Milanesi coccolati e viziati

La stagione 2011/2012 del Teatro Franco Parenti si preannuncia caleidoscopica, tra grandi titoli e spettacoli di ricerca, pronti ad accontentare anche i palati più raffinati.

È davvero una bella scommessa quella del Teatro Franco Parenti per la prossima stagione: un cartellone ricco, anzi ricchissimo. E straordinariamente fitto. Divisi tra le tre sale – AcomeA, Sala Tre e Grande – gli spettacoli offrono un panorama a 360° della realtà teatrale, italiana e mondiale, accostando nomi altisonanti e di sicuro richiamo a novità assolute.

Ad aprire le danze, il 4 ottobre, sarà Terra Promessa! – Briganti e migranti, drammaturgia di Maria Maglietta per la regia di Marco Balliani e Felice Cappa; ma per il primo evento che passerà sicuramente negli annali milanesi bisognerà attendere il 21 ottobre: si tratta di Idiotas del regista lituano Eimuntas Nekrosius che, negli ultimi anni, ha saputo creare attorno a sé un’aura particolare, grazie alle sue interpretazioni assolutamente originali dei grandi testi russi. Artista unico nell’abilità di portare in scena i romanzi e le pièce della tradizione, con un gusto e un ritmo personali – dove ogni elemento è permeato dalla grande cultura dell’Est. Già avvezzo a Dostoevskij, lo si ricorda anche per la bellissima trasposizione di Anna Karenina di Tolstoj del 2008. Ad incuriosire ancora di più sarà il fatto che – come chi ha già assistito alle sue rappresentazioni sa – lo spettacolo sarà recitato in lituano e sovratitolato in italiano: un’esperienza unica nel suo genere, utile a testare la potenza comunicativa del teatro anche quando privato dell’immediatezza del testo.

Altro appuntamento destinato ad avere una grande eco, anche se in lingua francese, è Bartleby lo scrivano – di Herman Melville, letto da Daniel Pennac (tra gli scrittori contemporanei uno dei più amati, famoso per aver dato vita alla serie di romanzi dedicati alla figura dell’eccentrico Signor Malaussène e alla sua famiglia. Pennac sarà sul palco della Sala Grande dal 30 gennaio al 1° febbraio 2011.

Cinque le produzioni del Franco Parenti – tra le quali Esequie solenni, testo di Antonio Tarantino e regia di Adnrée Ruth Shammah – e altrettante coproduzioni: due con Sonia Bergamasco – una lettura de Il Piccolo Principe di Antoine Saint-Euxpéry e Karenina – prove aperte di infelicità da Lev Tolstoj – e due con la Compagnia Italiana, l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e il Comitato di coordinamento del 150° dell’Unità d’Italia – dove vedremo la bravissima Annamaria Guarnieri (volto storico dello sceneggiato Rai: chi non la ricorda in La Cittadella?, e indimenticabile Irina nella regia ronconiana di Tre sorelle), unica interprete di Eleonora, ultima notte a Pittsburgh di Ghigo De Chiara per la regia di Maurizio Scaparro. A chiusura di stagione l’ultima coproduzione con i Pomeriggi Musicali, Padre cicogna su versi di Eduardo De Filippo, voce recitante Luca De Filippo e musica di Nicola Piovani (Premio Oscar per la colonna sonora del film La vita è bella di Roberto Benigni).

Altissima anche la qualità delle compagnie ospiti e degli spettacoli che presentano: dalla Socìetas Raffaello Sanzio con Sul concetto di volto del figlio di Dio e il Teatro Stabile di Torino – che offre un adattamento delle Operette morali di Leopardi firmato da Mario Martone – ad Alessandro Gassman, regista e interprete di Roman e il suo cucciolo di Reinold Povod – che vanta un buon successo ottenuto nelle scorse stagioni – fino al curioso esperimento di Fabrizio Gifuni e Giuseppe Bertolucci che tentano di fondere testi di Gadda e Shakespeare in L’ingegner Gadda va alla guerra (o della tragica istoria di Amleto Pirobutirro).

Questo e altro ancora per il pubblico milanese che potrà trovare soddisfazione in questa bella e varia programmazione – tanto rara in generale e, ancora di più, in tempo di crisi.

Calendario Stagione 2011/2012:
dal 4 al 9 ottobre: Sala Grande
Terra Promessa! Briganti e migranti
di Marco Balliani e Felice Cappa
drammaturgia Maria Maglietta
con Marco Balliani, Salvo Arena, Naike Anna Silipo, Aldo Ottobrino, Michele Sinisi
dall’11 ottobre al 6 novembre: Sala AcomeA

456
scritto e diretto da Mattia Torre
con Massimo De Lorenzo, Cristina Pellegrino, Carlo De Ruggieri e Franco Ravara
18 e 19 ottobre 2011: Sala Grande

Ali
di e con Mathurin Bolze e Heidi Thabet
regia di Jerome Fèvre e Ana Samoilovich
dal 21 al 23 ottobre: Sala Grande

Idiotas
di Fedor Dostoevskij
regia Eimuntas Nekrosius
con Daumantas Ciunis, Salvijus Trepulis, Elzbeta Latenaite, Diana Gancevskaite, Margarita Ziemelyte, Vidas Petkevicius, Migle Polikeviciute, Valdas Vilius, Vytautas Rumsas, Ausra Pukelyte, Vytautas Rumsas junior, Neringa Bulotaite, Tauras Cizas
dal 27 ottobre al 6 novembre: Sala Grande

