Teatro Sala Umberto di Roma. Cartellone teatrale 2016/17

La quindicesima Stagione Teatrale della Sala Umberto riparte dal 22 settembre. Ampio spazio agli autori contemporanei stranieri senza perdere di vista i classici come Pirandello, Shakespeare e Moliere.

Una linea artistica all’insegna dell’allegria, quella che segna la stagione numero quindici del Teatro Sala Umberto, diretta sempre da Alessandro Longobardi, per smorzare il cupo clima che lo scorso anno ha compromesso il buon esito di alcuni spettacoli, dopo gli attentati di Parigi.
Tanti e diversi, dunque, i titoli che si alterneranno fino alla fine di maggio sul palcoscenico del sempre accogliente teatro a pochi passi da Piazza di Spagna.
Ad aprire la scena Le nostre donne con Edoardo Siravo, Emanuele Salce, Manuele Morgese. Uomini in crisi e un delitto (forse) avvenuto crea sgomento e perplessità durante quella che dovrebbe essere una partita a carte.
Per la prima volta sul cartellone della Sala Umberto il nome di Gigi Proietti, regista della commedia Parole Parole Parole scritta da Bennicelli, che dirige sua figlia Carlotta e Matteo Vacca. Una storia d’amore molto particolare vissuta in un clima quasi da sogno.
Segue un nuovo progetto davvero speciale: Le Bal di Penchenat, con sedici attori, di cui dodici under 35, per la regia di Giancarlo Fares, nel quale, attraverso la musica italiana, si racconta la storia del nostro paese dal 1940 al 2001. Dal’11 al 23 ottobre.
Dal 27 ottobre Gabriella Greison racconta i fatti più sconvolgenti, misteriosi, divertenti, che hanno fatto nascere la fisica quantistica in 1927 – Monologo Quantistico.
Un’altra bellissima storia di sport e di guerra, viene narrata ne Le Olimpiadi del 1936 da Federica Buffa, una storia fatta di tante storie e dentro altre storie. Dal 1 al 6 novembre.
Il nuovo lavoro di Angelo Longoni, Ostaggi, vede protagonisti Michela Andreozzi e Max Vado diretti da Matteo Oleotto, esplorare diverse tematiche tra continui colpi di scena. Dall’8 al 20 novembre sul palcoscenico.
La salvaguardia dell’onorabilità al centro de Il berretto a sonagli, nell’edizione integrale, diretta da Francesco Bellomo, con Pino Caruso, Emanuela Muni, Alessio Di Clemente, Franco Mirabella, Matilde Piana, Carmen Di Marzo e Anna Malvica. Dal 22 novembre a 4 dicembre.
Marisa Laurito scrive, dirige e interpreta Sud and South, un concerto spettacolo dedicato alla cultura, all’arte e alla bellezza del sud del mondo, con Charlie Cannon. Dal 6 al 18 dicembre.
A Natale Il divorzio dei compromessi sposi, liberamente tratto dal romanzo di Alessandro Manzoni, scritto, diretto e interpretato da Carlo Buccirosso e la sua compagnia di sedici attori e ballerini. Dal 22 dicembre al 6 gennaio.
“Un altro classico rivisitato, La Divina Commedia, è fonte di ispirazione per Alessandro Fullin, che partendo dall’assunto del 2009 di Papa Ratzinger riguardo al Purgatorio, che non esiste più come luogo fisico, scomoda Dante Alighieri per riscrivere La Divina.” In scena dal 10 al 22 gennaio.
Serial Killer per signora di Douglas J. Cohen, ritrova sulla scena Gianluca Guidi, che ne cura anche la regia e Giampiero Ingrassia, dopo l’esilarante Taxi a due piazze, affiancati da Alice Mistroni e Teresa Federico. Un musical che intreccia le vite di due sconosciuti, che diventeranno “l’uno il compendio dell’altro”.
Dal 7 al 19 febbraio tornano alla Sala Umberto I suoceri Albanesi di Gianni Clementi, dopo una tournée di novanta date in tutta Italia. Spettacolo affinato e più maturo con una compagnia affiatatissima, guidata da Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi, diretta da Claudio Boccaccini.
Sogno di una notte di mezza estate, di Ruggero Cappuccio che si ispira liberamente all’opera del Bardo, con Isa Daniei e Lello Arena diretti da Claudio Di Palma. “Tra fedeltà e irriverenza la scrittura di Cappuccio riorchestra il Sogno” dal 21 febbraio al 5 marzo.
L’umorismo inglese demenziale e a volte surreale permea L’Ispettore Drake e il delitto perfetto di David Tristram, diretto e interpretato da Sergio Assisi, con Procopio, Sabatucci, Di Fiore. Colpi di scena senza fine per l’esordio di Assisi alla regia teatrale. In cartellone dal 7 al 19 marzo.
Il segreto del teatro di Gur Koren con la regia di Lorenzo Gioielli, in collaborazione con l’Accademia L’arte del cuore, la prima ed unica accademia teatrale riconosciuta che forma attori professionisti disabili unisce un cast di dodici attori in via di formazione.
Questa produzione segue la splendida esperienza avuta nel progetto Figli di un Dio minore, che ha avvicinato il teatro alla comunità dei sordi. Un testo formidabile e politicamente scorretto, che tratta di una compagnia amatoriale di disabili che devono mettere in scena Romeo e Giulietta e di una famiglia di goffi malavitosi: padre, madre e figlio nerd che ha studiato al college. Queste due storie si intrecciano, trasformando i malavitosi in produttori teatrali, creando così una miscela esilarante. Un progetto bellissimo dal 21 marzo al 2 aprile in scena.
Dall’ideatore di Supermagic Remo Pannaim, arriva Destrezza. Accompagnato da una band di quattro elementi, che suoneranno dal vivo musiche originali, il Maestro Bob Noceti mostrerà al suo pubblico le varie specialità dell’arte della magia, in un crescendo spettacolare di illusioni, dal 4 al 16 aprile.
Il malato immaginario di Moliere interpretato da Enrico Guarnieri, che “restituisce al testo quella sfumatura talvolta dimenticata, ma senz’altro utile alla resa psicologica prima e ipocondriaca poi dell’infermità”, secondo il regista Guglielmo Ferro, emozionerà il pubblico
dal 18 al 30 aprile.
Le prime due settimane del mese di maggio saranno, invece, caratterizzate dall’incontenibile irriverenza di Barbara Foria diretta da Claudio Insegno in Volevo una cena romantica… E l’ho pagata io! Un woman show che lascerà, oltre al segno, tante risate.
A concludere la corposa stagione del Teatro Sala Umberto Boomerang – Il mondo che vorrei. Simone Colombari, Giorgio Borghetti, Eleonora Ivone e Amanda Sandrelli alle prese con “interessi economici e sentimentali, antichi rancori, segreti vecchi e nuovi, tradimenti e bugie, affetti e insofferenze…” dal 16 al 28 maggio.

