Teatro a Corte 2015 "> Teatro a Corte 2015

Teatro a Corte 2015

Teatro a Corte 2015, articolo di "Assunta Matassa" su Persinsala Teatro
mercoledì , 20 giugno 2018
Home | Annunci/Comunicati | Teatro a Corte 2015

Teatro a Corte 2015
Recensioni/Articoli di

Al via la quindicesima edizione del festival internazionale Teatro a Corte a Torino, che sposterà per qualche settimana il baricentro teatrale europeo nelle meravigliose corti sabaude. A partire da luglio e fino ai primi di agosto torna Teatro a Corte, la rassegna di teatro nelle dimore dei Savoia nata nel 2007 da una intuzione di …

L’Europa alla Corte di Torino

Al via la quindicesima edizione del festival internazionale Teatro a Corte a Torino, che sposterà per qualche settimana il baricentro teatrale europeo nelle meravigliose corti sabaude.

A partire da luglio e fino ai primi di agosto torna Teatro a Corte, la rassegna di teatro nelle dimore dei Savoia nata nel 2007 da una intuzione di Beppe Navello.
Promosso dalla Fondazione Teatro Piemonte Europa, il sogno, ormai realizzato, di un «Festival Teatro Europeo nella cornice grandiosa delle dimore sabaude» rappresenta non solo un momento di cultura, ma anche un’opportunità di promozione per il turismo e per le valorizzare delle meraviglie di questa terra.
Sono, infatti, le storiche regge dei Savoia a costituire la scenografia per l’esibizione di ventisei compagnie teatrali con diversa provenienza geografica (Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Israele, Italia, Regno Unito, Spagna) e cornice di un variegato numero di proposte multidisciplinari. Dal teatro nel senso più classico – ma mai  tradizionale – del termine, al circo, all’arte performativa, alla danza, fino alla realizzazione di installazioni artistiche, che attive anche dopo la fine del festival.

Tra le tematiche centrali ci sarà il cibo, anche nella declinazione di «nutrire il pianeta», con l’ambiente teatrale torinese che ha, infatti, deciso di mostrarsi a sostegno delle stesse tematiche della contemporanea Expo di Milano. La scelta, qui, è di porre l’accento sul trinomio uomo-natura-cibo, sfruttando a pieno tutte le risorse offerte da un contesto del tutto particolare, quello artistico. In tal senso, oltre al focus di diversi spettacoli sulla riflessione alimentare, Teatro a Corte, partendo dagli spazi di aggregazione delle ville, dei giardini e dei parchi, intraprenderà una serie di iniziative satellitari, ma contestuali alla tematica della nutrizione: presentazioni, incontri, ma anche degustazioni, pasti condivisi e Con-Vivium, progetto che gli studenti dell’Accademia Albertina di Torino hanno realizzato per il festival a partire da una citazione del filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, «noi siamo quello che mangiamo».

Ospite d’onore sarà la Germania che, grazie all’impegno diretto del Goethe Institut, porterà in scena sei spettacoli su forme di espressività diversa all’interno dello spazio dedicato Torino incontra Berlino, «dal circo al teatro di figura alla danza», tra cui l’attesissima prima nazionale Western Society del collettivo Gob Squad, e Le sacre du printemps: a haptic rite di Kenji Ouellet, performance capace di coinvolgere direttamente il pubblico e diventare «sinfonia e unica vera coreografia dalla quale lasciarsi trasportare».

Sarebbero tante le proposte messe in campo da questa edizione di Teatro a Corte per rilanciarela propria missione di costruzione, in Italia, di un teatro di respiro europeo lungo i tredici giorni su tre weekend dal 15 luglio al 2 agost:, dalla coreografa Jann Gallois, che porta il suo P=Mg in Italia dopo aver fatto incetta di premi in tutta Europa, al film di Manuelle Blanc dedicato a Frank Soehnle, maestro della puppetry tedesca, cui seguirà un focus di Alfonso Cipolla sul teatro di figura tedesco; dalle esibizioni site-specific del nuovo circo di Jérôme Hoffmann e Sébastien Le Guen sul tema della caduta alle architettoniche acrobazie in prima nazionale di Cécile Mont-Reynaud.

Impossibile, allora, raccontare a parole una kermesse così ricca che sarà dedicata all’esplorazione del circo contemporaneo (dal 15-19 luglio), al teatro di figura (dal 23 al 26 luglio) e alla danza (dal 31 luglio al 2 agosto), e sempre attenta, in collaborazione con il Comune di Torino, a creare le condizioni di partecipazione diffusa, permettendo a tutti di raggiungere facilmente le varie sedi in cui è dislocato il Festival tramite un servizio di navetta gratuito per le dimore Sabaude.

Impossibile, se non forse inutile e tedioso, perché il teatro, nelle sue molteplici forme, va vissuto. L’appuntamento è, allora, dal 15 luglio, a Torino.

Gli spettacoli andranno in scena:
Agliè: Castello
Fontanafredda: Villa Reale
Racconigi: Castello
Rivoli: Castello
Stupinigi: Palazzina di Caccia
Torino: Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, Palazzo Reale, Teatro Astra
Venaria Reale: Reggia
15 luglio – 2 agosto

Festival Teatro a Corte – Fondazione Teatro Piemonte Europa
direttore Beppe Navello
direzione organizzativa Fabio Rizzio
organizzazione Giulia Caruso, Elena Ormezzano, Andrea Prono
direzione di sala Cesare Perotti
direzione tecnica Antonio Merola
grafica e immagine coordinata Mattia Rinaldi
consulenza artistica Sylvie Cavacciuti, Mara Serina
staff tecnico Mauro Panizza, Pey, Paolo Raimondo, Ornella Fontana, Claudio Paladino, Luca Demarinis, Pietro Striano, Umberto Camponeschi Stagiste Roberta De Vitis, Tiziana Digiulio, Biancaga
www.teatroacorte.it
 
Il Cartellone 2015:
15 luglio
Torino, Teatro Astra
Gianluca e Massimiliano De Serio (Italia) presentano:
Dissolvenze
di Gianluca e Massimiliano De Serio
scenografia Giorgio Barullo
suono Mybosswas
proiezioni video Diana Giromini
montaggio video Stefano Cravero
luci Cristian Zucaro
Fondazione Teatro Piemonte Europa
creazione per il Festival

16 luglio – 12 ottobre
Venaria Reale, Giardini della Reggia
Alice Delorenzi (Italia) presenta:
Il Falso Convitto
progetto Alice Delorenzi
ideazione e realizzazione Alice Delorenzi e Francesco Fassone
Fondazione Teatro Piemonte Europa, La Venaria Reale
creazione per il Festival

16 – 26 luglio
Torino, Accademia Albertina
Accademia Albertina Di Torino e Francesca Arri (Italia) presentano:
Con-Vivium
ideatori progetto e impianti scenografici e scenotecnici Valeria Piasentà, Massimo Voghera e Claudia Esposito
progetto sistemi interattivi e videoinstallazioni Ennio Berthrand
impianto illuminotecnico Liliana Iadeluca
realizzato dagli studenti dell’Accademia Albertina di Belle Arti, Valentina Albanese, Marzia Barbierato, Silvia Brero, Concetta Denaro, Vanessa Dosio, Paola Invernizzi, Maria Mineo e Tommaso Rinaldi
a cura di Francesca Arri
Fondazione Teatro Piemonte Europa
creazione per il Festival

17 e 18 luglio
Torino, Teatro Astra
Jann Gallois e Cie Burnout (Francia) presentano:
P=Mg
coreografia e interpretazione Jann Gallois
suono Jean-Charles Zambo
luci Cyril Mulon
produzione Cie Burnout
prima nazionale

17 e 18 luglio
Torino, Teatro Astra
Sanja Kosonen ed Elice Abonce (Finlandia) presentano:
Capilotractées
di e con Elice Abonce Muhonen e Sanja Kosonen
occhio esterno Tsirihaka Harrivel e Vimala Pons
stage management, costruzioni e luci Jérémie Bruyère
design, struttura e costruzione Michel Carpentier
creazioni musicali e arrangiamenti Sébastien Wojdan, Tsirihaka Harrivel e Vimala Pons
costumi e parrucche Elice Abonce Muhonen e Sanja Kosonen
foto e video Sébastien Armengol
prima nazionale

17 luglio
Torino, piazzetta Reale
Grotest Maru (Germania) presenta:
Timebank
direzione artistica, scene e costumi Ursula Maria Berzborn
performer Clara Gracia, Axel Meyer, Barbara Prądzyńska, Catia de Almeida Santos, Sergio Goni Serrano e Jefferson Pereira da Silva
direzione tecnica e rigging master Emmanuel Gillain
musica Martin Ertl
voce Paulina Almeida
luci Heinz Kasper
produzione Nadine Becker
creazione in situ – vetrina tedesca

18 luglio
Stupinigi, Palazzina di Caccia
Andrea Costanzo Martini (Italia/Israele) presenta:
Voglio Voglia
di Andrea Costanzo Martini
con Andrea Costanzo Martini e Adi Weinberg
creazione in situ

