Teatro della Pergola: stagione 2013/14 "> Teatro della Pergola: stagione 2013/14

Teatro della Pergola: stagione 2013/14

Teatro della Pergola: stagione 2013/14, articolo di "Martina Di Marcoberardino" su Persinsala Teatro
Home | Annunci/Comunicati | Teatro della Pergola: stagione 2013/14

Teatro della Pergola: stagione 2013/14
Recensioni/Articoli di

Il cartellone del Teatro della Pergola di Firenze non delude mai e, anche quest’anno, è pronta a stupire, divertire ed emozionare il suo pubblico più affezionato… e non solo. Con diciotto spettacoli di altissimo livello, la Pergola di Firenze si prepara ad affrontare una nuova Stagione teatrale che si preannuncia un successo. Per la prima …

Una Stagione all’ombra della Pergola

teatro-pergola-firenzeIl cartellone del Teatro della Pergola di Firenze non delude mai e, anche quest’anno, è pronta a stupire, divertire ed emozionare il suo pubblico più affezionato… e non solo.

Con diciotto spettacoli di altissimo livello, la Pergola di Firenze si prepara ad affrontare una nuova Stagione teatrale che si preannuncia un successo. Per la prima volta, inoltre, il teatro fiorentino si reinventa come luogo di crescita progettuale di alcuni spettacoli che avranno la possibilità di usufruire delle strutture del teatro per perfezionare l’allestimento prima del debutto. Molti i classici, proposti in chiavi e riletture coraggiose e innovative, come Le voci di dentro di Toni Servillo o RIII – Riccardo III di Alessandro Gassman. Spazio anche alla grande letteratura con Zeno e le Operette morali di Martone; Filippo Timi, attore camaleontico e sapiente, ritorna con una bella interpretazione di Don Giovanni; mente Federico Tiezzi ripensa a Pirandello con il suo Non si sa come interpretato da Sandro Lombardi. Grande attesa anche per Tullio Solenghi e il suo Ragazzi irresistibili di Neil Saimon, e Peppino De Filippo ed Eros Pagni con Non è vero ma ci credo.
La Fondazione del Teatro della Pergola, inoltre, ha alzato la posta in gioco inserendo all’interno del cartellone ben cinque prime nazionali. Si tratta di spettacoli invitanti ma, allo stesso tempo, capaci di attrarre un pubblico esigente ed eclettico. Si parte con I pilastri della società diretto da Gabriele Lavia – che aprirà la Stagione il 5 novembre – e si prosegue con l’Ariosto rivisitato e corretto in Giocando con l’Orlando – con Accorsi e Baliani; approda in teatro, inoltre, Una pura formalità, film del 1994 di Giuseppe Tornatore, adattato, diretto e interpretato da Glauco Mauri; Pierfrancesco Favino si trasformerà in un moderno Arlecchino in Un servo per due e Chiara Francini ed Emanuele Salce porteranno in scena Ti ho sposato per allegria di Natalia Ginzburg.
Il Teatro della Pergola – in collaborazione con l’Opera di Santa Maria del Fiore – promuove, inoltre, un ciclo sulla spiritualità che si aprirà il 4 ottobre con lo spettacolo intitolato Ildegarda. L’opera narra la vita di Ildegarda di Bingen, badessa benedettina e scienziata del XII° secolo, nominata Dottore della Chiesa nel 2012 dall’ex papa Benedetto XVI. Cristina Borgogni – autrice, interprete e regista dello spettacolo – si è confessata estremamente affascinata dalla monaca, forte e fragile allo stesso tempo, per la quale ha pensato di scrivere un testo che rispecchiasse la sua vera essenza, quella di donna più che di personaggio pubblico, con la speranza che: «la sua carezza possa arrivare al pubblico, come una piuma portata dal vento».
Un’ulteriore manifestazione di affetto del teatro nei confronti del suo pubblico è la serie di visite-spettacolo a tema, organizzate proprio dalla Fondazione della Pergola. Uno spettacolo di visita – questo il titolo dell’evento – prevede complessivamente tre incontri; i primi due, Dedicato a Pratolini: una storia fiorentina, ripercorreranno i luoghi romanzeschi dello scrittore, da piazza Santa Croce (dove si svolge il quartiere della mitica via del Corno) a piazza Cestello (dove si incontrano i compagni di Metello). Nel terzo, invece, Sovra il bel fiume d’Arno alla Gran Villa…, gli attori accompagneranno il pubblico alla scoperta delle numerose iscrizioni dedicate a Dante e alla sua Commedia – disseminate per tutta Firenze.
Una Stagione, quindi, che si prospetta ricca di sorprese, interessante e intelligentemente cucita addosso a un pubblico estremamente vario. Ognuno, ne siamo certi, troverà lo spettacolo che più gli appartiene.

