Un annuncio a tutto il mondo teatrale: il Teatro della Cooperativa di Milano sta per essere invaso da una ciurma di artisti irriverenti e scomodi, “I fastidiosi”.

L’undicesima stagione del Teatro della Cooperativa, dedicata a «I fastidiosi», nasce dalla necessaria lettura del presente che il teatro non può esimersi dall’offrire a un pubblico di “cittadini” – perché il teatro dovrebbe essere sempre così: scomodo, come scomodi erano gli Antichi Greci, che non esitavano a investire l’arte teatrale del compito di porre domande sul presente, di denunciare gli aspetti più oscuri della società, di infastidire il pubblico.

Ecco, allora, i “fastidi” con cui il Teatro della Cooperativa pungolerà il pubblico: mafia, guerra, famiglia, morti bianche, Chiesa, mass media, privatizzazioni, e corruzione. La stagione avrà infatti le caratteristiche di una lunga e complessa riflessione sull’Italia contemporanea, affrontata dagli autori e interpreti dai diversi punti di vista che compongono il mosaico di un Paese difficile da comprendere.

Una tra le molte prospettive di interpretazione è sicuramente la rilettura del recente passato: Goli Otok, con Paolo Bonacelli e Renato Sarti, denuncia un «pezzo di storia poco visitato e rimosso» (il lager più terribile del regime di Tito), attraverso la testimonianza di un sopravvissuto. Mentre L’innocenza di Giulio – di Giulio Cavalli (gradito ritorno dopo il tutto esaurito della passata stagione), mette in scena “vita e opere” di un personaggio alquanto controverso per individuare possibili linee di continuità tra la politica degli anni dal dopo guerra a oggi.

Il Teatro della Cooperativa concilia però sempre denuncia e commedia: come nella vita quotidiana, quando i sentimenti sono troppo tragici da sostenere arriva una risata liberatoria, così alcuni artisti affronteranno tematiche urgenti in chiave comica.

Flavio Pirini e Pasqualino Conti rileggeranno la recente stagione intessuta di scioperi-gru-tetti-occupazioni dando vita a Showpero – Una protesta inutile per fini personali. Tutta al femminile (Margherita Antonelli, Alessandra Faiella, Rita Pelusio e Claudia Penoni) è invece la squadra di attrici brillanti che, in Stasera non escort, rifletteranno in maniera satirica sul ruolo e l’immagine della donna nell’attuale era mass-mediatica.

Infine ritroveremo alcuni tra gli spettacoli divenuti ormai dei classici della produzione targata Cooperativa: da 2011 Trilogia del benessere di Renato Sarti (che nulla a invidiare al Goldoni più caustico) a Muri – prima e dopo Basaglia (con una strepitosa Giulia Lazzarini); da Io santo, tu beato a Chicago Boys (entrambi frutto della collaborazione tra Sarti e Bebo Storti e mai, come in questi tempi di crisi, attuali nella spregiudicata denuncia delle trame sottili delle quali la nostra società sembra non riuscire a liberarsi).

Non potendo, per ragioni di spazio, elencare tutti gli spettacoli di una stagione che si presenta davvero ricca, vogliamo segnalare ancora Cani cani della compagnia Lupus Agnus; il ritorno di Walter Leonardi con Mamma mafia spaghetti pizza mandolino; Costanzo/Rustioni con il caustico Lucido – firmato dal fenomeno teatrale del momento, Rafael Spregelburd – e infine Leonardo Manera in Italian Beauty – viaggio in un paese di mostri.

Nell’ironica copertina della stagione, disegnata dall’artista triestino Ugo Pierri, in basso a sinistra, piccolo piccolo ma ugualmente pungente, si scorge un insettino che si chiama Renato. Speriamo continui a dare fastidio: ne abbiamo bisogno.

Stagione 2011-2012
Teatro della Cooperativa
Via Hermada, 8 – Milano

Il cartellone:
lunedì 19 e martedì 20 settembre
Goli Otok
testo e regia Renato Sarti

da giovedì 22 a domenica 25 settembre
The Gufostory – Gufo per una notte
testo e regia di Roberto Brivio

da martedì 27 settembre a domenica 2 ottobre
Midia – L’uomo medio attraverso i media
di Francesca Sangalli
regia di Giovio 15

da martedì 4 a domenica 9 ottobre
Giorni rubati
di Gianmarco Mereu
regia Silvia Cattoi e Juri Piroddi

da mercoledì 12 a domenica 23 ottobre
2011 Trilogia del benessere
testo e regia Renato Sarti

da martedì 25 a domenica 30 ottobre
Lucido
di Rafael Spregelburd
regia Milena Costanzo e Roberto Rustioni

da martedì 1 a domenica 6 novembre
Muri – prima e dopo Basaglia
testo e regia Renato Sarti
con Giulia Lazzarini

da martedì 8 a domenica 27 novembre
Io santo, tu beato
di Renato Sarti in collaborazione con Bebo Storti
regia Renato Sarti

da martedì 29 novembre a domenica 4 dicembre
Mamma mafia spaghetti pizza mandolino
Un evento sull’Italia contemporanea
uno spettacolo di Walter Leonardi

da martedì 13 a venerdì 30 dicembre
Stasera non escort
regia Marco Rampoldi
assistenza regia e collaborazione ai testi Marianna Stefanucci

da mercoledì 11 a domenica 22 gennaio 2012
Suicidi?
di Mario Almerighi e Fabrizio Coniglio
diretto e interpretato da Bebo Storti e Fabrizio Coniglio

da mercoledì 25 gennaio a domenica 19 febbraio
Showpero – Una protesta inutile per fini personali
di e con Flavio Pirini e Pasqualino Conti
regia Renato Sarti

da mercoledì 22 febbraio a domenica 4 marzo
Italian Beauty – Viaggio in un paese di mostri
di e con Leonardo Manera
regia Marco Rampoldi

da martedì 6 a domenica 11 marzo
Storie di uomini – Un anno sull’altipiano
Ispirato al libro Un anno sull’altipiano di Emilio Lussu
drammaturgia Andrea Brunello
regia Michele Ciardulli

da mercoledì 21 marzo a giovedì 5 aprile
Chicago boys
di Renato Sarti con la collaborazione di Bebo Storti
regia e interpretazione Renato Sarti

da mercoledì 11 a domenica 22 aprile
Non sparate sulla mamma
di Carlo Terron
regia Marco Rampoldi

da mercoledì 2 a sabato 12 maggio
6% – Cca na volta era tutta campagna
di e con Domenico Pugliares
regia Marco Di Stefano

da mercoledì 16 a sabato 26 maggio
Cani cani
di Aquilino
regia Stefano de Luca

da lunedì 28 a mercoledì 30 maggio
Come mi batte forte il tuo cuore
dal libro di Benedetta Tobagi
con Annabella di Costanzo e Manuel Ferreira

da mercoledì 6 a sabato 16 giugno
L’innocenza di Giulio – Andreotti non è stato assolto
di e con Giulio Cavalli
regia Renato Sarti

Eventi speciali:
lunedì 13 febbraio, lunedì 5 marzo e lunedì 16 aprile 2012
Varia donnità
Scene per femmina del teatro d’autore
a cura di Marta Marangoni e Rossana Mola

lunedì 20 febbraio 2012
Rosso vivo
la storia di Valerio Verbano liberamente tratta dal libro di Carla Verbano con Alessandro Capponi Sia folgorante la fine
di e con Alessandra Magrini
sonorità, video, luci e aiuto regia Francesco Marchese

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.