18 luglio
Stupinigi, Palazzina di Caccia
Gandini Juggling (Regno Unito) presenta:
8 Songs
direzione artistica Sean Gandini
assistente regia Kati Yla-Hokkala
performer Christopher Patfield, Francesca Mari, Frederike Gerstner, Inaki Sastre, Jose Triguero e Lynn Scott
management Marina Arranz, Tara Boland e Anne-Agathe Prin
foto Alice Allart
produzione Gandini Juggling Performance
prima nazionale

19 luglio
Racconigi, Castello/Parco
Tricyclique Dol (Francia) presenta:
La Source
direzione Artistica Ben Farey
creazioni plastiche Catherine Ladeuil
suono Benoît Favereaux
grafica Fred Fivaz
foto Collectif Recording Musiques de Rues 2007 et Eric Mengual Noirlac 2008 produzione e distribuzione Peggy Kintzinger, Caroline Vergon e Collectif Tricyclique Dol
creazione in situ

19 luglio
Racconigi, Castello/Margaria
Leandre Ribera (Spagna) presenta:
Iceberg
direzione Leandre Ribera
scritto e interpretato Leandre Ribera e Mireia Miracle
musiche Juanjo Grande e Alexander Kukelka
vocalist Montserrat Bertral
produzione Agnés Forn
anteprima

19 luglio
Racconigi, Castello/Margaria
Lonely Circus (Francia) presenta:
Fall, Fell, Fallen #S
di e con Jérôme Hoffmann e Sébastien Le Guen
messinscena collettiva diretta da Nicolas Heredia
collaborazione artistica Marion Coutarel
regia Vivien Sabot
luci Marie Robert
costruttori Sylvain Vassas e Olivier Gauducheau
prima nazionale

23 e 24 luglio
Torino, Teatro Astra
Meinhardt & Krauss (Germania) presentano:
Selbsttraum
interpretazione, ideazione e video Iris Meinhardt
regia e video Michael Krauss
musiche Thorsten Meinhardt
drammaturgia Anni Boden
prima assoluta – vetrina tedesca

23 luglio
Torino, Teatro Astra
Gob Squad (Germania/Regno Unito) presenta:
Western Society
concept Gob Squad
performer Johanna Freiburg, Sean Patten, Damian Rebgetz, Tatiana Saphir, Sharon Smith, Berit Stumpf, Sarah Thom, Bastian Trost e Simon Will
video Miles Chalcraft
suono Jeff Mcgrory
coordinamento tecnico e luci Chris Umney
costumi Emma Cattell e Kerstin Honeit
realizzazione scene Lena Mody
drammaturgia e production management Christina Runge
assistente artistico Mat Hand
management Eva Hartmann
prima nazionale – vetrina tedesca

24 luglio
Torino, Teatro Astra
Turak Théâtre (Francia) presenta:
Sur les Traces de Itfo
creazione, regia e scenografia Michel Laubu con il contributo di Emili Hufnagel
musica Laurent Vichard
con Michel Laubu, Marie-Pierre Pirson, Caroline Cybula ed Emili Hufnagel
musicisti dal vivo Laurent Vichard e Frédéric Roudet
luci Timothy Marozzi
suono Hélène Kieffer
scene Charly Frénéa, Géraldine Bonneton, Joseph Paillard ed Emmeline Beaussier
chitarre pre-registrate Rodolphe Burger
trombone pre-registrato Loïc Bachevillier
responsabile produzione Cécile Lutz
sguardo Esterno Olivia Burton, Philippe Cancel e Vincent Roca
prima nazionale

24 luglio
Torino, Teatro Astra
Manuelle Blanc (Francia) presenta:
Frank Soehnle: Filiation Poétique
un film di Manuelle Blanc
fotografia Michael Hädener
suono Sylvain Delecroix
montaggio Elke Hartmann
calibrazione Herbert Posch
mixaggio Johan Gay
produzione Marie Balducchi
prima nazionale

25 luglio
Venaria Reale, Via/Mensa
Décor Sonore (Francia) presenta:
Urbaphonix
direzione artistica Michel Risse
con Jérôme Bossard, Damien Boutonnet, Stéphane Marin, Emeric Renard e Gaëlle Salomon
creazione in situ

25 luglio
Venaria Reale, Reggia
Delrevés (Spagna) presenta:
Guateque
direzione Delrevés
coreografia e danzatori Saioa Fernández ed Eduardo Torres
musiche Aurelien Rotureau
creazioni audiovisuali e interpretazione Xuban Intxausti e Diego Dorado
costumi Killing Couture
creazione in situ

26 luglio
Agliè, Castello
Arkè Danza (Italia) presenta:
Italy
ideazione Matilde Demarchi
coreografie e coordinamento Matilde Demarchi e Annagrazia D’Antico
assistente coreografa Elena Salvadorini
danzatori Ensemble Arkè
creazione in situ