Teatro della Pergola
via della Pergola, 18 – Firenze

Stagione 2013/2014. Il cartellone completo:

5-14 novembre
I Pilastri della società
di Henrik Ibsen
regia Gabriele Lavia
prima nazionale

19-24 novembre
Giocando con l’Orlando
scritto e diretto da Marco Baliani
con Stefano Accorsi
prima nazionale

26 novembre-1° dicembre
Servo per due
di Richard Bean
con Pierfrancesco Favino
liberamente tratto da Il servitore di due padroni di Carlo Goldoni
prima nazionale

3-8 dicembre
Na specie de cadavere lunghissimo
da un’idea di Fabrizio Gifuni
da Pier Paolo Pasolini e Giorgio Somalvico
regia Giuseppe Bertolucci
con Fabrizio Gifuni
ripresa in esclusiva per il Teatro della Pergola

10-20 dicembre
Le voci di dentro
di Eduardo De Filippo
regia Toni Servillo

28 dicembre-5 gennaio 2014
Ti ho sposato per allegria
di Natalia Ginzburg
regia Piero Maccarinelli
con Chiara Francini ed Emanuele Salce
prima nazionale

14-19 gennaio
La coscienza di Zeno
di Tullio Kezich dal romanzo di Italo Svevo
regia Maurizio Scaparro
con Giuseppe Pambieri, Enzo Turrin e Giancarlo Condé

28 gennaio-2 febbraio
Una pura formalità
libero adattamento di Glauco Mauri dal film di Giuseppe Tornatore
regia Glauco Mauri
con Glauco Mauri e Roberto Sturno
prima nazionale

4-9 febbraio
RIII – Riccardo III
di William Shakespeare
traduzione e adattamento Vitaliano Trevisan
ideazione scenica e regia Alessandro Gassman
con Alessandro Gassman

11-16 febbraio
Il Don Giovanni – vivere è un abuso, mai un diritto
di Filippo Timi
regia e scena Filippo Timi

18-23 febbraio
Non è vero ma ci credo
di Peppino De Filippo
regia Michele Mirabella
con Sebastiano Lo Monaco e Lelia Mangano De Filippo

25 febbraio-2 marzo
Operette morali
di Giacomo Leopardi
adattamento e regia Mario Martone

4-9 marzo
Non si sa come
di Luigi Pirandello
regia Federico Tiezzi
con Sandro Lombardi, Francesco Colella ed Elena Ghiaurov

11-16 marzo
Una notte in Tunisia
di Vitaliano Trevisan
regia Andrée Ruth Shammah
con Alessandro Haber

18-23 marzo
John Gabriel Borkman
di Henrik Ibsen
regia Piero Maccarinelli
con Massimo Popolizio

25-30 marzo
I ragazzi irresistibili
di Neil Simon
regia Marco Sciaccaluga
con Eros Pagni e Tullio Solenghi

1°-6 aprile
L’importanza di chiamarsi Ernesto
di Oscar Wilde
regia Geppy Gleijeses
con Geppy Gleijeses, Lucia Poli e Marianella Bargilli

8-13 aprile
Il giuoco delle parti
di Luigi Pirandello
regia Roberto Valerio
con Umberto Orsini


12345

Check Also

L’Italiana in Algeri

Dal 15 al 26 marzo, L’Italiana in Algeri di Rossini riempie di allegria e colori …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi