Nuova stagione?

L’estate volge ormai decisamente alla fine. Archiviati i vari festival ed eventi estivi, è tempo di dare un’occhiata al cartellone della prossima Stagione teatrale; un cartellone che, nella Regione Toscana, a dispetto della devastante crisi economica che dura ormai da vari anni, si presenta ancora ricco e interessante.

Perno della programmazione nel nostro territorio è senz’altro il Teatro della Toscana, espressione che raccoglie il Niccolini e la Pergola di Firenze, il Teatro Studio di Scandicci e il Teatro Era di Pontedera. L’unione dei quattro teatri permette di offrire una programmazione vasta: un totale di 83 spettacoli, di cui 13 prime nazionali, 11 produzioni e 10 coproduzioni.
Troviamo particolarmente degno di nota lo spazio assegnato al teatro ragazzi e alle lezioni di storia, e alcuni progetti speciali quali quello per la celebrazione del triste anniversario dell’alluvione di Firenze del 1966; e per il fausto evento dei 150 anni dall’instaurazione dei rapporti italo-giapponesi (con due spettacoli, fuori Cartellone, del tradizionale Teatro Nō: Hashitomi – La persiana con la gelosia a grata; e Oba ga sake – Il sake della zia). E ancora, uno spettacolo diretto da Claudio Longhi dal titolo Pugni ricolmi d’oro, ovvero come un ricco suddito resta sempre un suddito – che tratta un tema molto serio; letto, però, come regia longhiana comanda, ovvero in chiave ironica grazie alle tecniche dello spettacolo di varietà.
Per la danza si rinnova la collaborazione con Cango, con due spettacoli firmati da Virgilio Sieni: Il Cantico dei cantici e Babele (in prima nazionale). Ed ecco la prima nota dolente, perché è questo, purtroppo, l’unico spazio riservato alle rappresentazioni coreutiche e, francamente, uno spazio piuttosto misero. Sarebbe caldamente auspicabile ampliarlo, questo spazio; tanto più se si pensa che la Toscana non vanta più una Compagnia di danza istituzionale.
Leggermente più sperimentale è l’offerta al Teatro Era, specificatamente grazie alla presenza di Roberto Latini e Danio Manfredini (che porta due spettacoli che hanno fatto la storia del teatro contemporaneo: Tre studi per una crocifissione, il 17 febbraio, e Cinema Cielo, il 19).
Il resto del programma si presenta sicuramente variegato, con molti nomi noti. Gleijeses, Lavia, Lombardi, la Compagnia Luca De Filippo, Maurizio Scaparro, Sebastiano Lo Monaco, Glauco Mauri e altri. Scorrendo l’elenco e dando un’occhiata ai titoli, confrontandoli anche con gli anni passati, si impongono, però, alcune considerazioni. Anzi tutto: sebbene i titoli suscitino interesse, non ci si può nascondere la ripetitività delle scelte artistiche (già presenti nelle passate Stagioni). Qualche nome – al di là del suo valore artistico – dà persino l’impressione dell’habitué. Una volontà, questa, che sembra privilegiare la sicurezza dello sbigliettamento a discapito di quelle scelte che, nonostante la bravura, restano ancora nell’ombra. E, alla luce di queste esclusioni, risulta ancora meno comprensibile la decisione di portare sulle tavole di un palcoscenico, finanziato con fondi pubblici, alcuni nomi televisivi. Personaggi famosi che hanno ben poco bisogno di essere tutelati in quanto nomi di richiamo che possono finanziarsi con il botteghino, esibendosi in teatri privati. In un momento storico in cui si parla tanto di aiuto alle piccole e medie imprese, non sarebbe il caso, anche in ambito teatrale, di destinare più risorse a sostenere il nuovo che emerge e che ha bisogno di farsi conoscere? Ovunque vadano, questi nomi faranno sempre incasso, non avendo quindi necessità di sussidi statali. Naturalmente, non ci nascondiamo l’esigenza di rimettere in pari i bilanci. Ma siamo proprio sicuri che a essere poco inclini all’eterogeneità sia proprio il pubblico? Del resto, è un tema doloroso, questo del difficile equilibrio tra le esigenze di cassa e la necessità di promuovere il nuovo, che meriterebbe una più approfondita indagine; ma, prima o poi, andrà affrontato con coraggio e lungimiranza. Abbiamo notato che, se è vero che ogni teatro ha giustamente un pubblico di abbonati che si aspetta una determinata tipologia di spettacoli e di nomi, in generale appare largamente insufficiente il turn-over dei titoli e delle Compagnie. Un ricambio, anche generazionale, che riteniamo doveroso e il cui rischio ci appare troppo spesso sopravvalutato.
Tanto più meritevole ci sembra, alla luce di queste considerazioni, l’iniziativa di un regista della levatura di Glauco Mauri di collaborare con la nuova generazione e, nello specifico, Andrea Baracco (in Edipo e Edipo a Colono, entrambi in programma).
Augurando in bocca al lupo al Teatro della Toscana, e un buon divertimento agli spettatori, auspichiamo, ancora una volta, che si accolga la richiesta di ampliare le conoscenze teatrali del pubblico. Anche perché, un’eccessiva insistenza sui nomi famosi e i titoli di repertorio, finirà inevitabilmente per banalizzarne il valore.

