Classico, sempre attuale

teatro-angelo-roma-80x80La riuscita trasposizione teatrale de La leggenda del pianista sull’oceano di Giuseppe Tornatore, a sua volta tratto dal breve omonimo monologo di Alessandro Baricco, va in scena al Teatro dell’Angelo di Roma.

Non è un caso se citiamo in primis il lungometraggio del regista siciliano, piuttosto che l’originario testo dell’autore piemontese. Con negli occhi e nella mente il primo, portare in scena l’ormai classica storia del «più grande pianista che abbia mai attraversato gli oceani» non è certo un’impresa facile; il rischio di un confronto impari altissimo.
Protagonista di un testo che, fin dal monologo d’origine si presta a essere letto da molteplici prospettive – inquadrabili tanto come aristocratica e contestabile antitesi tra genio e uomo comune, quanto come idealistico streben/ansia struggente di un impossibile infinito – la vicenda di Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, nella regia e nell’interpretazione di Antonello Avallone, si conferma tuttavia incantevole. L’attore romano, che sul palco interpreta la voce narrante del trombettista Max Tooney e di Novecento, riesce, infatti, a restituire il fascino e il mistero del mondo dentro quel racconto, contando quasi unicamente sulla propria capacità affabulatoria e presenza scenica.

Grazie alla semplicità di un allestimento minimale nella scenografia, nelle luci e nelle musiche, i gesti e le parole di Avallone materializzano quegli anni ’20 e quel Virginian dove – con in sottofondo le sontuose note jazz, blues e ragtime di Novecento – la malinconica speranza di miserabili alla ricerca della sognata Terra promessa accompagnava lo sfarzo di chi viaggiava ballando in prima classe.

Uno spettacolo teatrale che si costruisce sapientemente sulla parola, capace di non patire affatto comprensibili cali di ritmo, come proprio sul monologo finale, quando il protagonista dà conto all’amico Max delle proprie scelte.

Dettagli per una rappresentazione che, con merito, non regala sorprese.

Lo spettacolo continua:
Teatro dell’Angelo

via Simone de Saint Bon, 19 – Roma
fino a domenica 13 aprile
orari: da martedì a sabato ore 21.00, domenica e festivi ore 17.30 (lunedì riposo)

Novecento
di Alessandro Baricco
regia Antonello Avallone
con Antonello Avallone
scene e costumi Red Bodò
aiuto regia Marilì Conti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.