Sulla rotta dei classici

Per la stagione 2011-2012 il teatro Vascello di Roma presenta un calendario ambizioso e variegato, che incontra i gusti di un pubblico eterogeneo e giura fedeltà ai grandi classici della letteratura.

Un programma intenso e fitto di appuntamenti per gli amanti di teatro, danza e opera. Il Vascello di Roma non si risparmia, e sgrana per la prossima stagione un cartellone invidiabile. Balza all’occhio la presenza imponente dei grandi autori della classicità antica e moderna: da Shakespeare a Gadda, da Molière a Kafka, passando per i tragici greci, si delinea un percorso di ampio respiro che suscita una notevole aspettativa.

Gonzalo Pirobutirro, protagonista del romanzo La cognizione del dolore di Carlo Emilio Gadda, sfilerà sul palco trasfigurato nell’Amleto shakespeariano – e nello scrittore milanese stesso – dando vita a un personaggio tormentato da nevrosi laceranti e in viaggio negli abissi di se stesso (L’ingegner Gadda va alla guerra – O della tragica istoria di Amleto Pirobutirro, di Fabrizio Gifuni e Giuseppe Bertolucci); Josef K. patirà ancora una volta l’imputazione di una colpa non commessa e la condanna in una rappresentazione claustrofobica dedicata alla solitudine e all’oppressione del male di vivere (Il Processo di Kafka, adattato e diretto da Andrea Battistini); Don Giovanni metterà in scena il mito di se stesso lasciando che l’elemento buffonesco e tragicomico faccia libera irruzione (Don Giovanni di Molière, adattato da Manuela Kustermann – direttrice artistica del Teatro Vascello – con la regia di Alberto Di Stasio).

Titoli illustri della classicità latina e greca sono coinvolti a conferire ulteriore densità al cartellone: si pensi al Satyricon di Petronio (qui diretto da Massimo Verdastro), testo dalla struttura complessa e articolata, che impegnerà da solo tutta la seconda metà di aprile; o al mito omerico di Penelope, adattato in chiave moderna da Marco Calvani in Penelope a Groznyj. Le tragedie di Eschilo e Sofocle ispirano invece Le Erinni giungeranno, di Aurelio Gatti, opera di teatro danza che annoda le trame dell’arte con quelle della concreta esistenza umana.

Il programma inerente alla danza mantiene uno spessore di grande serietà anche laddove si sdogana da citazioni classiche e percorsi tradizionali: Motus Danza presenta ad esempio una performance che affronta il tema attualissimo della pena di morte, dedicata all’italo-americano Derek Rocco Barnabei, giustiziato in Virginia nel 2000 (Della tua carne, con le coreografie di Simona Cieri); mentre i gruppi Deja Donne ed En-Knap si cimentano in un lavoro di ricerca e sperimentazione che trova il suo esito in Not made for flying (coreografia di Simone Sandroni); ma non mancheranno incursioni nei regni sacri della musica, con omaggi a Strawinsky e al sempre amato tango.

E nessun dimentichi l’opera: La Traviata e Rigoletto sono solo due dei titoli che spiccano nel programma (le opere saranno eseguite in forma di concerto con una voce narrante) e che confermano il criterio sotteso alle scelte della direzione artistica, attenta alle produzioni moderne partendo comunque da quelle classiche.

Infine, per accontentare tutti, il Vascello presenta un elenco nutrito di spettacoli per i più piccoli, che va da Anselmo e Greta (di Andrea De Magistris) a La Bella e la Bestia (adattato e diretto da Maurizio Lombardi, che firma pure La Bella addormentata nel bosco) passando per La storia della gabbianella e del gatto che le insegnò a volare (adattato da Manuela Kustermann e diretto ancora da Maurizio Lombardi) e Il Mago di Oz (di Laura Saraceni).

Un tripudio di iniziative per una stagione che si preannuncia ricca di interesse e di seguito, lanciando nuovamente al centro della scena off romana un teatro che non ha mai chiuso neanche per le ferie estive e che, a quanto pare, non ha bisogno di riposo.

Lo Spettacolo andrà in scena:
Teatro Vascello
via Giacinto Carini, 78 – Roma

Teatro Vascello – Teatro stabile d’innovazione
Stagione 2011-2012
alcuni titoli in cartellone:

Overlook Produzioni presenta
B-Side
di Alessandro Bardani e Armando Ortolani
regia Luca Di Prospero
con Matteo Ripaldi, Fabiola Biancospino

Teatroinaria StanzeLuminose presenta
La madre
di Paolo Fallai
liberamente tratto da Il malinteso di Albert Camus
regia Alessandro Berdini
con Paola Rinaldi, Vittoria Faro
scene e costumi Lorenzo Ciccarelli
disegno luci Danilo Facco

Compagnia Excursus presenta
Liaisons
coreografia e regia Ricky Bonavita
progetto artistico Ricky Bonavita e Theodor Rawyler
con Vincenzo Abascià, Alessia Cutigni,Valerio De Vita, Ester Parisi, Marica Zannettino, Ricky Bonavita
musiche Antonio Vivaldi e altri
disegno luci Danila Blasi
scenografia video live Valeria Guarcini
costumi Daniele Amenta, Yari Molinari

ATCL e Officina Electric Arts presentano
Fino all’ultima goccia
coreografia e regia Rachele Caputo
con Nuova SAT Danza/Compagnia Caputo Senica, Rachele Caputo, Sara De Santis, Ottavia Nigris
scene e costumi Mario Romano
intervento video e luci Andrea Paciotto

Histoire du soldat
di Igor Stravinskij
libretto di Charles-Ferdinand Ramuz
direttore Simone Veccia
con Sara Borsarelli
Piccola Orchestra ‘900

Due madri
dramma in forma concerto per soprano, voce, coro e orchestra da camera
di Maurizio Gabrieli
libretto di Antonio Ferrara
maestro concertatore e direttore Simone Veccia
Personaggi e interpreti:
Arina: Manuela Kustermann
Olga: Anna Catarci
voci dall’aldilà: Coro Labirinto Vocale
Piccola Orchestra ‘900

Produzione Musica e Arte A.C. presenta
Re Carletto – Sua figlia Peppina, il mago Carciofo e il ciambellano Opillo
favola per marionette, burattini, voce narrante e musica dal vivo
musiche Michele Piersanti
testo Antonio Ferrara

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.