Teatro della Cometa di Roma. Cartellone teatrale 2016/17

Dal 28 settembre parte la nuova stagione del Teatro della Cometa. Un cartellone con tanti titoli nuovi e alcune conferme, che portano per lo più la firma di Gianni Clementi.

Si presenta elegante, brillante e intelligente la prossima stagione del Teatro della Cometa che dal prossimo 28 settembre vedrà la scena inaugurata da Tre papà per un bebè.
Una commedia che in modo leggero affronta la tematica della paternità con tre uomini single, un donnaiolo impenitente, un omosessuale eccentrico e un laureato in ginecologia con problemi con l’altro sesso che vivono nello stesso appartamento in cui piomberanno un neonato e una misteriosa e avvenente ragazza. Saranno Mario Zamma, Nicola Canonico e Giuseppe Cantore a dar vita a questi personaggi diretti da Roberto D’Alessandro.

Massimo Venturiello sarà invece il magnifico interprete di Barberìa, barba, capiddi e mandulinu, un testo intenso e originale, scritto da Gianni Clementi, ambientato in una Sicilia d’altri tempi.
Ad accompagnare il barbiere nel suo racconto una piccola orchestra, la Compagnia popolare favarese, che con un tamburello, due mandolini e una fisarmonica abbandonati in un angolo della barberia daranno vita a melodie istintive con ritmi quasi tribali. In scena dal 19 al 30 ottobre.

Ed è di Gianni Clementi anche l’inedita e “ruvida” commedia Finchè vita non ci separi, diretta con leggerezza e determinazione da Vanessa Gasbarri. La pièce vede protagonista la famiglia Mezzanotte intenta a preparare le nozze dell’enigmatico ed intrigante Giuseppe (Luigi Pisani), figlio di Alba (Giorgia Trasselli) e Cosimo (Enzo Casertano), maresciallo in pensione dell’Arma.
L’arrivo di Miriam (Federica Quaglieri) hair stylist e make up artist – come ama definirsi – porta in casa Mezzanotte una ventata di effervescente e scoppiettante simpatia. Tutto è pronto, perfetto, ma solo dal 2 novembre si scopriranno gli sviluppi di questa commedia che promette grasse risate.

Dal 3 al 13 novembre, ma fuori abbonamento e al Cometa Off, lo spettacolo Pianoforte vendesi, tratto dall’omonimo romanzo di Andrea Vitali. Una coproduzione Fondazione Aida e ARS Creazione e Spettacolo, con Adriano Evangelisti, musiche originali di Patrizio Maria D’Artista e la regia di Raffaele Latagliata, che ha lavorato a stretto contatto con Vitali, che per la prima volta si è cimentato nel lavoro di trasposizione drammaturgica di un suo romanzo.

Tornando alla Cometa, dal 23 novembre all’11 dicembre, Nessun luogo è lontano, spettacolo scritto e diretto da Giampiero Rappa, che spiega così il suo lavoro: «Tutta l’azione scenica avviene all’interno di una baita, metafora di quel luogo interno dove ci si isola per proteggersi e capire cosa si desidera veramente dalla vita».

Un gradito ritorno accompagnerà gli spettatori per tutto il periodo natalizio, si riaffaccia di nuovo Gianni Clementi, riproponendo la commedia Le belle notti, che vede in scena molti figli d’arte all’interno di un noto liceo romano in pieno fermento sessantottino. Un successo di pubblico della scorsa stagione, che trainerà la Cometa nel 2017, lo spettacolo infatti sarà in scena dal 14 dicembre all’8 gennaio con la regia di Claudio Boccaccini.