I Cartelloni 2016/2017

Teatro della Pergola
via della Pergola, 12/32 – Firenze
dal 4 al 9 ottobre
Sandro Lombardi in:
CALDERÓN
di Pier Paolo Pasolini
drammaturgia Sandro Lombardi, Fabrizio Sinisi e Federico Tiezzi
regia Federico Tiezzi

dal 18 al 23 ottobre
Compagnia di Teatro di Luca De Filippo presenta:
QUESTI FANTASMI!
di Eduardo De Filippo
regia Marco Tullio Giordana

dal 29 ottobre al 6 novembre
Massimo Ranieri in:
CAFFÈ DEL PORTO
in prima nazionale, il nuovo spettacolo su Raffaele Viviani
regia Maurizio Scaparro

dall’8 al 13 novembre
Glauco Mauri e Roberto Sturno presentano:
EDIPO
Edipo re – Edipo a Colono

di Sofocle
regie Andrea Baracco – Edipo Re,
Glauco Mauri – Edipo a Colono
(prima nazionale)

dal 18 al 27 novembre
Luca Barbareschi in:
DON CHISCIOTTE
di Miguel De Cervantes
adattamento Roberto Cavosi
regia Luca Barbareschi
(prima nazionale)

dal 29 novembre al 4 dicembre
Nancy Brilli in:
BISBETICA
La bisbetica domata di William Shakespeare messa alla prova
traduzione e drammaturgia Stefania Bertola
regia Cristina Pezzoli

dal 6 all’11 dicembre
Gioele Dix in:
IL MALATO IMMAGINARIO
di Molière
traduzione Cesare Garboli
regia Andrée Ruth Shammah

dal 13 al 22 dicembre
Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses in:
FILUMENA MARTURANO
di Eduardo De Filippo
musiche Teho Teardo
regia Liliana Cavani

dal 27 dicembre all’8 gennaio 2017
Luigi De Filippo presenta:
NATALE IN CASA CUPIELLO
di Eduardo De Filippo
regia Luigi De Filippo

dal 17 al 22 gennaio:
Sebastiano Lo Monaco in:
IL BERRETTO A SONAGLI
di Luigi Pirandello
regia Sebastiano Lo Monaco

dal 27 gennaio al 5 febbraio:
Emilio Solfrizzi in:
IL BORGHESE GENTILUOMO
di Molière
regia Armando Pugliese

dal 7 al 12 febbraio
Lucia Lavia, Antonio Folletto e Alessandro Preziosi in:
ROMEO E GIULIETTA
di William Shakespeare
regia Andrea Baracco

dal 14 al 24 febbraio
Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati in:
SORELLE MATERASSI
di Aldo Palazzeschi
adattamento Ugo Chiti
regia Geppy Gleijeses

dal 28 febbraio al 5 marzo
Giulio Scarpati e Valeria Solarino in:
UNA GIORNATA PARTICOLARE
di Ettore Scola e Ruggero Maccari
adattamento Gigliola Fantoni
regia Nora Venturini

dal 7 al 12 marzo
Neri Marcorè in:
QUELLO CHE NON HO
drammaturgia e regia Giorgio Gallione
canzoni di Fabrizio De Andrè

dal 14 al 19 marzo
Laura Morante in:
LOCANDIERA B&B
di Edoardo Erba
liberamente ispirato a La locandiera di Carlo Goldoni
regia Roberto Andò

dal 24 marzo al 2 aprile
Massimo Ghini e Francesco Bonomo in:
CIAO
di Walter Veltroni
regia Piero Maccarinelli
(prima nazionale)

dal 7 al 13 aprile
ISTRUZIONI PER NON MORIRE IN PACE
1. Patrimoni
2. Rivoluzioni
3. Teatro

di Paolo di Paolo
regia Claudio Longhi

dal 18 al 23 aprile
Federica Di Martino in:
MEDEA
di Euripide
regia Gabriele Lavia

dal 2 al 7 maggio
ASPETTANDO GODOT
di Samuel Beckett
regia Maurizio Scaparro

dal 9 al 14 maggio
MORTE DI DANTON
di Georg Büchner
traduzione Anita Raja
regia e scene Mario Martone

