The sound of musical

Teatro-sistina-romaAl Teatro Sistina è in scena fino all’11 gennaio Tutti Insieme Appassionatamente con Luca Ward e Vittoria Belvedere. A 50 anni dalla famosa pellicola rivive sul palcoscenico romano la straordinaria storia d’amore tra la giovane educatrice Maria e il Comandante Georg Ritter von Trapp. Uno spettacolo in cui emergono soprattutto le sette voci dei bambini-ragazzi protagonisti.

Massimo Romeo Piparo dopo aver celebrato al Sistina i quarant’anni di Jesus Christ Superstar, e i sessanta di Sette Spose per Sette Fratelli, riporta a teatro un classico del cinema musicale: Tutti Insieme Appassionatamente.
Era il 1965 quando il film di Robert Wise, candidato a dieci Oscar, uscì nelle sale e ora, a distanza di cinquant’anni, questa intramontabile storia semplice, ma ricca di sentimento, allieterà tutte le feste natalizie fino all’11 gennaio. Una vicenda vera che rivede insieme sul palco del Sistina Luca Ward e Vittoria Belvedere, una coppia molto affiatata, già protagonista di due edizioni di My Fair Lady.
In occasione della prima, che si è tenuta lo scorso 9 dicembre a Roma, gli attori hanno sfilato davanti al teatro, tutti in fila composti, tra i vari invitati e i flash dei fotografi, cantando una delle canzoni del musical Do-re-mi. Tutti insieme appassionatamente, come recita il titolo, compresi i bambini che si alterneranno nel corso delle repliche, sostituendo alcuni adulti di ruolo.

Nelle divise dei fratelli Von Trapp, ci sono Beatrice Arnera (Liesl), Daniela Simula nel ruolo di Brigitta, Alessandro La Cava, uno dei bambini prodigi di Io canto (Kurt), Kevin Magrì (Friederich), Zoe Nochi (Louisa), Martina Bigi (Martha) ed Emma Valerio, figlia di Vittoria Belvedere (Gretl).
Sono le suore a giungere dalla platea per dar inizio allo spettacolo. Il sipario si apre e subito riconoscibile si presenta il famoso convento, dove la Madre Badessa (Silvana Isolani), Suor Sophia (Donatella De Felice), Suor Berthe (Marika Franchino) e Suor Margareta, sotto il cui velo si nasconde in realtà il bravissimo Ado Mamo, che di recente aveva ricoperto il ruolo di Chantal nello spettacolo Il Vizietto – La Cage aux Folle e che incanta ancora con la sua voce da soprano, s’interrogano su dove si sia cacciata Maria. Conosciamo in questo modo la protagonista Vittoria Belvedere, Maria appunto, che libera voce e corpo sui verdi prati austriaci nel lontano 1938, anno in cui tutto è ambientato e che si evince anche dai curatissimi costumi, realizzati da Cecilia Betona.
Tutto è ben ricostruito grazie alle scene di Teresa Caruso. La pedana girevole in pochi istanti permette di seguire l’intera vicenda che si muove soprattutto nella maestosa e lussuosa villa del Comandante von Trapp (Luca Ward), con i suoi interni e il fondamentale gazebo, che fa da sfondo a scene particolarmente importanti.
E come una delle suore del convento che inciampa sul palco durante la prima, a inizio spettacolo, Luca Ward e Vittoria Belvedere inciampano spesso in qualche nota, soprattutto quando duettano.
Faticano infatti le loro ugole a emergere e più volte è la musica a sovrastare le loro interessanti voci nella recitazione, ma deboli nel canto.
Senza fare nessun paragone con Christopher Plummer e Julie Andrews, protagonisti del film, che sono inarrivabili, i due nell’insieme sono discreti, essendo la presenza scenica comunque forte e sorretta dagli altri componenti della pièce che meritano assolutamente di essere citati. Nel ruolo di Elsa Schraeder, troviamo infatti la sempre straordinaria Sabrina Marciano, che recentemente proprio al Sistina ha affiancato Pippo Baudo ed Enrico Montesano in Sistina Story. La sua voce e la sua classe si distinguono insieme al coro dei bambini che formano il bel quadretto familiare e la rendono molto simile a Eleanor Parker, baronessa nella pellicola.
Accanto a essi recitano inoltre attori del calibro di Giulio Farnese (Max Detweiler) ed Enrico Baroni (Barone Eberfeld), che con le loro caratterizzazioni restano ben impressi allo spettatore.
Uno spettacolo per tutta la famiglia che il 17 dicembre vedrà una replica di mattina, esclusivamente per alcune scolaresche, merito di Piparo, che vuole sensibilizzare i bambini facendo capire loro l’importanza del teatro e soprattutto di chi lo fa.
Bambini sopra e sotto il palco, perché quello dell’attore è un mestiere che non conosce età, come Tutti insieme appassionatamente, che non racconta solo la storia di un vedovo con sette figli (cinque femmine e due maschi) che si intenerisce di fronte a un’educatrice come Maria, che di farsi suora proprio non se la sente, ma anche l’altra storia, quella ha riempito i libri, brutta e devastante, dell’Austria che viene invasa dai nazisti.

Un modo diverso per vivere le feste diversamente aspettando Babbo Natale e la Befana, insieme e appassionatamente.

Lo spettacolo continua:
Teatro Sistina

via Sistina, 129 – Roma
fino a domenica 11 gennaio 2015
orari: martedì a sabato ore 21.00, venerdì 26 e sabato 27 dicembre ore 17.00, domenica ore 17.00
(durata 2 ore e 30 minuti intervallo escluso)

Peeparrow-Il Sistina presentano
Tutti Insieme Appassionatamente
con Luca Ward, Vittoria Belvedere, Giulio Farnese, Enrico Baroni, Sabrina Marciano, Silvana Isolani, Donatella De Felice, Marika Franchino, Carlo Alberto Gioja, Riccardo Sinisi, Ado Mamo
musica Richard Rodgers
testi Oscar Hammersmith III
libretto Howard Lindsday, Russel Crouse
direzione musicale Emanuele Friello
scenografie Teresa Caruso
costumi Cecilia Betona
coreografie Roberto Croce

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.