La calma è la virtù dei greci

«E noi ci leghiamo, presi dalla paura, alla prua di una grande idea. Neanche abbandoniamo la nave per perderci a baciare le sirene. Ma continuiamo il nostro viaggio. Lasciamo la nostra porta aperta al peccato. Non chiudiamo le orecchie al canto delle sirene. Prendiamo le sirene con noi e viaggiamo tutti insieme. Questa è, compagni, la nuova ascesi. Ascesi, compagni, salire in alto. Anche quando si è spinti a guardare a terra per brucare. Questa è la natura dell’uomo, l’antropos, il guardante in alto con i piedi conficcati in basso, nel fango di cui è fatto». Al Teatro Palladium di Roma va in scena la prima assoluta di Tefteri, il libro dei conti in sospeso, un’opera essenziale per capire dove stiamo andando, tra i profughi di ieri e quelli di oggi.

Il caffè greco si beve con calma. È nero, denso come la notte, altrettanto amaro. C’è chi lo allunga con le lacrime, eppure lo bevono tutti. Angeroula Pitsaki ripropone la stessa densità e amarezza di contenuti nella sua lettura e interpretazione di Tefteri, il libro dei conti in sospeso (Il Saggiatore, 2013) e la fa sorseggiare con la lentezza ellenica. Accompagnato da una colonna sonora ineccepibile (che sarebbe vieppiù interessante comprendere se non con sovratitoli almeno con il libercolo per i più curiosi), l’attrice propone un viaggio che ripercorre a fil di cuore la tragedia moderna dell’homo creditans, l’antropos indebitato.

Tefteri, il libro dei conti in sospeso non è uno spettacolo, ma un inno alla ribellione. Il manges, delinquente dalla lama facile, ascende verso il cielo a suon di rebetiko spartito multietnico che nasce dal mare e all’oceano dell’anima fa appello. La danza di estasi va ballata soli e guai a interrompere la comunicazione divina di qualcuno: in un tempo in cui il valore era ancora una valuta forte, è un attimo finire sotto al fango.

Teatro di narrazione, esprit coreutico e multimedialità si fondono insieme per dare vita a un genere ibrido e di difficile classificazione, che, ciononostante, si rivela decisamente efficace. Grazie a un testo impeccabile e una drammaturgia che non vuole confondere ma infondere, Tefteri è un’ottima lezione di vita vissuta con calma. Non sono pochi gli spettatori che si agitano, irrequieti, sulle poltrone, perché il tempo è ancora troppo legato al denaro, e l’arte della lentezza non è mai stata una prerogativa italica. Eppure Angeroula non ha nessuna fretta e anzi scende dal palco e si gode con il suo pubblico il terribile spettacolo della dimenticanza, vero male di un animale che torna sempre sui propri passi senza mai imparare (i.e. mandare a memoria) la lezione.

Con la pazienza che solo un popolo di ribelli sa avere, la pièce si snoda inesorabile tra storia e musica, passando sempre per la parola e la sua etimologia, eccezionale strumento di controinformazione e, quindi, di resistenza all’oblio non solo dei valori, ma anche dei peccati. Dioniso era il dio della sfrenatezza e della crapula, ma il giorno dopo, al contrario dei suoi emuli odierni, ricordava sempre tutto.

Lo spettacolo è andato in scena
Teatro Palladium
Piazza Bartolomeo Romano, 8, 00154 Roma
10-11 maggio, ore 20.30

Associazione Culturale Da Roma a Kastellorizo e Fondamenta Teatro e Teatri in collaborazione Kollatino Underground
presentano in prima nazionale
Tefteri, il libro dei conti in sospeso. La Crisi Greca a Suon di Rebetiko
performance multimediale di prosa, musica, danza, teatro delle ombre e video
tratto dal Tefteri, il libro dei conti in sospeso di Vinicio Capossela, Premio Volponi-Maghunting nella categoria Reportage Narrativo
adattamento, regia, interpretazione di Angeroula Pitsaki
aiuto regia Tommaso Sassi
asistente alla regia Simone Caredda
scenografie Artesceno srl _ Massimo Sergianni
collaborazione musiche Kostis Gardikis e KOSTIS GARDIKIS E IOANNIS NTOUNAS
voce Off Maurizio Boldrini
Karaghiosis Giannis Dagialos
video Alessio Rucchetta e Valerio Maggi
consulenza Coreografica Paola Maffioletti
organizzazione Annalisa Siciliano
luci Raoul Terilli
con il patrocinio di Presidenza Assemblea Capitolina, Ambasciata di Grecia a Roma, Ambasciata della Repubblica di Cipro a Roma, Comunita Ellenica di Roma e del Lazio, Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia, Lega Navale Italiana, Esercito della Salvezza, Compagnia Teatrale Metamorfosi, Municipality of Chios
partners Legália Studio, Pegasus, Jasmine BookShop, FEOX Rescue, Ristorante O’Masto, Emergenze Sonore, Centre for Asia Minor Studios, Consiglio dei Greci all’Estero

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.