Il Piccolo Principe
di Antoine de Saint-Exupéry
un’idea di Fabrizio Gifuni e Sonia Bergamasco
ottobre (data da definire): Sala Grande
Circus Klezmer
idea originale e regia Adrian Schvarzstein
drammaturgia di Irma Borges
musicisti Petra Rochau (fisarmonica), Rebecca Macauley (violino), Nigel Haywood (clarinetto)
con Helena Bittancourt, Luis Nino “Toto”, Alba Sarruate, Joan Català e Adrian Schvarzstein
dall’8 al 27 novembre: Sala Grande

Roman e il suo cucciolo
di Reinardo Povod
regia di Alessandro Gassman
con Alessandro Gassman, Manrico Gammarota, Sergio Meograssi, Giovanni Anzaldo, Matteo Taranto, Natalia Langu
dal 9 al 20 novembre: Sala AcomeA

La belle joiouse
di Gianfranco Fiore
regia Gianfranco Fiore
con Anna Bonaiuto
dal 22 novembre al 4 dicembre: Sala AcomeA

Eleonora, ultima notte a Pittsburgh
di Ghigo De Chiara
regia di Maurizio Scaparro
con Annamaria Guarnieri
novembre (data da definire): Sala Tre

Tutto ciò che è grande è nella tempesta
drammaturgia di Federico Bellini
regia di Andrea De Rosa
con Caterina Carpio, Daniele Fior, Giovanni Franzoni, Massimiliano Loizzi, Candida Nieri, Valentina Vacca
dal 9 al 18 dicembre: Sala Grande

Cinema Cielo
ideazione e regia di Danio Manfredini
con Patrizia Aroldi, Vincenzo Del Prete, Danio Manfredini, Giuseppe Semeraro
dal 13 al 22 dicembre: Sala AcomeA

Intervista
di Theodor Holman tratto dal film di Theo Van Gogh
regia di Graziano Piazza
con Viola Graziosi e Graziano Piazza
dal 28 dicembre al 14 gennaio 2012: Sala Grande

Favola – c’era una volta una bambina e dico c’era perchè ora non c’è più
di e con Filippo Timi
e con Luca Mascino e Luca Pignagnoli
dal 30 dicembre al 2 gennaio 2012: Sala AcomeA

Ailoviù
regia di Vito Molinari
con Marisa Della Pasqua, Paola Della Pasqua, Roberto Recchia, Luca Sandri
pianoforte Virginia Trentadue
violino Giovanni Lovisetti
dall’11 gennaio al 5 febbraio: Sala Tre

Karénina – prove aperte di infelicità
da Lev Tolstoj
drammaturgia di Emanuele Trevi e Sonia Bergamasco
regia di Giuseppe Bertolucci
con Sonia Bergamasco e Emanuele Trevi
dal 16 al 22 gennaio: Sala Grande

Thom Pain (basato sul niente)
di Will Eno
regia di Elio Germano in collaborazione con Silvio Peroni
con Elio Germano
dal 12 al 29 gennaio: Sala AcomeA

Il memorioso – breve guida alla memoria del bene
drammaturgia di Paola Bigatto e Massimiliano Speziani
regia di Paola Bigatto
con Massimiliano Speziani
dal 24 al 28 gennaio: Sala Grande

Sul concetto di volto del figlio di Dio
ideazione e regia di Romeo Castellucci
con Dario Boldrini, Silvia Costa, Gianni Plazzi, Vito Matera, Sergio Scalatella e alcuni figuranti locali
dal 30 gennaio al 1° febbraio: Sala Grande

Bartleby lo scrivano
di Herman Melville
lettura spettacolo con Daniel Pennac
dal 2 al 12 febbraio: Sala AcomeA

Pali
di Spiro Scimone
regia di Francesco Sframeli
con Francesco Sframeli, Spiro Scimone, Salvatore Arena, Gianluca Cesale
dal 3 al 5 febbraio: Sala Grande

L’ingegner Gadda va alla guerra (o della tragica istoria di Amleto Pirobutirro)
da Carlo Emilio Gadda e William Shakespeare
regia di Giuseppe Bertolucci
con Fabrizio Giufini
dal 7 al 19 febbraio: Sala Grande

Lo scarfalietto
di Eduardo Scarpetta
adattamento e regia di Geppy Gleijeses
con Geppy Gleijeses, Lello Arena, Marianella Bargilli, Gennaro Cannavacciuolo
dal 14 febbraio al 4 marzo: Sala AcomeA

Le meravigliose wonderette
di Roger Bean
regia di Luca Sandri
con Marisa Della Pasqua, Paola Della Pasqua, Stefania Pepe, Alessia Vicardi
dal 28 febbraio al 18 marzo: Sala Grande

Esequie solenni
di Antonio Tarantino
regia di Andrée Ruth Shammah
con Ivana Monti e Sara Bertelà
dal 6 al 18 marzo: Sala AcomeA

È stato così
di Natalia Ginzburg
regia di Valerio Binasco
con Alba Rohrwacher
dal 20 al 25 marzo: Varie Sale

Uovo performing arts festival – X edizione
dal 27 marzo al 5 aprile: Sala Grande

Il ritorno
di Charlotte Clerici
regia di Marco Bernardi
con Sara Bertelà, Corrado D’Elia, Fabrizio Martorelli, Giovanna Rossi, Roberto Tesconi, Roberto Zibetti
dal 2 al 13 maggio: Sala Grande

Operette morali
di Giacomo Leopardi
adattamento e regia di Mario Martone
con Renato Carpentieri, Marco Cavicchioli, Roberto De Francesco, Maurizio Donadoni, Giovanni Ludeno, Paolo Musio, Totò Onnis, Franca Penone, Barbara Valmorin
fine maggio: Sala Grande

Padre Cicogna – Racconto sinfonico per quattro voci, voce recitante e orchestra
versi di Eduardo De Filippo
musica di Nicola Piovani
voce recitante Luca De Filippo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.