Una stagione di tutti e per tutti

trastevere-teatro-romaPresentato al pubblico il cartellone della stagione 2013/14 del Teatro Trastevere, all’insegna della varietà.

In fondo lo spirito e l’idea programmatica dello staff artistico del Teatro Trastevere è come riassunto e condensato nello slogan posto a capo del cartellone della nuova stagione; questa frase, ovvero “Una stagione per tutti, una stagione di tutti”, dimostra infatti una sensibilità convinta nei confronti del pubblico più ampio, quello popolare, e perciò l’idea di una proposta vicina alla gente ma senza scadere nella banalità. Un programma variegato, che proseguirà come d’abitudine fino al prossimo giugno, che si rivolge a differenti spettatori, che non cerca la propria omogeneità in uno specifico genere teatrale, quanto in maniera trasversale nella qualità delle messe in scena. Stasera è stato presentato, in occasione di una serata informale e cordiale, questo denso programma che spazia tra drammaturgia contemporanea, humour d’oltremanica e classici internazionali, e che rappresenta il quarto anno di attività del giovane teatro del centro della capitale. A dire il vero, c’è un genere che prevarica tutti gli altri, e si tratta della commedia, molto spesso di testi di autori contemporanei portati sulla scena per la prima volta, questo però senza dimenticare la presenza di titoli come Il Dio del massacro, tratto da un’opera di Yasmina Reza, e Fight Club tratto dall’omonimo romanzo di Chuck Palahniuck. Tra i classici spicca anche il nostrano Achille Campanile, grande autore umoristico del Novecento italiano (con il Povero Piero) e persino Niccolò Machiavelli, con un’attuale rivisitazione del suo classico La Mandragola (La Pillola Rossa). Dicevamo della commedia, che come genere la fa da padrone, con opere come Spettegolezzi e Detective Malone, suppongo…, scritto quest’ultimo dal giovanissimo e talentuoso Eugenio Pochini. Per quanto riguarda invece la commedia di provenienza estera, segnaliamo Confusioni (di Alan Ayckboum) e Tesoro non è come credi (di Derek Benfield). Anche il melodramma è ben rappresentato con opere come Diritto di recesso, e I 14 Bottoni. C’è spazio poi per un omaggio a un personaggio importante della cultura moderna (Una rondone dal Messico – Frida Kahlo) nonché uno splendido affresco della Londra anni ’60 e delle lotte per la parità dei diritti degli omosessuali nel testo di Charles Dyer intitolato Il Sottoscala. Questa è solo una parte dell’intenso cartellone del teatro; tale fervente attività è ulteriormente intensificata da un bella iniziativa, che occuperà tutti i sabati pomeriggio e che è dedicata ai più piccoli; si tratta della Stagione bambini 2013/14, spettacoli per spettatori che vanno dai 3 ai 13 anni, e vede tra i titoli Il meraviglioso mago di Oz, Natale con i Mostri e Le mirabolanti avventure di Alice.
La nuova stagione del Teatro Trastevere pare avere tutte le carte in regola per poterci regalare un anno di intense emozioni.

Lo spettacolo continua:
Teatro Trastevere
via Jacopa de’ Settesoli, 3 – Roma
fino a giugno 2014

Teatro Trastevere: Stagione 2013/14
il programma completo su https://www.teatrotrastevere.it/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.