Teatro Niccolini
Via Ricasoli, 3 – Firenze

dal 12 ottobre al 2 novembre
Gabriele Lavia in:
L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA
di Luigi Pirandello
regia Gabriele Lavia

dal 1° all’11 dicembre
I PUGNI RICOLMI D’ORO OVVERO COME UN RICCO SUDDITO RESTA SEMPRE UN SUDDITO
Fantasmagoria da Heinrich e Thomas Mann in salsa brechtiana
regia Claudio Longhi

(prima nazionale)
dal 13 al 18 dicembre
Lucia Lavia in:
MADAME BOVARY
di Gustave Flaubert
regia Andrea Baracco

dal 29 dicembre al 5 gennaio 2017
Alessandro Benvenuti in:
L’AVARO
di Molière
libero adattamento, ideazione spazio, costumi, regia Ugo Chiti

dal 13 al 22 gennaio
LA BOTTEGA DEL CAFFÈ
di Carlo Goldoni
regia Maurizio Scaparro

dal 24 al 29 gennaio
IL DESERTO DEI TARTARI
di Dino Buzzati
adattamento teatrale e regia Paolo Valerio

dal 31 gennaio al 12 febbraio
Elio e Francesco Micheli presentano:
CANTIERE OPERA
di Francesco Micheli
(prima nazionale)

14 e 15 febbraio
Edoardo Sylos Labini in:
D’ANNUNZIO SEGRETO
scritto da Tommaso Mattei e Angelo Crespi
con la supervisione di Federico D’Annunzio
con Silvia Siravo (e altre 4 attrici)

dal 18 febbraio al 12 marzo
Toni Servillo in:
ELVIRA
da Elvire Jouvet 40 di Brigitte Jacques
regia Toni Servillo

dal 14 al 19 marzo
Marco Messeri in:
MALEDETTI TOSKANI
dal Burchiello a Lorenzo il Magnifico, la Firenze del Quattrocento
testo, musiche, regia Marco Messeri

28 e 29 marzo
Maddalena Crippa in:
L’ALLEGRA VEDOVA
cafè chantant
rielaborazione testo originale Victor Léon/Léon Stein a cura di Bruno Stori e Maddalena Crippa
arrangiamento musiche originali Franz Lehár a cura di Giacomo Scaramuzza
regia Bruno Stori

dal 4 al 7 aprile
Iaia Forte in:
STORIA DEL SOLDATO
di Igor Stravinsky
regia e ideazione progetto Maddalena Maggi
(prima nazionale)

Teatro Studio Mila Pieralli
via G. Donizetti, 58 – Scandicci (Firenze)

7 e 8 ottobre
MACBETH
essere (e) tempo
di William Shakespeare
regia Gianluca Guidotti e Enrica Sangiovanni

22 e 23 novembre
IL FILO DELL’ACQUA
L’alluvione, le alluvioni (a 50 anni dall’alluvione di Firenze)

di Francesco Niccolini
regia Roberto Aldorasi e Francesco Niccolini
(prima nazionale)

dal 6 all’11 dicembre
ANIMALI DA BAR
uno spettacolo di Carrozzeria Orfeo
regia Alessandro Tedeschi, Gabriele Di Luca e Massimiliano Setti

dal 31 gennaio al 5 febbraio 2017
Gianluca Ferrato in:
TRUMAN CAPOTE. QUESTA COSA CHIAMATA AMORE
di Massimo Sgorbani
impianti e regia Emanuele Gamba

10 e 11 febbraio
Valerio Malorni in:
L’UOMO NEL DILUVIO
uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni

17 e 18 febbraio
HITCHCOCK
A love story

scritto da Fabio Morgan
regia Leonardo Ferrari Carissimi

24 e 25 febbraio
Andrea Cosentino in:
LOURDES
un progetto di CapoTrave e Andrea Cosentino
adattamento e regia Luca Ricci

dal 3 al 9 marzo
Zaches Teatro presenta:
LA SUA NUOVA PRODUZIONE
(prima nazionale)

dal 16 al 18 marzo
LA BOUTIQUE DEL MISTERO
ispirato ai racconti di Dino Buzzati
regia Giulio Costa

dal 23 al 25 marzo
Elena Bucci, Marco Sgrosso e Daniela Alfonso in:
COSPIRATORI ovvero PRIMA DELLA PENSIONE
una commedia dell’anima tedesca
di Thomas Bernhard
progetto, scene e regia Elena Bucci e Marco Sgrosso

