Borderline par excellence

Finalmente arriva a Milano The Edge Festival, la rassegna europea multiculturale che collabora con le realtà del disagio e dell’emarginazione.

Da martedì 8 novembre a venerdì 16 dicembre Milano ospita The Edge Festival, rassegna europea di teatro e arti volta alla promozione dell’inclusione sociale. Edge, in inglese, significa infatti margine, limite e sono proprio le esistenze al limite a rappresentare il leit motiv che sta alla base del festival. Le sedi milanesi interessate all’evento saranno il Carcere di San Vittore, il Teatro Verdi e l’Auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare, che ospiteranno spettacoli, concerti, mostre fotografiche, dibattiti e conferenze con l’obiettivo di diffondere un discorso artistico nel sociale, nelle realtà più emarginate e borderline. La ricerca alla base del progetto è infatti la contaminazione tra le situazioni apparentemente “normali” e quelle più estreme o di disagio, quali l’alcololismo, la tossicodipendenza, il mondo dei diversamente abili, e la detenzione. Con The Edge Festival l’arte si fa veramente necessaria e voce “possibile” contro l’emarginazione e la discriminazione.

Il Festival – coordinato dal Cetec, Centro Europeo Carcere Onlus – è l’unico nel suo genere in Europa; e nel nostro Paese la rassegna è stata inaugurata l’11 ottobre presso il carcere di San Vittore, con un’anteprima della Compagnia Rossolevante su testo di Gianmarco Mereu che, a soli 37 anni, è rimasto paralizzato in seguito a un infortunio sul lavoro. Lo spettacolo, Giorni rubati, aveva debuttato in prima milanese presso il Teatro della Cooperativa.

In questi giorni la manifestazione ha acceso i riflettori del Teatro Verdi su In arte Gianna Breil… – Pezzi di un’attrice a pezzi. Il monologo, forte e commovente, andato in scena lunedì 14 novembre, nasce dalla collaborazione tra il mondo teatrale e il servizio di Alcologia dell’Ospedale Santa Maria di Rivolta D’Adda. Il volto autenticamente segnato di Gianna Breil, sotto la direzione di Fausto Lazzari – il quale dimostra di avere, come regista, una mano leggera e sensibile – racconta la storia di una donna – o di molte donne – che, per fragilità e un profondo senso di angoscia, distrugge la propria vita e una promettente carriera di attrice con alcool, eroina e coca. Uno spettacolo che intreccia momenti biografici, crisi di astinenza e frammenti di pièce teatrali di Ionesco e Tennesse Williams. In platea si percepisce una forma teatrale che va oltre il teatro e che si mischia e confonde con il disagio, la lotta e il desiderio di riscatto.

Nelle prossime settimane diversi spettacoli, tutti di alto livello, e l’arrivo in Italia di Compagnie blasonate come il Théatre de l’Opprimé di Parigi. Da non perdere, l’anteprima europea di Meterikon, Voci e Silenzi delle Madri del Deserto, dedicata alle donne eremite del deserto. L’incontro con le realtà artistiche che, in Europa, hanno scelto di lavorare con il disagio rende The Edge Festival un’esperienza culturale e umana da non perdere.

The Edge Festival.
Teatro Verdi
via Pastrengo, 16 – Milano
(Auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare e Carcere di San Vittore)
Alcuni tra i prossimi appuntamenti in cartellone:

mercoledì 16 novembre
ore 19.00 – EDGE TEATRO:
Théatre de l’Opprimé – C.G.I.L. Lombardia
Teatro in Forum – Un lavoro a tutti i costi: costi quel che costi?
ore 21.00 – EDGE TEATRO:
Omen Teater
One vs Many (prima nazionale)
regia Gordana Lebovic
con Janoš Buš
ore 22.30 – EDGE VIDEO:
Presentazione Omen Teater di Belgrado

giovedì 17 novembre
ore 17.30 – EDGE VIDEO:
E uscimmo a riveder le stelle…
Rassegna video con compagnie e artisti che da anni lavorano nelle carceri italiane.
ore 21.00- EDGE TEATRO:
Théatre de l’Opprimé – CGIL Lombardia
Teatro in Forum – La tentazione della Zingara

venerdì 18 novembre
Ore 11.00 – EDGE MEETING:
Cetec, in collaborazione con C.G.I.L. Lombardia, Rossolevante ed Edge Network presentano:
Giorni rubati in Tour (presentazione del progetto)
ore 17.30 – EDGE VIDEO:
Associazione Affabulazione – Cetec Edge Network – CinemAvvenire presentano:
La terra vista dalle nuvole – Sguardi su Pasolini
regia Francesco Crispino e Donatella Massimilla
ore 19.00 – EDGE TEATRO:
Théatre de l’Opprimé
La Terre (anteprima europea)
di Josè Ramon Fernandez
studio del nuovo spettacolo del Théatre de l’Opprimé regia di Rui Frat
con Manuela Brazil, Delphine Dey, Marisa Teresa Ferreira, Leo Frati e Antonia Hayward
musiche di Toninho do Carmo (corde) e Brenda Ohana (percussioni)
ore 21.30 – EDGE TEATRO:Cetec – Edge Network presenta:
Meterikon
Voci e Silenzi delle Madri del Deserto (anteprima europea)
drammaturgia corale a cura di Donatella Massimilla
insieme a Valeria Cimò, Gilberta Crispino, Sally Elsbury, Francesca Romana Nascè e Mariama Thilllo

giovedì 1 dicembre
ore 10.00 – EDGE TEATRO:
presso Biblioteca di San Vittore – Sezione 3 Reparto maschile
Cetec – Edge Network presenta:
Il Progetto di Bach e Mozart
di Adriano Vianello

giovedì 1 e venerdì 2 dicembre
ore 21.00 – EDGE TEATRO:
presso il Palazzo Cigola Martinoni di Cigole (BS)
 
Meterikon incontra le comunità nei luoghi storici della Regione Lombardia

sabato 3 dicembre
ore 20.00 – EDGE VIDEO:
presso Auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare
Compagnia Fabula Saltica presenta:
Autoritratti dal carcere (videoinstallazione)
ideazione Luigi Marangoni
ore 21.00 – EDGE MUSICA:
Edge Network presenta:
Jail Session

domenica 4 dicembre
ore 18.00 – EDGE VIDEO E FOTOGRAFIA:
Cetec – Edge Network presenta:
Ritratti di Donne
videoinstallazione e mostra fotografica del reporter Marco Garofalo
ore 21.00 – EDGE TEATRO:
Escape Artist presenta:
Inside Story
di Paul Malcolm
regia Matthew Taylor
con Paul Malcom

A seguire:
Solot Compagnia Stabile di Benevento presenta:
Looking for Peppe
di Giuseppe De Vincentis
regia Michelangelo Fetto

A seguire:
Escape Artist presenta:
The Crack
di Neil Robinson
regia Matthew Taylor
con Neil Robinson
Monologo tratto dal film The Crack di Phil Vasili

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.