La Storia si svela a teatro

teatro-cooperativa-milanoUna rilettura satirica della nostra Storia per scoprire tutto quello che non abbiamo mai studiato.

Flavio Oreglio fino al 17 novembre porta in scena al Teatro della Cooperativa il nuovo spettacolo, Sulle spalle dei Giganti, tratto dai suoi libri editi da Salani, Storia curiosa della scienza – Le radici pagane dell’Europa (2011) e Storia curiosa della scienza – La rivoluzione degli Arabi (2013).

Il monologo, dai toni umoristici e satirici, ripercorre l’evoluzione storica dell’uomo mettendo in luce gli eventi “positivi” e gli aspetti cruciali che spesso durante il percorso scolastico e formativo non vengono considerati e studiati.

Sono proprio questi elementi, e non la mera ricostruzione cronologica delle guerre, a far sorgere nell’uomo la libertà di un pensiero critico, utile alla lettura dei fatti passati, presenti e futuri.

Cosa ci insegnano a scuola? Ci raccontano proprio tutto? Perché non si approfondiscono gli eventi positivi dell’evoluzione umana?

Partendo da queste domande e dalle problematiche del presente, l’attore accompagna lo spettatore in un viaggio attraverso i secoli: dalle prime scoperte e invenzioni dell’uomo, ai grandi pensatori dell’antica Grecia, passando per le strade dell’Impero Romano ed entrando nelle case dei primi cristiani vittime della persecuzione pagana.

Da questo celere viaggio deriva una riflessione quanto mai attuale, che rimbalza dai temi eticamente sensibili al processo a Galileo, dal senso perduto della democrazia alla corte di Costantino, dalla povertà dei nostri tempi alla grandezza culturale ellenistica.

Si crea un filo narrativo, efficace nel suo incedere, che collega eventi distanti nel tempo, ma uniti dall’intramontabile lotta per il potere, mentre sullo sfondo resta l’eterna diatriba tra scienza e religione, tra fede e ragione.

La convincente prova di Oreglio non deve però “spaventarci”, perché questo conflitto tra poteri umani, in cui Dio non c’entra niente, è negativo in quanto strumentalizzato da individui sempre più assetati di potere.

L’oscurantismo che si viene a creare da queste situazioni conflittuali può e dev’essere squarciato attraverso uno sguardo “positivo” alla storia dell’uomo e, soprattutto, collocandosi sulle spalle dei giganti, ovvero facendo tesoro di tutto il sapere trasmesso dai grandi del passato e usandolo per guardare avanti, verso la costruzione di un futuro migliore.

Lo spettacolo continua
Teatro della Cooperativa
Via Hermada 8
dal 5 al 17 novembre
orario: da giovedì a sabato ore 20.45; domenica ore 16.00; lunedì riposo

Sulle spalle dei giganti
di e con Flavio Oreglio
coproduzione Just in Time – Catartica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.