Coppia non solo per finzione, ma anche nella vita Max Vado e Michela Andreozzi si sfidano sul Ring. Diciassette quadri sulla vita a due, tra risate e dramma. Lo spettacolo, scritto da Léonore Confino, racconta la coppia e le sue infinite possibilità attraverso genitori, amanti, sconosciuti, mariti e mogli, Adamo e Eva, divorziati e vedovi, disegnando uno spaccato reale in cui il coesistere con l’altro sesso significa soprattutto non poterne fare assolutamente a meno. Sul palcoscenico, anzi sul “ring” teatrale, dall’11 al 29 gennaio.
Un vero e proprio varietà sulla maternità giunge al teatro della Cometa direttamente dagli Stati Uniti e dal Canada, dove Mom’s the word (questo il titolo originale) ha riscosso un successo incredibile. Tra pannolini, notti insonni, pappette e biberon, quattro attrici affiatatissime danno voce, corpo e anima a un intreccio di racconti e aneddoti oltremodo divertenti, che estasieranno il pubblico. Un’ora e mezza strepitosa allietata anche dalle canzoni e dalle musiche, scritte e arrangiate dalla collaudatissima coppia Stefano Fresi e Toni Fornari. Moms, aspetta le mamme, magari senza i loro pargoli, dal 1 al 19 febbraio.
Gennaro Cannavacciuolo accompagnato dalla batteria, dal contrabasso e dal sax-clarino che, in alcuni momenti di grande suggestione, proporrà degli assoli con ritmi swing, riporta in vita Yves Montand. Una vita lunga settant’anni (1921 – 1991), costellata da straordinari successi e da importanti impegni politici, scandita dalle canzoni più significative dell’artista all’interno di uno spettacolo di stampo classico e di grande eleganza, che segue la struttura del recital con brevi monologhi, aneddoti e immancabili curiosità. In scena dal 22 febbraio al 19 marzo.
A seguire Risiko, la storia di un gruppo di giovani yuppies della politica che negli anni ’90 si sono riuniti in un albergo per il congresso del loro partito, in occasione dell’elezione del loro nuovo segretario giovanile. Non una commedia sulla politica, ma sul potere, in particolare di come dei ragazzi si avvicinano ad esso. L’azione si svolge nell’arco di un intero giorno, ma alla Cometa Tommaso Cardarelli, Alessio Del Mastro, Roberto Laureri e Luigi Pisani si ritroveranno dal 22 marzo al 9 aprile.

Il linguaggio forte, assolutamente esplicito, lineare e con venature ironico sarcastiche miste a punte di comicità feroce, di Alessandro Benvenuti, caratterizza Chi è di scena.
Al centro di questo lavoro uno stravagante e chiacchierato uomo di teatro scomparso dalle scene improvvisamente e apparentemente senza un plausibile motivo da cinque anni, che viene rintracciato per un caso fortuito da un giovane fan. Dal 19 aprile al 7 maggio.

La stagione della Cometa si concluderà con un artista versatile come Marco Zadra che nel suo Zadriskie Point, un Jazz Café da lui stesso gestito insieme a una ballerina zoppa e un barman sordomuto, «dà vita ad uno sfogo tragicomico che racconta le terapie tentate, i lavori alternativi, la solitudine ed il rapporto con l’unico amico fedele, il suo cane, anche lui affetto da sindrome maniaco depressiva». Un susseguirsi di emozioni dal 10 al 28 maggio.

Gli spettacoli andranno in scena:
Teatro La Cometa
via del Teatro Marcello, 4 – Roma

28 settembre – 16 ottobre 2016
Tre papà per un bebè
di Antonio Grosso
regia Roberto D’Alessandro
Mario Zamma, Nicola Canonico, Giuseppe Cantore, con Leonardo Barbarisi e con la partecipazione di Alessia Fabiani
assistente regia Viviana Simone
musiche Mariano Perrella
scene Biagio Barbarisi e Clara Surro
costumi Clara Surro

19 – 30 ottobre 2016
Barberìa, barba capiddi e mandulinu
di Gianni Clementi
Regia Massimo Venturiello
con Massimo Venturiello e un’orchestra “da barba” siciliana diretta da Domenico Pontillo Compagnia Popolare Favarese: Pasquale Augello (percussioni), Peppe Calabrese (chitarra e voce), Nino Nobile (mandolino), Maurizio Piscopo (fisarmonica e voce), Mimmo Pontillo (mandolino)

2 – 20 novembre 2016
Finché vita non ci separi – Ovvero W Gli Sposi
di Gianni Clementi
regia Vanessa Gasbarri
con Giorgia Trasselli, Enzo Casertano, Federica Quaglieri, Luigi Pisani, Alessandro Salvatori
scene e costumi Velia Gabriele
disegno luci Giuseppe Filipponio
direttore di scena Katia Titolo

23 novembre – 11 dicembre 2016
Nessun luogo è lontano
con Valentina Cenni, Giampiero Rappa, Giuseppe Tantillo
scritto e diretto da Giampiero Rappa
musiche Stefano Bollani
regista assistente Alberto Basaluzzo
scenografia Francesco Ghisu
assistente scenografo Lorena Curti costumi Lucia Mariani

14 dicembre 2016 – 8 gennaio 2017
Le belle notti
di Gianni Clementi
regia Claudio Boccaccini
con Grace Ambrose, Sergio Andrei, Lucia Clementi, Federica Di Lodovico, Mariachiara Di Mitri, Benedetta Fasano, Leonardo Ghini, Eugenia Iorio, Filippo Laganà, Federico Lepera, Luca Paniconi, Paolo Roca Rey, Francesco Sarmiento, Tiziano Scrocca, Camilla Tedeschi, Filippo Tirabassi, Diana Zagarella

11 – 29 gennaio 2017
Ring
di Léonore Confino
traduzione Antonella Questa
regia Massimiliano Vado
con Michela Andreozzi, Massimiliano Vado
musiche Antonio Di Pofi
movimenti coreografici Valeria Andreozzi
luci Stefano Pirandello
direttore di scena Alessandro Greggia
foto di scena Barbara Gravelli

1 – 19 febbraio 2017
MOMS! Il primo varietà sulla maternità
di Jill Daum, Linda Carson, Alison Kelly, Barbara Pollard, Robin Nichol e Deborah Williams traduzione Valentina Martino Ghiglia
regia Ferdinando Ceriani
con Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Laura Mazzi, Silvia Siravo
testi canzoni Toni Fornari
arrangiamenti Stefano Fresi
scena e costumi Marta Crisolini Malatesta

22 febbraio – 19 marzo 2017
Yves Montand – Un italiano a Parigi
di e con Gennaro Cannavacciuolo
Pianoforte: Dario Pierini – Clarino-sax: Andrea Tardioli – Contrabasso: Flavia Ostini – Batteria: Antonio Donatone Regia: Gennaro Cannavacciuolo Aiuto regia: Valeria D’Orazio coreografie Roberto Croce Scene, Eva Sgrò
luci Michele Lavanga

22 marzo – 9 aprile 2017
Risiko – Quell’irrefrenabile voglia di potere
di Francesco Apolloni
regia Vanessa Gasbarri
con Tommaso Cardarelli, Alessio Del Mastro, Roberto Laureri, Luigi Pisani
musiche Jonis Bascir
scene Katia Titolo
costumi Cristiana Putzu
luci Corrado Rea

19 aprile – 7 maggio 2017
Chi è di scena
testo e regia Alessandro Benvenuti
con Alessandro Benvenuti, Paolo Cioni, Maria Vittoria Argenti

10 – 28 maggio 2017
Zadriskie Point
Scritto diretto da Marco Zadra
con Marco Zadra, Tiko Rossi Vairo, Antonella Salerno, Gianluca Mandarini

COMETA OFF
3 – 13 novembre 2016
Pianoforte Vendesi
tratto dall’omonimo romanzo di Andrea Vitali
con Adriano Evangelisti
musiche originali di Patrizio Maria D’Artista
Regia Raffaele Latagliata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.