All’interno della rassegna LET – Liberi Esperimenti Teatrali, Eva Milella presenta un monologo divertentissimo, conciso e potente sulle ipocrisie e le schizofrenie sociali dei nostri tempi.

Un testo intelligente e molto preciso, che non risparmia nessuno ma che neanche fa del moralismo. Semplicemente descrive, con piglio brillante e disinvolto, alcuni “tipi” molto in voga nella società contemporanea e ne svela, quasi senza volerlo, la disarmante vacuità.

Chiara, donna indecifrabile e selvatica, si trova coinvolta in una missione di beneficenza natalizia: la sera della vigilia deve distribuire coperte ai barboni insieme ad un gruppo di volontari. Tra aneddoti surreali e dialoghi impossibili si delineano le figure strampalate dei suoi compagni di viaggio, dall’innamorato recidivo alla filantropa radical-chic, dall’artista pseudo-enologo alla distratta smartphone-dipendente, in un crescendo di assurdità da cui emana tutta la falsa e calcolata misura di certi comportamenti sociali.

In un’atmosfera dalle tinte oniriche, rese possibili dai sapienti effetti luce che accompagnano l’intera rappresentazione, va componendosi un mosaico dal realismo impressionante, che Eva Milella pronuncia con voce composta, mai eccessiva. Delicata, quasi timorosa, è la presenza scenica con cui pur domina il palco, opposta alla concisione del suo parlare e allo sfrontato sarcasmo delle sue riflessioni.

Ciò che più di ogni espediente tecnico conquista il pubblico è l’effetto ipnotico di una recitazione che pare non recitare: come si trovasse nel mezzo di una conversazione tra amici, Eva Milella si perde nelle sue digressioni per poi recuperare il filo del discorso, quasi fosse non scritto, pensato in quel momento, amplificando le parole con gesti naturali e pose mai artificiose.

Uno spettacolo dal linguaggio nuovo e fresco, che fa ridere senza amarezza pur nella spiazzante verità del resoconto, e che vuol far riflettere, ma con speranza, sulle derive tragicomiche dei comportamenti umani.

Lo spettacolo è andato in scena:
Teatro Cometa Off

via Luca della Robbia, 47 – Roma (zona Testaccio)
fino a domenica 30 gennaio
orari: tutti i giorni ore 20.45
(durata 40 minuti circa senza intervallo)

Sulle spalle degli altri
di Eva Milella
regia Luca Angeletti
con Eva Milella
musiche Giovanni Di Cosimo
aiuto regia Erika Aversa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.