Comicità, magia e teatro d’autore sul palcoscenico incontreranno anche “una serie di appuntamenti settimanali alle ore 19.00: stand up, improvvisazione, letture, monologhi, musica acustica, cinema, tutto in quarantacinque minuti, per essere liberi di avere un’offerta sganciata dai vincoli di linea artistica e formare un nuovo pubblico, aprendo ai giovani e giovanissimi.”

Gli spettacoli andranno in scena:
Teatro Sala Umberto
via della Mercede, 50 – Roma

22 – 25 settembre 2016
Compagnia TEATROZETA presenta
Le nostre donne
di Eric Assous
regia Livio Galassi
con Edoardo Siravo, Emanuele Salce, Manuele Morgese
musiche originali di Patrizio Marrone

27 settembre – 9 ottobre 2016
Politeama srl presenta
Parole Parole Parole
di Adriano Bennicelli
regia Gigi Proietti
con Carlotta Proietti, Matteo Vacca

11 – 23 ottobre 2016
L’isola trovata – Viola Produzioni presenta
Le Bal
di Jean-Claud Penchenat
regia Giancarlo Fares
coreografie di Ilaria Amaldi

dal 27 ottobre
Tieffe Teatro presenta
Gabriella Greison
1927 Monologo Quantistico
di Gabriella Greison
regia Emilio Russo

