A Firenze il Puccini castigat ridendo mores, grazie all’arguzia di Alessandro Benvenuti, la musicalità di Lella Costa e l’irriverenza di Paolo Rossi.

Si inaugura, venerdì 9 novembre, la Stagione del Puccini di Firenze con un titolo imperdibile, Comici fatti di sangue, scritto e diretto da Alessandro Benvenuti – degno apripista per una maratona lunga cinque mesi che vedrà comici di razza passarsi il testimone della risata, lasciando dietro di sé un alone di mistero… Il sipario si aprirà quindi su un assassino, una donna in coma e un cane – che lo humour nero di Benvenuti saprà impastare di quella comicità dolorosa che è ormai la sua cifra stilistica da alcuni anni.

Giovedì 15 novembre sarà invece la volta di Lella Costa – beniamina del pubblico di ogni genere ed età – che non avrebbe nemmeno bisogno di presentazioni se non fosse che il suo nuovo spettacolo, Arie, la vede in scena non più da sola bensì dialogante con un’altra protagonista: la musica.

Dopo un cult del giallo made in Great Britain, Trappola per topi di Agatha Christie per la regia di Stefano Messina (16 e 17 novembre) e l’incursione di Lillo & Greg (23 e 24 novembre), sarà la volta di uno tra i maggiori esponenti del teatro en travesti, l’inossidabile Paolo Poli con Aquiloni – liberamente tratto da Giovanni Pascoli – e, di sicuro, la raffinatezza poetica saprà farsi ironia sopraffina nelle mani di questo signore del teatro italiano.

Con il nuovo anno, tra gli ospiti del Puccini, Gioele Dix in Nascosto dove c’è più luce – Gioiose, spudorate, rabbiose, sofferte opinioni di un comico e Paolo Rossi (a febbraio) con L’amore è un cane blu: quando il surrealismo si fa risata.

Appuntamenti diversi ma decisamente interessanti quelli con Claudio Santamaria e Filippo Nigro in Occidente solitario – testo (in originale The Lonesome West) di Martin McDonagh, tra i migliori commediografi degli ultimi quindici anni, vincitore di diversi riconoscimenti per la sua produzione teatrale – e con l’ex procuratore del pool antimafia, Giuseppe Ayala (UPDATE: annullato dalla Produzione), nelle vesti insolite di autore e interprete di Troppe coincidenze (uscito anche in libreria per Arnoldo Mondadori Editore).

Tanti, troppi gli appuntamenti per elencarli tutti – e, del resto, lo spettacolo teatrale va gustato dal vivo, perdendo sulla carta ogni sapore. Un ultimo appunto va però alla proposta di teatro civile – firmata da Stefano Massini con la voce recitante di Amanda Sandrelli – Credoinunsolodio. Uno spettacolo dove le storie di tre donne servono per intrecciare relazioni e differenze in un universo che sembra sempre più allontanarsi dal suo e dal nostro centro.

Buona visione a tutti.

Gli spettacoli andranno in scena:
Teatro Puccini
via delle Cascine, 41 – Firenze
orario spettacoli:
da lunedì a sabato, ore 21.00 – domenica (e sabato 8 dicembre), ore 16.45
info: 055 362067 – 055 210804

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.