Teatro Ghione di Roma. Cartellone teatrale 2016/17

Il 23 giugno Pino Strabioli ha presentato la nuova stagione del Teatro Ghione.
Tante novità tra i classici Shakespeare e Pirandello nel ricordo del grande Giorgio Albertazzi.

La presentazione della stagione 2016-2017 del Teatro Ghione è iniziata con una grande emozione: sul grande schermo, posizionato sul palcoscenico, sono apparse alcune immagini del Maestro Giorgio Albertazzi (scomparso lo scorso 28 maggio) e un filmato in cui l’attore parlava della morte e di quel desiderio di passar a miglior vita sulle tavole di un palcoscenico.
Un applauso lungo ha così dato il via a quella che sarà una stagione senza un filo conduttore, completamente dedicata al grande artista che negli ultimi sette anni, ha regalato la sua arte ad un pubblico a cui è arrivato chiaro il messaggio: «Il teatro non muore mai».

A settembre ad aprire la stagione 2016/2017 del Teatro Ghione, fuori abbonamento, la commedia scandalo scritta e diretta da Pino Quartullo, Quando eravamo repressi 3.0.
Una bella scommessa per Quartullo che dopo ventisei anni ripropone questa commedia interpretata nel 1990 da Alessandro Gassman, Lucrezia Lante Della Rovere e Francesca D’Aloya e prodotta da Vittorio Gassman. Farà ancora molto discutere? Vedere per credere dal 20 al 25 settembre.

Una novità assoluta è invece rappresentata da Camera con vista, storia tratta dal romanzo di Forster, che ha visto l’omonimo film vincere tre Oscar. Per la prima volta sui palcoscenici italiani questo titolo vedrà protagoniste Paola Quattrini e Selvaggia Quattrini insieme a Stefano Artissunch dal 4 al 16 ottobre.

Da me alle 5 è una sfida molto interessante che coinvolge i due protagonisti, Pino e Insegno e Alessia Navarro, coppia anche nella vita, che dal 18 al 30 ottobre dovranno trasformarsi ognuno in cinque personaggi completamente diversi, dando prova di grande versatilità.

La storia d’amore più grande che si possa raccontare è solo una: quella tra un padre e una figlia. E Re Lear è questo. Per tre volte, avendo tre figlie. A vestire i panni del famoso personaggio shakespeariano è stato chiamato Giuseppe Pambieri, che sarà accompagnato da uno stuolo di attori tra cui Max Vado, Claudia Campagnola e … Goria.
Dal 1 al 20 novembre in scena.

Alessio Di Clemente dal 24 al 27 novembre, invece sarà il protagonista assoluto di Mister meno 9, un uomo scomodo, solo al comando, ovvero Eugenio Fascetti, che nella stagione 86-87, con un’insperata rimonta, seppe evitare lo smacco di un’ingiusta retrocessione in serie C della Lazio.
La sera del 27 novembre, sempre rimanendo in tema di calcio, David Gramiccioli ripercorre una pagina di cronaca sportiva che Bruno Pizzul comunicò a suo tempo. Con Heysel: tutti sapevano tranne loro si entra nel vivo del teatro inchiesta. L’audio di quell’annuncio anticipa solo la tragedia dell’Heysel, rimandando lo sviluppo dei fatti che hanno condotto al drammatico epilogo ad un momento successivo dell’opera.

Sarà un gruppetto di giovanissimi talenti a portare ancora una volta a teatro Sogno di una notte di mezza estate. La Compagnia dei Giovanissimi del Teatro Ghione sotto la super visione di Selene Gandini rivisita questa famosissima commedia di Shakespeare, attraverso il gioco della magia e dell’equivoco. Il 28 e il 29 novembre.

Dal 1 all’11 dicembre, ad oltre vent’anni di distanza dalla fortunata edizione andata in scena al teatro Quirino di Roma, Claudio Boccaccini, esaltando gli aspetti da thriller con un particolare accento sulla comicità insita al testo stesso, ripresenta la sua versione del Così è se vi pare di Luigi Pirandello. Nel cast Laura Lattuada, Felice Della Corte, Riccardo Barbera e Pietro De Silva.

Io e lui, scritto da un inedito Alberto Moravia approda al Ghione con due grandi protagonisti, che già insieme hanno dato vita a interessanti storie: Paolo Triestino e Nicola Pistoia.
Diretti da Massimo De Rossi, intento a realizzare uno spettacolo divertente e leggero nel quale non mancheranno momenti di riflessione, i due attori se la vedranno con un “lui” visibile soltanto al legittimo proprietario. Una commedia esilarante e mai volgare che accompagnerà gli spettatori per tutto il periodo natalizio dal 16 dicembre all’8 gennaio.

Cuori scatenati è il primo spettacolo del 2017, in scena infatti dal 10 al 29 gennaio, questa commedia scritta e diretta da Diego Ruiz, ormai esperto nel proporre a teatro i rapporti di coppia e le sue innumerevoli sfaccettature, metterà il pubblico di fronte a diversi interrogativi. Protagonisti lo stesso Ruiz, Sergio Muniz, Francesca Nunzi e Maria Lauria.
Certe notti, in scena dal 31 gennaio al 19 febbraio, vede protagonisti cinque universitari che condividono gli spazi della Casa dello Studente e vivono in quel limbo che separa il giovane dall’adulto. Uno spettacolo scritto e interpretato da Antonio Grosso con Rocio Munoz Morales e la regia di Giuseppe Miale di Mauro.