1 – 6 novembre 2016
Tieffe Teatro Milano presenta
Federico Buffa
Le Olimpiadi del 1936
di Emilio Russo, Federico Buffa, Paolo Frusca, Jvan Sica
con al pianoforte Alessandro Nidi – fisarmonica Nadio Marendo – voce Cecilia Gragnani
regia Emilio Russo, Caterina Spadaro

8 – 20 novembre 2016
La Contrada presenta
Ostaggi
di Angelo Longoni
regia Angelo Longoni
con Michela Andreozzi, Max Vado

22 novembre – 4 dicembre 2016
L’isola trovata presenta
Il berretto a sonagli
adattamento da Luigi Pirandello
regia Francesco Bellomo
con Pino Caruso

6 – 18 dicembre
Sud and South
di Marisa Laurito, Michela Andreozzi
regia Marisa Laurito
con Marisa Laurito, Charlie Cannon
direzione musicale Marco Persichetti
costumi Graziella Pera

22 dicembre 2016 – 6 gennaio 2017
Ente Teatro Cronaca Vesuvio Teatro presenta
Il divorzio dei compromessi sposi
di Carlo Buccirosso
regia Carlo Buccirosso
con Rosalia Porcaro
scritto e diretto da Carlo Buccirosso

10 – 22 gennaio 2017
Nuove Forme presenta
La Divina
di Alessandro Fullin
regia Alessandro Fullin
con Tiziana Catalano, Sergio Cavallaro, Simone Faraon, Paolo Mazzini, Mario Contenti, Ivan Fornaro
coreografie Sergio Cavallaro

dal 24 gennaio – 5 febbraio 2017
Ente Teatro Cronaca Vesuvio Teatro presenta
Serial Killer per signora
musical di Douglas J. Cohen
da un racconto di William Goldman
regia Gianluca Guidi
con Gianluca Guidi, Giampiero Ingrassia, Alice Mistroni e Teresa Federico

7 – 19 febbraio 2017
Viola Produzioni presenta
I suoceri albanesi
di Gianni Clementi
con Francesco Pannofino, Emanuela RossiAndrea Lolli, Silvia Brogi, Maurizio Pepe, Filippo Laganà, Elisabetta Clementi
regia Claudio Boccaccini

dal 21 febbraio – 5 marzo 2017
Ente Teatro Cronaca Vesuvio Teatro presenta
Sogno di una notte di mezza estate
di Ruggero Cappuccio liberamente ispirato all’opera di W. Shakespeare
con Lello Arena, Isa Danieli, Fabrizio Vona, Renato De Simone, Enzo Mirone, Rossella Pugliese, Antonella Romano
regia Claudio Di Palma

7 – 19 marzo 2017
Quisquilie Production
L’Ispettore Drake e il delitto perfetto
di David Tristram
regia Sergio Assisi
con Sergio Assisi, Francesco Procopio, Fabrizio Sabatucci, Luigi Di Fiore
musiche originali di Louis Siciliano ALUEI-Edizioni musicali GDM Music

21 marzo – 2 aprile 2017
Viola Produzioni presenta
Il segreto del teatro
di Gur Koren
regia associata Virginia Franchi
regia Lorenzo Gioielli

4 – 16 aprile 2017
Supermagic
Destrezza
di Remo Pannaim
regia Sergio Bustric
con Bob Noceti

18 – 30 aprile 2017
ABC Produzioni
Il malato immaginario
regia Guglielmo Ferro
con Enrico Guarnieri

2 – 14 maggio 2017
Bags Entertainment
Volevo una cena romantica… E l’ho pagata io
di B. Foria, D. Ceva, M. Rossi, G. Ricciardi
regia Claudio Insegno
con Barbara Foria

16 – 28 maggio
Pragma Srl presenta
Boomerang – Il mondo che vorrei
regia Angelo Longoni
con Simone Colombari, Giorgio Borghetti, Eleonora Ivone, Amanda Sandrelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.