26 luglio
Agliè, Castello
Cie Lunatic (Francia) presenta:
Fileuse
interpretazione e messinscena Cécile Mont-Reynaud
testi scritti e narrati Laurence Vielle
dispositivi elettronici composizione Wilfried Wendling
scene Gilles Fer
luci Annie Leuridan
suono Thomas Mirgaine
assistente messinscena Volodia Lesluin
collaborazione artistica Yumi Fujitani
costumi Mélanie Clénet
prima nazionale

30 e 31 luglio
Torino, Teatro Astra
Kenji Ouellet (Germania) presenta:
Le Sacre du Printemps: a Haptic Rite
ideazione e coreografia Kenji Ouellet
performer Susanne Eder, Franziska Kronfoth, Kenji Ouellet e Anna-Luella Zahner
produzione Hau Hebbel Am Ufer
presentato in collaborazione con Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Onlus – Sezione Provinciale di Torino
prima nazionale – vetrina tedesca

30 luglio
Torino, Teatro Astra
Maria Clara Villa Lobos e Xl Production (Belgio) presentano:
Mas-Sacre
coreografia e ideazione Maria Clara Villa Lobos
con Barthélémy Manias, Coral Ortega, Alberto Velasco e Clément Thirion
regia Jean-François Dubois
scene e costumi Frédérique de Montblanc
musica Igor Stravinsky
analisi musicale e ritmo Michel Debrulle
montaggio sonoro Gaetan Bulourde
video Lucas Racasse in collaborazione con Robin Yerlès
prima nazionale

31 luglio
Torino, Teatro Astra
Association W e Julia Christ (Francia/Germania) presentano:
Pleurage et Scintillement
concept e performance Jean-Baptiste André e Julia Christ
drammaturgia Michel Cerda
collaborazione artistica Mélanie Maussion
scene Alain Burkarth
pittura pavimenti e tende Mathieu Delangle
ideazione luci Marc Moureaux
costumi Charlotte Gillard
suono Frédéric Peugeot
prima nazionale – vetrina tedesca

1° agosto
Rivoli, Castello
Association W (Francia) presenta:
Se Voir
ideazione e interpretazione Jean-Baptiste André
produzione generale Joël l’Hopitalier Association W
creazione in situ

1° agosto
Rivoli, Castello
Billy Cowie (Regno Unito) presenta:
Art of Movement
con Simone Schmidt e Aneta Majcher
danzatori virtuali Yumiko Minami, Tomohiko Kyougoku, Kaori Ito, Jacqueline Mitchell e Shintaro Oue
presentatore virtuale Kazuko Hohki
direzione artistica Silke Mansholt
costumi Holly Murray
violoncello Wei Tsen Lin
voci Lucie Robson e Cathryn Robson
prima nazionale

1° agosto
Rivoli, piazza Mafalda di Savoia
Satchie Noro e Silvain Ohl (Francia) presentano:
Origami
progetto e ideazione Satchie Noro e Silvain Ohl
regia luci e suono Thierry Arlot
costruzioni Silvain Ohl ed Eric Noël
danza Satchie Norocréation
costumi Karine de Barbarin
suono Fred Costa
creazione in situ

1° agosto
Torino, Teatro Astra
Sol Picó (Spagna) presenta:
One-Hit Wonders
direzione artistica Sol Picó ed Ernesto Collado
coreografia e danza Sol Picó
scene e interpretazione Joan Manrique
luci Sylvia Kuchinow
costumi Valeria Civil
assistente movimento Cristina Facco
fotografia Rojobarcelona
prima nazionale

2 Agosto
Fontanafredda, Villa Reale Guido Ristorante
Bruno Franceschini e Chef Ugo Alciati (Italia/Francia/Germania) presentano:
Variazioni Conviviali
di Tilmann Rammstedt, Fabien Vallos, Enrico Remmert e Luca Ragagnin
regia Bruno Franceschini
con la collaborazione di Guido Ristorante
con Daria Pascal Attolini, Tatiana Lepore e Maria Alberta Navello
Fondazione Teatro Piemonte Europa
creazione per il Festival

9,00

Check Also

2 A Scatola Chiusa Andante Cantabile Con Slancio Cardeamercuriati Foto Sara Dincalci

A scatola chiusa – Andante cantabile con slancio

All’interno della rassegna Eliseo Off, è andato in scena A scatola chiusa – Andante cantabile …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

In coerenza con l'impegno continuo dell'Associazione Persinsala di offrire i migliori servizi ai propri lettori e utenti, abbiamo adeguato le nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR), in particolare sono state aggiornate la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti garantiti dal nuovo Regolamento, che ti invitiamo a prendere visione maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi