscite notturne e delle nuove conoscenze, e il marito a protestare per certi grilli che la moglie, ormai madre, ha ancora per la testa (come se una donna, una volta entrata nel ruolo di moglie e madre, finisse lì la sua vita). Questo scatena la ribellione in Maria che attraverso una lucida e a tratti ironica autoanalisi finisce per scoprirsi magneticamente attratta da Erika e irrimediabilmente stufa di Salvatore.
 Con coraggio e decisione sceglie di seguire la via del cuore e una parentesi di felicità si apre nella sua vita.
Il racconto dell’amore tra le due donne è segnato da parole ed emozioni così semplici e pure che per lo spettatore è quasi un’epifania; un effetto straniante che riveste di nuovo senso il concetto di “amore”.
Ma presto l’idillio si trasforma in incubo, e tra avvocati, messaggi salvati perché «non si sa mai» e uno stalking furioso di Salvatore a Maria il sanguinoso epilogo si avvicina precipitosamente.
Una donna come tante, Lei, che non ha avuto diritto a una tutela prima che fosse troppo tardi. A sottolineare l’assurdità e il paradosso è la sua frase «tremava la mia vita come panni al vento», accompagnata dalla perfetta colonna sonora Mad world di Gary Jules.
Il finale, sotto una luce rossa e sulla scia delle note di Never been here delle N.O.A., è da brividi e la commozione e l’indignazione della sala si uniscono all’abbraccio denso di significato tra l’attrice, Francesca Romana Miceli Picardi, e l’autrice, Betta Cianchini.

Lo spettacolo continua:
Teatro Lo Spazio
via Locri, 42 – Roma
fino a domenica 13 ottobre
orari: da lunedì a sabato ore 21.00, domenica ore 18.00

Fonderia delle arti presenta
Storie di donne morte ammazzate (barbarie italiana)
di Betta Cianchini
regia Alessandro Machìa

Maria – Lei
con Francesca Romana Miceli Picardi

Già andati in scena:
Odiavo i crisantemi
con Sonia Barbadoro e la partecipazione di Gabriele Guerra

Non sapevo fare la valigia
con Laura Mazzi

La prostituta che si metteva i cerotti ai piedi e lo scagnozzo del Drago
con Federica Quaglieri, Gabriele Guerra e la partecipazione di Pino Le Pera

Angela e il cassettone della suocera
con Giada Prandi

La sgambatura
con Arianna Ninchi, Federica Quaglieri, Pino Le Pera

Mancato soccorso al Pronto Soccorso
con Stefania Papirio

Per il bene del figlio, dello stalker e dello Spirito Santo
con Sylvia De Fanti

La trilogia: Ex moglie si innamora di ex moglie
Erika – l’altra
con Claudia Mei Pastorelli

La maratona continua con:
La Trilogia: Ex moglie si innamora di ex moglie
Salvatore – lui
con Andrea Lolli

L’ultima camicia da stirare
con Giada Fradeani

La Notte Rossa sul femminicidio
live N.O.A. – None of above + Swing Circus

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.