Quarant’anni ma non li dimostra

Un viaggio lungo quarant’anni – tra i volti di Milano e non solo – nella nuova Stagione dello storico Teatro Officina.

L’11 ottobre, nella bellissima Sala Aleffi di Palazzo Marino, è stata presentata, con grande emozione, la nuova Stagione di Teatro Officina che, il 29 ottobre, darà il via ai festeggiamenti per il quarantesimo anniversario di attività nel panorama culturale e sociale milanese.

Quella di Teatro Officina è una realtà singolare, che si pone continuamente in ascolto e dialogo con il territorio circostante e che ha fortemente a cuore l’altro, inteso come straniero, come emarginato, come quartiere periferico e popolare. Da quarant’anni Teatro Officina non ha mai smesso di parlare alla gente e delle gente, di dar voce ai problemi della classe operaia, di invadere i marciapiedi e le strade per intrattenere gli abitanti di un quartiere – quello di via Padova – spesso segnato da situazioni borderline.

Teatro Officina nasce nel 1973 da un gruppo di studenti e operai con la passione per la cultura e il teatro. Quasi da sempre la direzione artistica è compito di Massimo de Vita – che ha custodito negli anni la vocazione autentica di questo progetto aperto ai giovani e fondato su temi spesso spigolosi, come quello del lavoro.

La nuova Stagione, in particolare, si presenta assai ricca e sarà composta da 12 spettacoli: 4 prime assolute, 5 produzioni e l’omaggio dei teatri milanesi alla sua storia. Il filo conduttore sarà la memoria viva di questi quarant’anni, intesa come cammino, viaggio interiore, percorso iniziatico, incontro con l’altro da sé e, ancora, come sconfinamento verso mondi altri.

Il viaggio inizierà in due location d’eccezione che renderanno omaggio al Teatro Officina ospitando presso le loro sedi altrettanti spettacoli. Il 29 ottobre, al Piccolo Teatro Studio di Milano, andrà in scena Viaggio_Concerto per poesia, musica, umanità e silenzi, mentre il 30 e il 31 ottobre, all’Elfo Puccini, sarà la volta de Il teatro con il cappello – uno spettacolo interattivo, nato sui marciapiedi della città.

Si tornerà presso la Sala del Teatro Officina il 16 e il 17 dicembre con Officinanti – una kermesse per gli attori nati nella scuola del teatro. Il viaggio toccherà poi tre luoghi simbolo del cammino nella città: il quartiere Molise-Calvairate, la Casa della Carità – con la quale sono stati prodotti, negli anni, importanti eventi interculturali – e la Biblioteca di Crescenzago, nel quartiere di via Padova.

La Stagione 2012-13 affronterà anche un tema nuovo, quello della malattia e delle cure, con Viaggio della medicina narrativaun progetto nato dalla collaborazionecon il master sul fine vita dell’Università degli Studi di Milano-Facoltà di Medicina – che riproporrà La morte di Ivan IlicdiTolstojeRacconti di medicina narrativa;mentre a febbraio, la compagnia ATIR presenterà Il ritratto della salute.

Numerosi anche gli spettacoli ospiti, come Faccia Scura di Tommaso Guarini. Chiuderanno la Stagione due nuove produzioni: Del Purgatorio, con brani tratti dalla Commedia dantesca, dalle Elegie Duinesi di Rainer Maria Rilke e da La Terra Desolata di Thomas Stern Eliot – tre poemi lividi e illuminanti sulla condizione umana; e, a seguire, Venne un uomo mandato da Dio e il suo nome era Giovanni, uno spettacolo dedicato alla figura di Papa Giovanni XXIII, esplorata nella sua sorprendente complessità.

Teatro Officina. Stagione 2012-2013
via Sant’Erlembardo, 2 – Milano

Il cartellone:
29 ottobre
Piccolo Teatro Studio
Viaggio_Concerto per poesia, musica, umanità e silenzi
di Massimo de Vita con un contributo di Mohamed Ba
regia Massimo de Vita
con Massimo de Vita, Emanuela Villagrossi, Mavis Castellanos
musiche originali dal vivo dei Sursumcorda
produzione Teatro Officina con il contributo di Fondazione Cariplo

30 e 31 ottobre
Teatro Elfo Puccini – Sala Fassbinder
Teatro con il cappello. Quarant’anni di Teatro Officina in un menù “à la carte”

regia Massimo de Vita
con Massimo de Vita, Stefano Grignani, Luca Aiello, Beatrice Sinigaglia, Edoardo Steiner
produzione Teatro Officina con il contributo di Fondazione Cariplo

17/18 novembre
Teatro Officina
La morte di Ivan IlicdiTolstojeRacconti di medicina narrativa
regia Massimo de Vita
con Massimo de Vita, Stefano Grignani,Daniela Airoldi Bianchi, Luca Casaura e Luana Spagnoli
produzione Teatro Officina
mise en espace a cura del Teatro Officina in collaborazione con il Master sul Fine vita dell’Università degli Studi di Milano-Facoltà di Medicina

30 novembre/2 dicembre
Teatro Officina
Faccia Scura
di e con Tommaso Guarino
produzione Teatro Officina

8/10 dicembre
Teatro Officina
Invisbili – Il Viaggio dei migranti africani
di e con Mohamed Ba

16/17 dicembre
Teatro Officina
Officinanti
Performance di tre generazioni di attori nati al Teatro Officina

26 gennaio 2013
Teatro Officina
Making Trio
con Sandro Fabbri (pittura e voce), Filippo Monico (batteria, oggetti sonori), Cristina Negro (danza, organetto)
produzione Takla Improvising Group

27 gennaio
Teatro Officina
Piccole meraviglie – Quando i bambini diventano performer
con Gianluca Elia (sassofono), Filippo Monico (batteria, oggetti sonori), Cristina Negro (danza, organetto)
produzione Takla Improvising Group

2 febbraio
Teatro Officina
Il ritratto della salute
di
regia di Mattia Fabbris
con Chiara Stoppa
produzione Compagnia ATIR

8/10 febbraio
Teatro Officina
Assoli. Appunti sulla solitudine
testo e regia di
con Elisa Conte, Laura Rullo e Massimo Villucci
produzione Cambusateatro

11/14 aprile
Teatro Officina
Del Purgatorio
Dante, Rilke, Eliot e l’Équipe84
Parole scelte e interpretate da Emanuela Villagrossi
disegni Stefano Arienti
musiche Stefano Ghittoni
regia e immagini Maria Arena
produzione Teatro Officina

maggio/giugno, date da definirsi
Teatro Officina
Venne un uomo mandato da Dio e il suo nome era Giovanni
regia Daniela Airoldi Bianchi
drammaturgia Roberto Carusi
con la Compagnia Teatro Officina
produzione Teatro Officina

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.