À bout de souffle

tpeIl Festival Teatro a Corte – diretto da Beppe Navello – ospita Ivan Mosjoukine, un collettivo composto da quattro irriverenti interpreti del nouveau cirque.

Il circo possibile di Ivan Mosjoukine si compone di un insieme di concetti comuni – alla base del nostro vivere quotidiano, dei nostri rapporti con gli altri – messi in scena attraverso l’arte del paradosso e dell’ironia da quattro giocolieri/funamboli/clown che spiazzano la platea, nel primo weekend festivaliero torinese.

In parole semplici: immaginate una voce off che descriva un uomo sdraiato a letto mentre sta fumando – in maniera molto cinematografica – una sigaretta e vediate un valente equilibrista che mima la scena reggendosi – col corpo disteso in orizzontale – su una mano; immaginate una serie di cartelli che affrontano filosoficamente la difficoltà di mostrarsi a proprio agio in posizioni “scomode” e vediate una giovane funambola rimanere in piedi su una corda sospesa nel vuoto, bilanciandosi ironicamente tra l’istinto di mantenere la propria posizione con professionalità e il desiderio di giocare con quell’instabilità che – ne è cosciente – susciterà il riso nel pubblico.

Numeri brevissimi, scanditi da un juke-box impazzito, funzionale al ritmo dello spettacolo ma anche alla costruzione delle atmosfere, tra exploit da numero circense – due esempi tra tutti: l’artista del corpo che, reggendosi sulle mani, con una sedia appoggiata alle gambe, piroetta su se stesso fino a ritrovarsi comodamente seduto e, ancora, lo stesso che si getta da una scala atterrando su un’asta – e momenti di pura clownerie o saggi di interpretazione attorale che, in brevi battute, toccano tutte le corde dell’anima, dal faceto al tragico.

Spiazzante, sagace, ottimamente eseguita – si veda il pezzo sull’insulsaggine della cosiddetta conversazione “amichevole” e le varie frecciate indirizzate alla comunicazione e all’informazione di massa – con un finale sulla parabola umana che è pura poesia: una performance che coinvolge il pubblico fino all’ultimo respiro.

MOS

Lo spettacolo ha avuto luogo all’interno del Festival Teatro a Corte:
Teatro Astra
via Rosolino Pilo, 6 – Torino
sabato 6 Luglio, ore 19.00

Ivan Mosjoukine presenta :
De nos jours [Notes on the circus]
circo contemporaneo – Francia
una performance di Ivan Mosjoukine
ideata e realizzata da 
Erwan Ha Kyoon Larcher, Vimala Pons, Tsirihaka Harrivel, Maroussia Diaz Verbèke
lighting design Ivan Mosjoukine con Elise Lahouassa
scene Stephan Duve
costumi e attrezzeria Marion Jouffre
set-up engineers Tim Van Der Steen e Manu Debuck
amministrazione e produzione Mathilde Ochs
coproduzione La brèche – Centre Régional des arts du cirque de Basse Normandie – Cherbourg-Octeville; lʼHippodrome, Scène Nationale de Douai; Parc de La Villette (EPPGHV); Les Subsistances, Lyon; La Verrerie dʼAlès, Pôle National des arts du Cirque Languedoc-Roussillon (PNC-LR); Cirque-Théâtre dʼElbeuf, centre des arts du cirque de Haute-Normandie / sostenuto dalle residenze La brèche – Centre Régional des arts du cirque de Basse Normandie – Cherbourg-Octeville; La Cascade-Maison des Arts du Clown et du Cirque, Bourg-saint- Andéol; Le Monfort, Paris; L’Espace Périphérique-Parc de la Villette-Ville de Paris; Association de Regards et Mouvements, Hostellerie de Pontempeyrat; lʼHippodrome, Scène Nationale de Douai; Parc de La Villette (EPPGHV); Les Subistances, Lyon; LʼAgora, PNAC de Boulazac; La Ferme du Buisson, scène nationale de Marne-la-Vallée; LE CENTQUATRE, Paris / con l’aiuto di Jeunes Talents Cirque Europe 2009-2010, opération financée avec le soutien de la Commission européenne; Ministère de la Culture et de la Communication: DGCA et DRAC Ile de France; Ville de Paris / sous les couleurs de TSILO.COM

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.