Dal 24 febbraio al 19 marzo Sei personaggi in cerca d’autore. Di nuovo Pirandello col suo universo complesso fatto di linguaggi, visioni, sogni, miraggi e allucinazioni all’interno del cartellone della nuova stagione. Il cast è ancora da definire, la regia invece è affidata a Daniele Salvo.

Se Molière ha scritto l’Avaro, Plauto l’ha creato. Edoardo Siravo, fantasioso attore che tante volte ha interpretato personaggi plautini, dal 21 al 26 marzo, sarà il protagonista di Aulularia – L’avaro di Pluto, insieme a Stefania Masala e ad una compagnia in via di definizione. “La sfida più ambiziosa di questa messinscena sarà rappresentare Aulularia in latino, nel latino arcaico di Plauto; questo non solo per consentire l’ascolto di una vicenda cosi come è stata pensata, nella complessità di un suono sconosciuto e con modalità sceniche sulle quali si possono fare soltanto congetture”.

Glauco Mauri e Roberto Sturno, accompagnati dalle musiche composte ed eseguite in scena da Giovanni Zappalorto, dal 31 marzo al 9 aprile sono i protagonisti di Serata Sheakspeare – Il canto dell’usignolo. Attraverso la poesia dei brani tratti da Enrico V, Come vi piace, Riccardo II, Timone d’Atene, Giulio Cesare, I Sonetti, Re Lear, La Tempesta, i due artisti danno voce alle immortali opere di shakespeariane, «l’usignolo» che con il suo canto ci parla della vita di tutti noi.

Non aver paura… è solo uno spettacolo, dal 20 aprile al 14 maggio, conclude la ricca stagione del Ghione. Un viaggio nel terrore, scritto e diretto dal geniale Eduardo Aldan, che ha ottenuto un grandissimo successo in Spagna, Messico e Portogallo.
Gianni Garko, prima di accettare la proposta di far parte dello spettacolo, è andato fino in terra spagnola per appurare quanto era scritto nel copione. E a quanto pare anche a teatro non puoi sentirti sicuro, perché in realtà non conosci chi ti sta seduto dietro.

All’interno del Ghione verrà anche inaugurata una biblioteca con vari testi e copioni lasciati al teatro da Albertazzi, che gli spettatori potranno sfogliare ripercorrendo così anche alcuni spettacoli, nell’attesa di vedere quelli inediti con nuovi artisti.

Gli spettacoli andranno in scena:
Teatro Ghione
via delle Fornaci, 37 – Roma

dal 20 al 25 settembre
Quando eravamo repressi 3.0
di Pino Quartullo
regia Pino Quartullo
con Ladislao Liverani, Luca Paniconi

dal 4 al 16 ottobre
Camera con vista
di Edward Morgan Forster
regia Stefano Artissunch
con Paola Quattrini, Selvaggia Quattrini, Stefano Artissunch

dal 18 al 30 ottobre
Da me alle 5
di Pierre Chesnot
regia Alessandro Prete
con Pino Insegno, Alessia Navarro

dal 1 al 20 novembre
Re Lear
di William Shakespeare
regia Giancarlo Marinelli
con Giuseppe Pambieri

dal 24 al 27 novembre
Mister meno 9
di Giorgio Serafini Prosperi e Giovanni Pepe
regia Giorgio Serafini Prosperi
con Alessio Di Clemente

27 novembre
Heysel: tutti sapevano tranne loro
con David Gramiccioli

dal 28 al 29 novembre
Sogno di una notte di mezza estate
di William Shakespeare
regia Selene Gandini
con la Compagnia dei Giovanissimi del Teatro Ghione

dal 1 all’11 dicembre
Così è se vi pare
di Luigi Pirandello
regia Claudio Boccaccini
con Laura Lattuada, Felice Della Corte, Riccardo Barbera, Pietro De Silva

dal 16 dicembre all’8 gennaio
Io e lui
di Alberto Moravia
regia Massimo De Rossi
con Paolo Triestino e Nicola Pistoia

dal 10 al 29 gennaio
Cuori scatenati
di Diego Ruiz
regia Diego Ruiz
con Sergio Muniz, Francesca Nunzi, Diego Ruiz, Maria Lauria

dal 31 gennaio al 19 febbraio
Certe notti
di Antonio Grosso
regia Giuseppe Miale di Mauro
con Antonio Grosso e Rocio Munoz Morales

dal 24 febbraio al 19 marzo
Sei personaggi in cerca d’autore
di Luigi Pirandello
regia Daniele Salvo

dal 21 al 26 marzo
Aulularia – L’avaro di Plauto
di Tito Maccio Plauto
regia Massimiliano Giovanetti
con Edoardo Siravo

dal 31 marzo al 9 aprile
Serata Shakespeare – Il canto dell’usignolo
da William Shakespeare
regia Glauco Mauri
con Glauco Mauri, Roberto Sturno

dal 20 aprile al 14 maggio
Non aver paura… è solo uno spettacolo
progetto artistico Gianluca Ramazzotti
scritto e diretto da Eduardo Aldan

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.