Un immenso desiderio di festa

Giunto alla settima edizione, il festival Tener-a-mente organizzato dal Vittoriale del Garda presenta un cartellone di altissima qualità ricco di sorprese e di novità. Dal 2 luglio all’11 agosto si produrranno, all’interno della “conca marmorea sotto le stelle”, grandi nomi della scena musicale italiana ed internazionale. Con due anteprime: il 19 maggio Elio si misurerà con il Baldus di Teofilo Filengo e il 1 giugno si danzerà tutta la notte con una grande festa

Martedì 9 maggio si è tenuta, presso la sala sant’Agostino del palazzo Broletto di Brescia, la presentazione pubblica del festival del Vittoriale Tener-a-mente di Gardone Riviera e che si svolgerà, per la prima volta, non solamente nell’anfiteatro dannunziano gardesano, ma anche in altri luoghi del parco e nella valle delle Cartiere di Toscolano Maderno.

13000 biglietti già venduti e un concerto (quello di LP) già sold out. I numeri di questa settima edizione del festival battono tutti i record precedenti e indicano un interesse sempre più forte nei confronti di questa grande manifestazione che viene accolta nell’anfiteatro del Vittoriale degli italiani, prezioso scrigno di bellezza e avvolto da misteri e leggende che accoglie quella che doveva essere la dimora temporanea del Vate ma che divenne il suo buen retiro definitivo.

Più di un mese di concerti e di spettacoli, inaugurati domenica 2 luglio dai Baustelle, uno dei nomi della nuova scena italiana più apprezzati dal pubblico. Seguiranno le esibizioni di nomi storici della scena internazionale come i sognanti The Jesus and Mary Chain (6 luglio), il ruvido Mark Lanegan (10 luglio), l’oramai classico Ryan Adams (12 luglio), i redivivi The Pretenders (13 luglio), Steve Winwood (16 luglio) e Richard Galliano (6 agosto), ma anche artisti che hanno segnato gli ultimi 15 anni della musica come i Passenger (4 luglio), Devendra Banhart (9 luglio), i chiaroscurali Elbow (15 luglio), Jack Savoretti (18 luglio), LP (26 luglio), Tigran Hamasyan (28 luglio) e il geniale Ben Harper (che chiuderà il festival con due serate, il 10 e l’11 agosto). Ma non mancheranno certamente anche grandi nomi della scena nazionale come Niccolò Fabi (22 luglio) e Carmen Consoli (29 luglio).

Ma la presentazione pubblica del 9 maggio è stata anche l’occasione di presentare alcune novità proprie a questa edizione oltre a due nuovi eventi che si inseriscono in un cartellone già estremamente ricco ed importante. L’edizione 2017 sarà un’edizione che accoglierà al suo interno, non solamente la musica ma anche discipline ed arti che amplieranno la palette delle possibilità artistiche del festival. Il 14 luglio, infatti, sarà una data importante che vedrà l’esibizione di Gabriele Lavia in uno spettacolo dedicato a Leopardi e che aprirà una serata dedicata alla poesia con la finale del premio “Più luce!”, dove i dieci aspiranti attori si sfideranno in una battaglia “a colpi di versi”. Non solo poesia! Per la prima volta in assoluto, la danza sarà rappresentata in questo festival con uno spettacolo di grande qualità. Sarà, infatti, Davide Dato, primo ballerino dell’Opera di Vienna, a calcare il palco dell’anfiteatro interpretando Don José nella Carmen (30 luglio).

Un festival affascinante che sarà aperto, nelle prossime settimane, da due gustose mises en bouche. Elio darà un primo via alle danze con uno spettacolo dedicato al poema farsesco del Baldus di Teofilo Filengo (19 maggio alla Valle delle cartiere di Toscolano Maderno), mentre il primo giugno si svolgerà il Notturnale Tener-a-mente, una lunga notte di musica che toccherà tre luoghi del Vittoriale. Spetterà alla Banda Osiris aprire le danze alle 22.30 con l’esilarante spettacolo Le dolenti note presso la Regia Nave Puglia, seguirà il Silent WiFi concert di Andrea Vizzini presso la Fontana del Delfino con gli spettatori che saranno equipaggiati di un casco luminoso (l’annuncio è stato l’occasione, per il presidente del Vittoriale, Giordano Bruni Guerri, di annunciare “il ritorno delle lucciole” pasoliniano) e la serata si terminerà all’anfiteatro con Cosmology of Bach, con una rivisitazione in chiave elettronica dell’universo del compositore tedesco da parte di Cesare Picco e Painé Cuadrelli.

Insomma, la musica, accompagnata dalle raffinate ancelle della poesia e della danza, sarà l’indiscussa protagonista dell’estate gardesana.

Gli spettacoli avranno luogo:
Vittoriale degli italiani
Via Vittoriale, 12 – Gardone Riviera

Valle delle Cartiere – Toscolano Maderno

dal 19 maggio all’11 agosto 2017

programma completo
www.anfiteatrodelvittoriale.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.