30 marzo e 1° aprile
IL NULLAFACENTE
di Michele Santeramo
regia Roberto Bacci

Teatro Era
via Indipendenza – Pontedera (Pisa)

dal 4 all’8 ottobre
LEAR
di Stefano Geraci e Roberto Bacci
regia Roberto Bacci

dal 20 al 22 ottobre
LA PROSSIMA STAGIONE
spettacolo da leggere
di e con Michele Santeramo
immagini Cristina Gardumi

5 e 6 novembre
Glauco Mauri e Roberto Sturno presentano:
EDIPO
Edipo re – Edipo a Colono

di Sofocle
regie Andrea Baracco – Edipo Re,
Glauco Mauri – Edipo a Colono

15 e 16 novembre
Gabriele Lavia in:
L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA
di Luigi Pirandello
regia Gabriele Lavia

16 novembre
Dario Marconcini in:
L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA
di Luigi Pirandello
regia Roberto Bacci

dal 24 al 27 novembre
Compagnia Laboratorio di Pontedera presenta:
ALLA LUCE

di Michele Santeramo
regia Roberto Bacci

dal 2 al 4 dicembre
ANIMALI DA BAR
uno spettacolo di Carrozzeria Orfeo
regia Alessandro Tedeschi, Gabriele Di Luca e Massimiliano Setti

10 e 11 dicembre
Nancy Brilli in:
BISBETICA
La bisbetica domata di William Shakespeare messa alla prova
traduzione e drammaturgia Stefania Bertola
regia Cristina Pezzoli

dal 16 al 18 dicembre
MADE IN CHINA
postcards from Van Gogh
uno spettacolo di Leviedelfool
drammaturgia e regia Simone Perinelli

7 e 8 gennaio 2017
Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses in:
FILUMENA MARTURANO
di Eduardo De Filippo
musiche Teho Teardo
regia Liliana Cavani

14 e 15 gennaio
I PASSI ULTIMI
di e con Elisa Cuppini e Savino Paparella

24 e 25 gennaio
Laura Morante in:
LOCANDIERA B&B
di Edoardo Erba
liberamente ispirato a La locandiera di Carlo Goldoni
regia Roberto Andò

3 febbraio
Roberto Latini presenta:
METAMORFOSI
(di forme mutate in corpi nuovi)
da Ovidio
adattamento e regia Roberto Latini

4 febbraio
Roberto Latini presenta:
NARCISO
da Ovidio
adattamento e regia Roberto Latini

5 febbraio
Roberto Latini presenta:
AMLETO + DIE FORTINBRASMASCHINE
di e regia Roberto Latini

17 febbraio
Danio Manfredini presenta:
TRE STUDI PER UNA CROCIFISSIONE
di Danio Manfredini

19 febbraio
Danio Manfredini presenta:
CINEMA CIELO
ideazione e regia Danio Manfredini

25 e 26 febbraio
Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati in:
SORELLE MATERASSI
di Aldo Palazzeschi
adattamento Ugo Chiti
regia Geppy Gleijeses

dal 3 al 12 marzo
IL NULLAFACENTE
di Michele Santeramo
regia Roberto Bacci
(prima nazionale)

4 e 5 marzo
Massimo Ranieri in:
CAFFÈ DEL PORTO
il nuovo spettacolo su Raffaele Viviani
regia Maurizio Scaparro

dal 17 al 19 marzo
Elena Bucci, Marco Sgrosso e Daniela Alfonso in:
COSPIRATORI ovvero PRIMA DELLA PENSIONE
una commedia dell’anima tedesca
di Thomas Bernhard
progetto, scene e regia Elena Bucci e Marco Sgrosso

30 marzo
RIEN NE VA PLUS
drammaturgia Nicoletta Robello Bracciforti e Marina Romondia
regia Nicoletta Robello Bracciforti
(matinée)

6 aprile
ME & TE
una piccola storia d’amore

di Maria Grazia Cassalia e Donatella Diamanti
regia Letizia Pardi
(matinée)

8 e 9 aprile

Federica Di Martino in:
MEDEA
di Euripide
regia Gabriele Lavia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.