Berkoff’s women "> Berkoff’s women

Berkoff’s women

Berkoff’s women, articolo di "Emanuela Mugliarisi" su Persinsala Teatro
Home | Performing Arts/Prosa | Berkoff’s women

Berkoff’s women
Recensioni/Articoli di

In scena, fino al 29 marzo, una miscellanea delle donne di Berkoff interpretate dall’abbacinante bravura di Linda Marlowe.  Non ce n’è. Quando sei spettatore del talento di un attrice strepitosa, ne riconosci l’oggettiva bravura anche nel caso in cui tu non stia capendo (quasi) nulla di quello che sta dicendo. E così è stato per …

Tutte le donne di Berkoff

Leggi la Recensione Berkoff’s women

elfo-pucciniIn scena, fino al 29 marzo, una miscellanea delle donne di Berkoff interpretate dall’abbacinante bravura di Linda Marlowe. 

Non ce n’è. Quando sei spettatore del talento di un attrice strepitosa, ne riconosci l’oggettiva bravura anche nel caso in cui tu non stia capendo (quasi) nulla di quello che sta dicendo. E così è stato per noi spettatori della prima di Berkoff’s women – cavallo di battaglia dell’autore/attore britannico noto nel mondo per KvetchShakespeare’s Villains. Una performance tutta in lingua originale (con sovra titoli un po’ scomodi da leggere, unica pecca dello spettacolo) che ha visto come unica protagonista Linda Marlowe, giustamente eletta da Berkoff al ruolo di musa ispiratrice di molti dei suoi personaggi femminili. Decadence, Agamemnon, East, Greek sono solo alcune delle opere citate in questo excursus di figure accomunate dalla bellezza e dalla tragicità dell’essere donna, ovvero dalla più completa consapevolezza della propria emotività e totale incapacità di (dis)scattarsi dall’attrazione per il sesso maschile.
La Marlowe dà vita attraverso una fisicità e una vocalità perfette (anche se declama in lingua straniera si percepisce l’assenza di qualsiasi sbavatura e inceppamento) a un flusso continuo di energia e coinvolgimento che passa, senza soluzione di continuità, dalla truce Giocasta – madre di Edipo – alla mediocre massaia succube del marito per poi mostrarci la donna virile che, amante della caccia, cavalca godiva verso la povera preda per poi passare, in pochissimo, alla zitella quarantenne che, pur di cercare compagnia, si accontenta di squallidi surrogati d’amore con i primi che le offrono da bere. Il testo trasuda della comicità caustica tipica dello humour inglese ma aggiornata ai tempi e, per questo, affatto pudica. E al pubblico dell’Elfo piace.
Ci sono, anzi, ci siamo tutte nella galleria dei personaggi femminili di Berkoff: impossibile non provare  stima per una donna che sa parlare così bene delle donne interpretando lo sguardo di un uomo altrettanto geniale.

Lo spettacolo è andato in scena al
Teatro Elfo Puccini – C.so Buenos Aires 32, Milano
dal 24 al 29 marzo 2014, ore 21:00
spettacolo in lingua inglese con sovratitoli in italiano

Berkoff’s women
da Steven Berkoff
regia di Josie Lawrence
con Linda Marlowe
produzione Linda Marlowe Productions e Teatro della Contraddizione
8,00

Check Also

Donne Che Sognarono Cavalli

Donne che sognarono cavalli

In scena al Teatro Elfo di Milano, fino a domenica 20 maggio, Donne che sognarono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi