Un perfetto, e tristissimo, ritratto della piccola piccola Italia

Un bravo Massimo Dapporto è in scena al Franco Parenti di Milano con Un borghese piccolo piccolo di Cerami, affresco perfetto della nostra grottesca umanità.

Non è che non abbia sogni, Giovanni Vivaldi. È che sono piccoli piccoli: far entrare suo figlio Mario, ragioniere, nel ministero in cui lavora da trent’anni e dal quale sta andando in pensione (qui forse le date non vanno troppo bene: se il ragazzo è neo-diplomato, perché Giovanni è così vecchio?). Non è nemmeno del tutto ignorante, Giovanni: è che non ha principi se non un fervido familismo. È maschilista, senza interessi, poco solidale. E soprattutto disposto a qualsiasi cosa purché il suo Mario vinca il concorso. Se dopo il delitto di cui alla fine si macchia, qualcuno avesse intervistato i vicini, avrebbero senz’altro detto: «Una così brava persona! Così riservato, così legato alla moglie e al figlio!». L’italiano medio, insomma. Che è brutto. È brutto perché, come rende magnificamente Massimo Dapporto in questa messa in scena del romanzo di Vincenzo Cerami al Franco Parenti di Milano, l’italiano medio è gobbo per servilismo, è vecchio per idee, è povero per stile. È sgualcito, perché il suo spirito è come afflosciato. Oggi, se Cerami scrivesse un sequel, sarebbe anche sguaiato e rancoroso. Ma già così piccolo piccolo era brutto abbastanza. E forse questo spiega perché ha avuto figli ancora più tristi e brutti. Per non parlare poi della cosiddetta classe dirigente: corrotta, laida, sporca come Roberto D’Alessandro, sia pure sfiorando il grottesco, rende benissimo. La sfida di far dimenticare l’interpretazione cinematografica di Alberto Sordi nell’omonimo film di Monicelli era davvero da far tremare le vene e i polsi. Dapporto ci riesce: il teatro non è cinema, ma certe sfumature di voce, certi silenzi, lo stesso scricchiolio delle assi, si sentono soltanto lì. Gli attori che lo circondano reggono il passo. Da vedere. Intristendosi.

Lo spettacolo è in scena
Teatro Franco Parenti

Via Pierlombardo 14 – Milano
fino al 20 gennaio 2019
visto il 9 gennaio alle 19,45

Un borghese piccolo piccolo
tratto dall’omonimo romanzo di Vincenzo Cerami
adattamento e regia Fabrizio Coniglio
con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni, Roberto D’Alessandro, Matteo Francomano, Federico Rubino
musiche originali Nicola Piovani
costumi Sandra Cardini
scene Gaspare De Pascali
luci Valerio Peroni
assistente alla regia Alessandro Marmorini
assistente ai costumi Alice Rinaldi
assistente alle scene Valeria Di Maria
produzione Pietro Mezzasoma
(durata: un’ora e mezzo)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.