Giugno a tinte rosa

Serena Grandicelli ha presentato al Teatro Argot Studio la XXII edizione della rassegna La scena sensibile in programma dal 6 al 26 giugno. La donna al centro del palcoscenico protagonista di tante storie emozionanti e tremendamente vere.

Lunedì 6 giugno riparte la storica rassegna romana di teatro e letteratura al femminile La scena sensibile, giunta alla sua XXII edizione, la cui direzione artistica è a cura di Serena Grandicelli, attrice, autrice e drammaturga che, insieme a Maurizio Panici, ha dato vita a questo straordinario spazio culturale nel giugno del 1995. Lo scorso 19 maggio la stessa Grandicelli ha presentato alla stampa il programma completo: un assaggio di tutti gli spettacoli in scena fino al 26 giugno, che quest’anno affrontano il tema Storie di donne coraggiose, ovvero l’universo femminile analizzato attraverso i drammi della società tra degrado urbano e morale in cui la donna, dotata di grande intraprendenza, e posto al centro di situazioni emotivamente forti, riportate sul palcoscenico dell’Argot attraverso il talento di numerose artiste, sempre pronte a mettersi in gioco.

Aprirà la rassegna, il prossimo 6 giugno, Isabella Carloni con Viola di mare. L’autrice e attrice rivivrà l’incredibile storia di Pina, la donna che si traveste da uomo per amore.
Il 9 e 10 giugno Livia Lupattelli sarà, invece, la protagonista di Tana libera tutti, spettacolo scritto e diretto da Mauro Mandolini, che vede la metamorfosi della dott.ssa Fausta impegnata in un massacrante lavoro da svolgere al computer in appena tre settimane, ovviamente pagata a nero.
L’11 giugno Cleo – Storia di una puttana vedrà protagonista Susy Suarez, anche autrice dello spettacolo, al fianco di Simone Destrero, diretta da Paolo Orlandelli. Un torbido segreto accompagna la vita Cleo, donna dal passato inimaginabile.
Il 12 e 13 giugno, invece, Chiara Cardea e Silvia Mercuriati, andranno in scena con lo spettacolo A scatola chiusa / Andante cantabile con slancio. L’asfissia sarà il motore che permetterà a entrambe di provare a uscire nel mondo.
Le rinchiuse di Elide La Vecchia, con Mayil Georgi Nieto, Kalua Rodriguez e Ilenia Veronica Raimo, con la regia Tiziana Bergamaschi continuano la rassegna il 14 giugno, un affresco sulla vita delle badanti, come paradigma della condizione di straniamento dalla vita e dal diritto alla bellezza.
Il 15 e 16 giugno sarà di scena Celia, una donna che fa la vita di strada a Roma e che si innamora di un suo cliente. Protagonista Silvia Gallerano, insieme a Carmine Pater Noster, Marcello Fonte, diretta da Alessandra Cutolo.
Il 18 giugno Lucia Bendìa, Betta Cianchini ed Elisabetta De Vito con Ferocia e la regia di Gabriele Eleonori, daranno vita a tre storie di femminicidio, in cui le protagoniste si raccontano acidamente e beffardamente.
Medea e il suo inconscio, di e con Esnedy Milan Herrera, sarà in scena il 21 giugno diretta proprio da Serena Grandicelli inscenando la storia di Medea, una modella e Giàsone il suo Press Agent e compagno di vita, che si muovono nel Regno dell’alta moda milanese. Un testo che vuole smascherare la crudeltà del mondo della moda, che costringe la donna ad inseguire dei canoni di bellezza imposti che non corrispondono al reale. A chiudere la rassegna il 24, 25 e 26 giugno i Monologhi dell’atomica di e con Elena Arvigo, un testo, ripreso dai racconti di Kyoko Hayashi e Svetlana Aleksievich, che racconta tre storie diverse e un unico destino che ha sullo sfondo Cernobyl.

Innumerevoli sfumature di rosa da accarezzare e soprattutto da sostenere visto che negli ultimi anni sono venuti a mancare i finanziamenti un tempo presenti.

slide_scena

Gli spettacoli andranno in scena:
Teatro Argot studio
via Natale del Grande, 27 – Roma
dal 6 al 26 giugno 2016

6 giugno, ore 21.00
Viola di mare
di e con Isabella Carloni

9 – 10 giugno, ore 21.00
Tana libera tutti
di Mauro Mandolini
regia Mauro Mandolini
con Livia Lupattelli

11 giugno, ore 21:00
Cleo – Storia di una puttana
di Susy Suarez
regia Paolo Orlandelli
con Susy Suarez, Simone Destrero

12 – 13 giugno, ore 21.00
A scatola chiusa – Andante cantabile con slancio
con Chiara Cardea, Silvia Mercuriati

14 giugno, ore 21.00
Le rinchiuse
di Elide La Vecchia
regia Tiziana Bergamaschi
con Mayil Georgi Nieto, Kalua Rodriguez, Ilenia Veronica Raimo

15 – 16 giugno, ore 21.00
Celia
regia Alessandra Cutolo
con Silvia Gallerano, Carmine Pater Noster, Marcello Fonte

18 giugno, ore 21.00
Ferocia
regia di Gabriele Eleonori
con Betta Cianchini, Lucia Bendìa, Elisabetta De Vito

21 giugno, ore 21.00
Medea e il suo inconscio
di Esnedy Milan Herrera
regia Serena Grandicelli
con Esnedy Milan Herrera

24 – 25 – 26 giugno, ore 21.00
Monologhi dell’atomica
di e con Elena Arvigo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.